BAO Publishing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
BAO Publishing
StatoItalia Italia
Fondazione2009 a Milano
Fondata daCaterina Marietti, Michele Foschini
Sede principaleMilano
SettoreEditoria
ProdottiFumetti
Sito web

BAO Publishing è una casa editrice di fumetti italiana con sede a Milano fondata nel 2009.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

BAO Publishing pubblica lavori di autori famosi e autori di nicchia. Opere realizzate da autori stranieri sono, fra le tante, Scott McCloud (Zot!), Glyn Dillon (Il Nao di Brown), Abhishek Singh (Krishna - Un Viaggio Interiore), Thierry Smolderen (Souvenir dell'impero dell'atomo), Vera Brosgol (Anya e il suo fantasma), Joann Sfar (Chagall in Russia), Frank Miller (Sacro terrore), Clive Barker (Hellraiser), Jeff Smith (Bone e RASL), Cyril Pedrosa (Portugal e Cuori Solitari), Alan Moore (La Lega degli Straordinari Gentlemen e Neonomicon), Frazer Irving (Clown con la pistola), Yoshihiro Tatsumi (Una vita tra i margini e Tormenta nera), Brian K. Vaughan (Saga, Paper Girls), John Layman (Chew), Terry Moore (Strangers in Paradise, Echo e Rachel Rising), David B. (Il Re Rosa e Per gli Oscuri Sentieri), Neil Gaiman (Blueberry Girl e Crazy Hair), Grant Morrison (Happy!), Enki Bilal (I fantasmi del Louvre), Matt Kindt (Revolver), Eldo Yoshimizu (Ryuko) e Joe Kubert (Dong Xoai, Vietnam, 1965) ma pubblica anche autori italiani come Makkox (Ladolescenza, Post Coitum - Satire di un tardo impero e Se muori siamo pari), Luca Genovese (Beta), Alessandro Barbucci (Sky Doll, Ekhö. Mondo specchio. New York e Chosp - Demoni Brutti E Cattivi), Barbara Canepa (Sky Doll e End. Elisabeth), Sualzo (Fermo) e il romano Zerocalcare (La profezia dell'armadillo, Un polpo alla gola, Ogni maledetto lunedì su due, Dodici e Dimentica il mio nome) che hanno avuto successo sul mercato italiano.

Nel 2013 pubblica le nuove avventure di The Spirit, personaggio ideato originalmente da Will Eisner, scritte da Mark Schultz e David Hine e disegnate dallo svizzero Moritat[1].

Dal 2014 BAO ripubblica, a cadenza trimestrale, la serie a colori Orfani ideata da Roberto Recchioni e pubblicata originariamente in formato bonellide da Sergio Bonelli Editore in grandi volumi cartonati molto curati contenenti ognuno tre numeri della serie originale stampati su carta di qualità, con extra, materiali preparatori, commenti degli autori e copertine inedite.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]