Andrea Viotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Andrea Viotti (Roma, 16 marzo 1947) è un costumista, scenografo e saggista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Roma si forma all'Accademia di Belle Arti della sua città. Giovanissimo intraprende la carriera di costumista, entrando prima nella Sartoria Tirelli, in cui apprenderà i primi rudimenti del mestiere, per passare poi ad Anna Mode. Per circa otto anni alternerà il lavoro presso le sartorie collaborando, come assistente, con costumisti quali Piero Tosi, Gabriella Pescucci, Eugenio Guglielminetti, Pier Luigi Pizzi, Maurizio Monteverde, Piero Cigoletti, Marilù Alianello e Sylvano Bussotti. Nel 1973 firmerà il suo primo TV movie: LENIN (regia P. Nelli), cui seguiranno sempre per la RAI ulteriori collaborazioni alternate a film per il cinema. Nel 1979 l'incontro con Gabriele Lavia, con il quale avrà una collaborazione ultra trentennale, lo trascinerà definitivamente nel mondo teatrale. Oltre a Gabriele Lavia collaborerà con Luigi Squarzina, Luca Barbareschi, Matteo Tarasco, Franco Però ed altri.

Dal 1990 si dedica allo sviluppo di una scenografia "strutturale ad impianto fisso" che lo porta ad una lunga collaborazione con Gardaland ed alla progettazione del Teatro Sala Tripcovich (Teatro Verdi) di Trieste.

Giovanissimo si dedica allo studio del costume civile e militare alternando pubblicazioni e saggi alla sua attività teatrale. Cultore e studioso di Storia militare, ha collaborato con l'Ufficio Storico dell'Esercito, dell'Aeronautica e della Guardia di Finanza.

Dal 2007 insegna all'Accademia di Costume e Moda di Roma.

Teatrografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Opera[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • L'Uniforme grigio-verde nella prima guerra mondiale 1909-1918, Ufficio storico SME, Roma 1985.
  • Uniforme e Distintivi dell'Esercito Italiano nella Seconda Guerra Mondiale 1940-1945, Ufficio storico SME,Roma 1988.
  • L'Esercito borbonico dal 1815 al 1830 (in collaborazione con Piero Crociani e Giancarlo Boeri), Ufficio storico SME, Roma 1995.
  • Aeronautica Italiana: Uniformi e Distintivi nella Seconda Guerra Mondiale 1939 -1945, Ufficio storico SMA, Roma 1989.
  • Aeronautica Militare Italiana: Ordinamenti, Uniformi e Distintivi dal 1909 al 1985, Ufficio storico SMA, Roma 2012.
  • Gli Albanesi nelle Forze Armate Italiane, 1939-1943 (in collaborazione con Piero Crociani), Ufficio storico SME, Roma 2001.
  • Le uniformi e i distintivi del Corpo Truppe Volontarie italiane in Spagna 1936-1939 (in collaborazione con Stefano Ales) Ufficio storico SME, Roma 2004.
  • Struttura, Uniformi e Distintivi dell'Esercito Italiano 1946-1970 (in collaborazione con Stefano Ales), Ufficio Storico SME, Roma 2007.
  • Uniformi e Distintivi dell'Esercito Italiano fra le due Guerre. 1919-1937, Ufficio Storico SME, Roma 2009.
  • Dalla Guardia Doganale alla Regia Guardia di Finanza, 1862-1908: struttura, uniformi e distintivi del Corpo della Guardia di Finanza, (in collaborazione con Stefano Ales, Museo della GdF, Roma 2011.
  • L'età del grigio-verde 1909 - 1932. Struttura, uniformi e distintivi del Corpo della Guardia di Finanza, (in collaborazione con Stefano Ales, Museo della GdF, Roma 2013
  • Struttura, Uniformi, Distintivi ed Insegne delle Truppe Coloniali Libiche 1912-1943, (in collaborazione con Stefano Ales e Piero Crociani, Museo della GdF, Roma 2012
  • Le uniformi coloniali libiche, 1912-1942 (in collaborazione con Piero Crociani, La Roccia, Roma 1980.
  • Le uniformi dell'A.O.I. Somalia, 1889-1941 (In collaborazione con Piero Crociani, La Roccia, Roma 1980.
  • Caricat, tre secoli di storia dell'Arma di Cavalleria (di cui ha curato la ricostruzione uniformologica), Capitol 1973.
  • Garibaldi: the revolutionary and his men, Blanford Press, London 1979
Controllo di autoritàVIAF (EN116077555 · ISNI (EN0000 0001 2033 0822 · SBN IT\ICCU\CFIV\036862 · LCCN (ENn79150989 · GND (DE131773011 · BNF (FRcb16660801t (data) · BNE (ESXX1721498 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n79150989