Antonio Dell'Oglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Dell'Oglio
Antonio Dell'Oglio.JPG
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175[1] cm
Peso 72[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore, centrocampista)
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Giovanili
Inter
Squadre di club1
1981-1982 Pavia Pavia 35 (2)
1982-1983 Trento Trento 15 (0)
1983-1988 Ascoli Picchio Ascoli 137 (4)
1988-1993 Fiorentina Fiorentina 81 (3)
1993-1994 Monza Monza 16 (0)
1994-1996 Juve Stabia Juve Stabia 53 (3)
1996-1997 Turris Turris 26 (2)
1997-1998 Ascoli Picchio Ascoli 29 (0)
1998-1999 Turris Turris 28 (1)
1999-2000 Taranto Taranto 30 (3)
2000-2001 Martina Martina 29 (3)
2001-2002 Ostuni Ostuni 30 (0)
2002-2003 Melfi Melfi 32 (3)
2003 Altamura Altamura  ? (?)
2003-2004 Bitonto Bitonto  ? (?)
2004-2005 Ostuni Ostuni  ? (?)
Carriera da allenatore
2006-2007 Salernitana Salernitana vice
2007-2008 Rappresentativa Puglia juniores
2008-2009 Brindisi Brindisi vice
2009-2010 Sorrento Sorrento vice
2013- Chieti Chieti Vice
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Antonio Dell'Oglio (Milano, 19 giugno 1963) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nell'Inter senza mai giocare in prima squadra, e matura esperienze in Serie C2 con il Pavia e in C1 con il Trento prima di calcare i campi della Serie A con l'Ascoli: dal 1983 al 1989 sono cinque le stagioni in A (119 presenze e 4 reti) e una in B (16 presenze).

Viene poi acquistato dalla Fiorentina dove disputa quattro campionati di A collezionando 81 presenze e 3 reti, raggiungendo anche la finale di Coppa UEFA nel 1990 persa con la Juventus.

Da qui in poi la carriera di Dell'Oglio inizia a scendere di categoria vestendo nel giro di sei stagioni le maglie di Monza (in Serie B), in Juve Stabia (in Serie C1 per due stagioni), Turris (in Serie C2), Ascoli (in Serie C1) e nuovamente Turris (in Serie C2).

Dal 1999 Dell'Oglio milita quasi esclusivamente in squadre pugliesi ovvero Taranto (nei C.N.D.), Martina (dove vince il campionato di Serie D), Ostuni, Melfi (compagine lucana con cui ottiene una nuova vittoria del campionato di D), Altamura, Bitonto e Ostuni in Eccellenza dove chiude la sua carriera.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver ricoperto il ruolo di team manager e consulente di mercato per il Melfi, nel 2006 assume la carica di secondo di Raffaele Novelli alla Salernitana fino alle dimissioni dello stesso. Dal novembre 2007 è incaricato di guidare la categoria Juniores della Rappresentativa della Puglia.[senza fonte] Nella stagione 2008-2009 è vice di Massimo Silva alla guida del Brindisi[2] che vince il campionato di serie D, e l'anno successivo è vice di Raffaele Novelli al Sorrento[3].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Ascoli: 1985-1986
Fiorentina: 1993-1994

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Ascoli: 1986-1987

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 4 (1987-1988), Panini, 28 maggio 2012, p. 25.
  2. ^ Dell'Oglio, mossa azzeccata Soccerpuglia.it
  3. ^ Sorrento, esonerato Novelli Calcionapoletano.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]