Attentato di Vienna del 2020

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Attentato di Vienna del 2020
Stadttempel Vienna September 2006 012.jpg
La sinagoga Stadttempel, uno dei luoghi dell'attacco
TipoStrage
Data2 novembre 2020
20:00 circa
LuogoSchwedenplatz, Vienna
StatoAustria Austria
Obiettivocivili
ResponsabiliKujtim Fejzullai
Conseguenze
Morti5 (incluso l'attentatore)
Feriti23

L'attentato di Vienna del 2020 è stato un attacco terroristico perpetrato il 2 novembre 2020 attraverso una serie di sparatorie nel centro storico di Vienna, in Austria. L'attentato è tra i più gravi avvenuti nel paese da quello del 1985.[1][2][3]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Un uomo armato in solitaria ha aperto il fuoco con un fucile d'assalto nel centro storico della città. Quattro civili sono rimasti uccisi nell'attacco e altri 23 sono rimasti feriti, sette in modo grave, tra cui un agente di polizia. L'aggressore, che è stato poi ucciso dalla polizia, è stato identificato come un simpatizzante dell'ISIS. I funzionari governativi austriaci hanno affermato che è stato un attacco terroristico di matrice estremista islamista.[4][5][6]

L'Innere Stadt di Vienna è stata già teatro di un attacco alla sinagoga nel 1981, che ha provocato la morte di due persone e trenta feriti.

L'attacco è iniziato nella sera del 2 novembre 2020 intorno alle 20:00 a Schwedenplatz a Vienna, quando un uomo ha iniziato a sparare con un fucile d'assalto contro dei civili lungo le strade e nei locali della movida. Era anche armato di pistola e machete.

Inizialmente è stato riferito dalla polizia e dai funzionari che più uomini pesantemente armati hanno aperto il fuoco con dei fucili e che uno degli uomini armati indossava una finta cintura di esplosivi. Successivamente è stato confermato che c'era un solo attentatore, che indossava una finta cintura esplosiva. I rapporti iniziali indicavano anche che la principale sinagoga di Vienna, la vicina Stadttempel, avrebbe potuto essere l'obiettivo dell'attacco, tuttavia, la sinagoga non è stata presa di mira direttamente. Un poliziotto è stato ferito gravemente fuori della sinagoga. L'autore ha attaccato altri sei luoghi nella zona, sparando principalmente a passanti e persone nei ristoranti, da caffè e bar in Judengasse e Seitenstettengasse nel centro di Vienna.[7] La sparatoria è avvenuta quattro ore prima dell'inizio del nuovo lockdown nazionale con le nuove restrizioni per impedire il diffondersi del contagio da COVID-19.[8][9] L'autore è stato identificato in Kujtim Fejzullai, 20 anni. Fu colpito e ucciso alle 20:09 dalla polizia.[10] In seguito l'ISIS ha rivendicato l'attacco.[11][12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]