Attentato di Londra del 3 giugno 2017

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Attentato del 3 giugno 2017 a Londra
Attentato
London Bridge (9691084663).jpg
Il luogo dell'attentato
Tipo
Data3 giugno 2017
22:06 – 22:16 (UTC+0)
LuogoLondra
StatoRegno Unito Regno Unito
Coordinate51°30′29″N 0°05′16″W / 51.508056°N 0.087778°W51.508056; -0.087778Coordinate: 51°30′29″N 0°05′16″W / 51.508056°N 0.087778°W51.508056; -0.087778
ResponsabiliKhuram Butt, Rachid Redouane, Youssef Zaghba
MotivazioneJihād, Terrorismo islamico
Conseguenze
Morti11 (compresi 3 attentatori)
Feriti48

L'attentato di Londra del 2017 è stato un attacco terroristico che ha avuto luogo nella capitale britannica il 3 giugno 2017. È stato il terzo attacco terroristico che ha colpito il Regno Unito nel 2017 dopo l'attentato di Manchester del 22 maggio e l'attentato di Londra del 22 marzo.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la ricostruzione degli eventi, alle 22.08 (ora locale), tre uomini a bordo di un furgoncino Renault bianco noleggiato ad Harold Hill hanno dapprima investito alcuni passanti che passeggiavano sul London Bridge per poi schiantarsi contro il Barrowboy and Banker Pub. I tre terroristi, usciti dalla vettura, hanno iniziato ad accoltellare i passanti prima di spostarsi nella zona vicina il Borough Market, affollata di pub, dove hanno continuato ad aggredire civili.

I tre, che indossavano false cinture esplosive, sono stati poi uccisi dalla polizia a colpi di pistola, otto minuti dopo la prima chiamata giunta al servizio di emergenza[1][2].

Gli autori[modifica | modifica wikitesto]

Uno degli attentatori si chiamava Khuram Butt, di 27 anni; era nato in Pakistan, ma risiedeva a Barking, uno dei quartieri periferici di Londra. Era sposato con figli.

Il secondo dei tre è Rachid Redouane, 30 anni, anch'egli residente nel quartiere di Barking[3][4].

Secondo le prime fonti, il terzo attentatore è Youssef Zaghba, un ragazzo italo-marocchino di 22 anni. Sua madre è di nazionalità italiana. Nel 2016 era stato bloccato all'aeroporto di Bologna[5] mentre cercava di prendere un volo diretto per Istanbul[6][7].

L'attacco è stato rivendicato dall'Isis[8].

Le vittime[modifica | modifica wikitesto]

L'attentato ha causato 8 morti (tre francesi, due australiane, un britannico, uno spagnolo e una canadese) e 48 feriti, molti dei quali in gravi condizioni[9][10].

Vittime per nazionalità
Nazionalità Morti
Francia Francia[11] 3
Australia Australia[12][13] 2
Regno Unito Regno Unito[14] 1
Spagna Spagna[15] 1
Canada Canada[16] 1
Totale 8

Reazioni[modifica | modifica wikitesto]

Discorso del primo ministro inglese Theresa May dopo l'attentato

Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, apparso in televisione, ha condannato l'attacco subìto. Il presidente russo Vladimir Putin e quello statunitense Donald Trump hanno espresso le loro condoglianze e la loro vicinanza al Regno Unito. Lo stesso hanno fatto il presidente del consiglio italiano, la cancelliera tedesca e il presidente francese[17].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Attentato Londra: 7 morti, 48 feriti. L’Isis rivendica, dodici arresti
  2. ^ a Londra, furgone sulla folla e coltellate: 6 morti e 48 feriti. Polizia uccide tre assalitori[collegamento interrotto]
  3. ^ Londra, identificati i tre terroristi: uno ha origini pachistane Archiviato il 5 giugno 2017 in Internet Archive.
  4. ^ Londra, polizia: "I killer si chiamavano Khuram Butt e Rachid Redouane"
  5. ^ Quando Youssef Zaghba disse ai poliziotti italiani: "Vado a fare il terrorista", in Repubblica.it, 6 giugno 2017. URL consultato il 6 giugno 2017.
  6. ^ Londra, identificato il terzo attentatore. Era figlio di una donna italiana Archiviato il 9 giugno 2017 in Internet Archive.
  7. ^ Attentato Londra, identificato il terzo terrorista: Youssef Zaghba, italo-marocchino
  8. ^ L'ISIS rivendica l'attacco di Londra, un'italiana denunciò un killer. Identificata la prima vittima Archiviato il 5 giugno 2017 in Internet Archive.
  9. ^ Christine e Alexander, chi sono i morti a Londra
  10. ^ Chrissy che stava per sposarsi e le altre vittime di Londra, su vanityfair.it.
  11. ^ Attentat de Londres : Sébastien Bélanger, deuxième victime française décédée, Le Parisen, 6 giugno 2017. URL consultato il 6 giugno 2017.
  12. ^ Two Australians confirmed dead in London, Sky News Australia, 6 giugno 2017. URL consultato il 7 giugno 2017.
  13. ^ 'They found her' - Brisbane woman Sara Zelenak confirmed as killed in London terror attack, The Age. URL consultato il 7 giugno 2017.
  14. ^ James McMullan died in London terror attack, his sister says, The Indipendent, 6 giugno 2017. URL consultato il 7 giugno 2017.
  15. ^ London Bridge Terror Attack Victims: Death Toll Rises To 8[collegamento interrotto], Huffington Post, 7 giugno 2017. URL consultato il 7 giugno 2017.
  16. ^ Identificata la prima vittima, è canadese: stava per sposarsi.
  17. ^ Attacco Londra, le reazioni dei big del mondo Archiviato il 5 giugno 2017 in Internet Archive.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]