Attacco al treno Thalys del 21 agosto 2015

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Attacco al treno Thalys del
21 agosto 2015
Gare du Nord, Paris 9 April 2014 004.jpg
Un treno Thalys alla stazione ferroviaria Gare du Nord di Parigi nel 2014.
StatoFrancia Francia
LuogoOignies
Data21 agosto 2015
17:50 (UTC+1)
TipoTentativo di strage
MortiNessuno
Feriti4 (incluso il terrorista)
ResponsabiliAyoub El Khazzani

L'attacco al treno Thalys del 21 agosto 2015 è stato un tentativo di attacco terroristico di matrice islamica avvenuto sul treno numero 9364 dell'omonima compagnia ferroviaria. Il treno, al momento dell'attacco, trasportava 554 passeggeri e stava lasciando Oignies. L'assalto, progettato dal ventiseienne marocchino Ayoub El Khazzani, venne scongiurato dai passeggeri del treno. Il successivo 26 agosto l'aggressore è stato accusato di cospirazione e possesso di armi illegali, nell'ambito di un atto terroristico legato all'autoproclamato Stato Islamico.

Inspirato a questo evento, nel 2018 vi è stata tratta una pellicola cinematografica chiamata Ore 15:17 - Attacco al treno diretta dal regista Clint Eastwood, con protagonisti i veri sopravvissuti al tentativo di attacco.[1]

L'attacco[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 agosto il venticinquenne marocchino Ayoub El Khazzani,[2] salito sul treno Thalys 9364 diretto a Parigi, poco dopo aver passato il confine belga con quello francese, si è armato con un fucile d'assalto AKM con l'intenzione di sparare ai passeggeri. Oltre al fucile, l'uomo era munito anche di nove caricatori, una pistola e una bottiglia di benzina. Un passeggero americano, Mark Moogalian, tentò di disarmare il ragazzo, ma rimase ferito al collo da un colpo di pistola; seriamente ferito, si finse morto. El Khazzani tentò di usare il fucile, che però si inceppò.

El Khazzani venne poi bloccato e disarmato da tre americani: Anthony Sadler, Spencer Stone e Alek Skarlatos. Quest'ultimo e Stone erano due membri in licenza dalle forze armate statunitensi. Per disarmare il terrorista intervenne anche un cittadino inglese, Chris Norman. In un'intervista alla CNN, Skarlatos disse di essere stati fortunati che il fucile dell'assalitore si fosse inceppato.[3] Una volta disarmato l'uomo, Stone soccorse il concittadino Mark Moogalian, ferito e senza conoscenza.

Identità del sospetto[modifica | modifica wikitesto]

Ayoub El Khazzani è stato identificato dalle autorità francesi e spagnole, non dai suoi documenti ma dalle impronte digitali. Già dal 2007 si trovava in Europa, dapprima in Spagna e poi dal 2014 a Parigi. Originario del Marocco, El Khazzani era già conosciuto dalle autorità francesi come un sospettato di livello S, ovvero il grado più alto di pericolo per una persona.[4] Durante il suo soggiorno in Spagna era stato identificato come persona sospetta a seguito di alcuni discorsi a favore della jihad e come sospettato per traffico di stupefacenti. Il ministro degli interni francese Bernard Cazeneuve affermò che l'uomo era stato in Siria tra maggio e luglio, per poi trasferirsi nuovamente in Francia.[5]

Passeggeri coinvolti[modifica | modifica wikitesto]

Reazioni e omaggi[modifica | modifica wikitesto]

Indagini successive e controversie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (IT) Ore 15:17 – Attacco al treno, Clint Eastwood: intervista al cast, in FoxLife, 8 febbraio 2018. URL consultato il 19 febbraio 2018.
  2. ^ Francia, attentato sul treno Thalys: tre feriti. Chi era il 26enne terrorista marocchino, su liberoquotidiano.it, 22 agosto 2015. URL consultato il 1º gennaio 2018.
  3. ^ Francia, attentato sul treno: "Così abbiamo bloccato il terrorista", su repubblica.it, 22 agosto 2015. URL consultato il 1º gennaio 2018.
  4. ^ Francia, terrorista spara su un treno. “Membro della cellula smantellata in Belgio a Verviers”, su ilfattoquotidiano.it.
  5. ^ Francia, il terrorista del treno è legato alla jihad in Belgio, su panorama.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]