Bandiera di Malta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
(MT) Bandiera ta' Malta
(EN) Flag of Malta
(MT) Bandiera ta' Malta (EN) Flag of Malta
Proporzioni2:3
Simbolo FIAVSimbolo vessillologico
ColoriRGB

     (R:255 G:255 B:255)

     (R:207 G:20 B:43)

     (R:204 G:204 B:204)

UsoBandiera civile e di stato
Tipologianazionale Bandiera normale o bandiera di diritto
Adozione21 settembre 1964
NazioneMalta Malta
Altre bandiere ufficiali
Bandiera di BompressoBandiera di Bompresso Bandiera navale nazionale Bandiera normale o bandiera di diritto 1:1
Bandiera del PresidenteBandiera del Presidente Bandiera di stato e bandiera navale di stato Bandiera normale o bandiera di diritto 2:3
Insegna civileInsegna civile Bandiera civie e bandiera navale civile Bandiera normale o bandiera di diritto 2:3
Fotografia
Drapeau de Malte.jpg

La bandiera di Malta è composta da due bande verticali, di uguali dimensioni di colore bianco (lato del pennone) e rosso[1].

Nel cantone superiore sinistro è presente una Croce di Re Giorgio, bordata di rosso,[2] un'onorificenza conferita da Re Giorgio VI all'intera popolazione maltese per il suo eccezionale coraggio e valore durante la seconda guerra mondiale.

È usata come bandiera di comodo. La legge maltese ne prescrive le regole di utilizzo in caso di cerimonie e in accompagnamento con altre bandiere o vessilli, e ne punisce il vilipendio e l'utilizzo improprio[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La bandiera è in uso dal 21 settembre 1964[4]: giorno dell'indipendenza dell'isola dal Regno Unito. Prima di quella data, essendo un possedimento britannico, Malta, utilizzava una bandiera su modello Blue Ensign con lo stemma di Malta nel disco bianco alla destra del battente.

I colori bianco e rosso sarebbero tratti, secondo la tradizione, dallo stendardo del conte normanno Ruggero I di Sicilia, che l'avrebbe donato all'isola nel 1091[5][6]. Un'altra interpretazione vuole i colori presi dalla bandiera dei Cavalieri Ospitalieri dell'Ordine di San Giovanni, che governarono l'isola dal 1530 al 1798[7].

La Croce di Re Giorgio è stata aggiunta ufficialmente alla bandiera nel 1943, e mantenuta nella sua versione repubblicana[8].

Bandiere storiche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Constitution of Malta (PDF), su wipo.int, p. 7. URL consultato l'8 febbraio 2021.
  2. ^ L'art. 3 della Costituzione Maltese descrive la bandiera del Paese.
  3. ^ (EN) Flags, Symbols and their uses, su gov.mt. URL consultato l'8 febbraio 2021.
  4. ^ (EN) History Behind the Maltese Flag, su revealmalta.com, 25 luglio 2017. URL consultato l'8 febbraio 2021.
  5. ^ (EN) W. Smith, Flag of Malta, su britannica.com. URL consultato l'8 febbraio 2021.
  6. ^ (EN) The flag of Malta and the George Cross, su maltauncovered.com. URL consultato l'8 febbraio 2021.
  7. ^ (EN) Malta, su cia.gov. URL consultato l'8 febbraio 2021.
  8. ^ (EN) It is red and white, it is Malta!, su knowingmalta.com, 29 gennaio 2019. URL consultato l'8 febbraio 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Vessillologia Portale Vessillologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di vessillologia