BAO Publishing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
BAO Publishing
StatoItalia Italia
Fondazione2009 a Milano
Fondata daCaterina Marietti, Michele Foschini
Sede principaleMilano
SettoreEditoria
ProdottiFumetti
Sito web

BAO Publishing è una casa editrice di fumetti italiana con sede a Milano fondata nel 2009.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

BAO Publishing pubblica lavori di autori famosi e autori di nicchia. Tra gli autori internazionali pubblicati vi sono, fra i tanti, David B. (Il Re Rosa e Per gli oscuri sentieri), Clive Barker (Hellraiser), Enki Bilal (I fantasmi del Louvre), Vera Brosgol (Anya e il suo fantasma), Glyn Dillon (Il Nao di Brown), Neil Gaiman (Blueberry Girl e Crazy Hair), Frazer Irving (Clown con la pistola), Joe Kelly (I Kill Giants), Matt Kindt (Revolver), Joe Kubert (Dong Xoai, Vietnam 1965), John Layman (Chew), Scott McCloud (Zot!, Lo scultore e Capire, fare e reinventare il fumetto), Frank Miller (Sacro terrore), Alan Moore (La Lega degli Straordinari Gentlemen e La saga dei Bojeffries), Terry Moore (Strangers in Paradise, Echo e Rachel Rising), Grant Morrison (Supergods e Happy!), Cyril Pedrosa (Portugal e Cuori solitari), Joann Sfar (Chagall in Russia), Abhishek Singh (Krishna - Un viaggio interiore), Jeff Smith (Bone e RASL), Thierry Smolderen (Souvenir dell'impero dell'atomo e L’estate diabolika), Yoshihiro Tatsumi (Una vita tra i margini e Tormenta nera), Brian K. Vaughan (Saga, Paper Girls, The Private Eye e Sentinelle d’inverno) e Eldo Yoshimizu (Ryuko). Tra gli italiani pubblica autori come Alessandro Barbucci (Sky Doll, Ekhö. Mondo specchio. New York e Chosp - Demoni Brutti e Cattivi), Giacomo Bevilacqua (Il suono del mondo a memoria), Barbara Canepa (Sky Doll e End. Elisabeth), Sualzo (Fermo), Luca Genovese (Beta), Sergio Gerasi (In inverno le mie mani sapevano di mandarino e Un romantico a Milano), Makkox (Ladolescenza, Post Coitum - Satire di un tardo impero e Se muori siamo pari), Leo Ortolani (CineMAH presenta: Il buio in sala, OH! Il libro delle meraviglie e Cinzia), Davide Toffolo (Il re bianco) e Zerocalcare (La profezia dell'armadillo, Un polpo alla gola, Ogni maledetto lunedì su due, Dodici, Dimentica il mio nome, L'elenco telefonico degli accolli, Kobane Calling, Macerie prime e Macerie prime - Sei mesi dopo).

Nel 2013 pubblica le nuove avventure di The Spirit, personaggio ideato originalmente da Will Eisner, scritte da Mark Schultz e David Hine e disegnate da Moritat[1].

Dal 2014 BAO ripubblica, a cadenza trimestrale, la serie a colori Orfani ideata da Roberto Recchioni e pubblicata originariamente in formato bonellide da Sergio Bonelli Editore in grandi volumi cartonati contenenti ognuno tre numeri della serie originale con extra, materiali preparatori, commenti degli autori e copertine inedite.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata, su baopublishing.it. URL consultato il 1º ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2013).
  2. ^ Dario Forti, Orfani: il progetto, il marketing (e i risultati). Facciamo il punto con l’autore, Roberto Recchioni, in Fumettologica, 15 gennaio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]