Andrea Braido

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andrea Braido
Andrea Braido.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenereRock
Funk
Jazz
Blues
Periodo di attività musicale1976 – in attività
Strumentochitarra, basso elettrico, batteria
Album pubblicati14
Sito ufficiale

Andrea Braido (Trento, 26 giugno 1964) è un chitarrista italiano dell'area rock e fusion/rock.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Trento, ma cresce a Pergine Valsugana, dove ha le prime esperienze musicali, spostandosi saltuariamente nella vicina Verona. Inizia come batterista, ed è anche pianista e bassista. Sebbene mantenga un rapporto continuo con gli altri strumenti (in particolare la batteria), la chitarra è il suo strumento principale, alla quale approda scoprendo Jimi Hendrix a casa di un amico. I gruppi degli anni settanta come gli Emerson, Lake & Palmer e i Colosseum sono i suoi primi riferimenti stilistici.

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Impara a suonare la chitarra da autodidatta esibendosi con vari gruppi in Trentino e Veneto e sviluppando una propria originale tecnica senza l'uso del plettro, mancandogli infatti mezza falange dell'indice della mano destra, affina la propria tecnica sfruttando il callo su questo dito. Nel 1986 suona in duetto con un nipote di Tullio De Piscopo nel corso della trasmissione Fantastico 7, in uno spazio per talenti emergenti.

Dopo essere stato turnista di Patty Pravo, Francesco Baccini e Mina, diventa chitarrista di Vasco Rossi dal 1989, anno del Liberi liberi Tour,"Gli Spari Sopra tour 1993" fino al 1995, per l'album Nessun pericolo... per te. Nel 1990 Braido collabora con Zucchero Fornaciari nell'Oro, Incenso e Birra Tour e per Live at the Kremlin. In seguito è in tournée con Adriano Celentano, Antonella Ruggiero, Enzo Jannacci, Angelo Branduardi, Frank Gambale e nei tour mondiali di Laura Pausini ed Eros Ramazzotti. Dopo le esperienze con Raf e Paola Turci, si dedica a un proprio progetto artistico, pubblicando tra il 1991 e il 2006 sette dischi a proprio nome.

Anni recenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 e 2002 suona come prima chitarra nell'orchestra del programma Stasera pago io di Fiorello, in onda su Rai Uno in prima serata. Dal 2002 fino al 2006 effettua una serie di concerti in Italia ed Europa con una formazione blues rock chiamata Twin Dragons, comprendente il cantante e bassista dei Savoy Brown, Nathaniel Peterson e in seguito nel 2006 in formazione allargata con Graham Oliver (alla chitarra ritmica) e Pete Gill (alla batteria), e il bassista John McCoy.

Sempre tra il 2005 e 2006 suona con Carl Palmer e TM Stevens nella formazione BPS dalle iniziali dei cognomi in una tournée italiana.

Suona con l'Andrea Braido Jazz trio in festival e concerti. Svolge inoltre attività di session-man.

Nel 2007 suona tutte le parti di chitarra nel brano "Blast" contenuto nel Album "Free"(versione europea) e "Marcus" (versione americana) di Marcus Miller star del basso mondiale.

Nello stesso anno compie numerosi concerti con il progetto "Andrea Braido Plays Hendrix Music" insieme a Alessandro Napolitano alla batteria e Antonio Cascarano al basso e voce,da cui verrà tratto l'omonimo live.

Nel 2008 esce il cd "Jazz Garden & Friends" da cui seguirono numerosi concerti in festival a tema.

Il 18 maggio 2014 ritira a Genova presso la Fiera Internazionale della Musica il FIM Award Premio Italia - Chitarrista dell'Anno assegnato da CAPAM e consegnato da Verdiano Vera.[1][2]

Il 1 luglio 2017 torna a suonare con Vasco Rossi al concerto-evento Modena Park 2017. in un brano chiamato "Interludio" non inerente alla discografia di Vasco Rossi e nei brani suonati da Andrea Braido con lo stesso negli anni dei tour assieme.

Strumentazione[modifica | modifica wikitesto]

I primi strumenti erano imitazioni della stratocaster,in seguito la Fender stratocaster divenne la chitarra principale ed anche attualmente, utilizza spesso Gibson Sg,Les Paul,335 per citarne alcune. È stato endorser per le chitarre Prs dal 2007 al 2017. Come amplificatori ha usato Marshall di vario tipo/Soldano/Vht/Fender/Orange.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Da solista[modifica | modifica wikitesto]

  • 1991 - Eleonor
  • 1996 - Le bizzarre avventure del dottor Kranius
  • 2000 - Relive
  • 2005 - Twin Dragons
  • 2005 - Braido Plays Hendrix...in Hungary!!!
  • 2006 - Sensazioni nel Tempo
  • 2007 - Braidus in funk
  • 2008 - Braido Plays Hendrix
  • 2008 - Jazz garden & friends
  • 2009 - Latin Braidus
  • 2011 - Andrea Braido Jazz organ Trio
  • 2011 - Dai Beatles a Jobim passando per...
  • 2012 - Braidus with Bulgarian Symphony Orchestra
  • 2015 - Andrea Plays Deep Purple & Rainbow-Live in Hard

Vasco Rossi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1990 - Fronte del palco
  • 1990 - Vasco live 10.7.90 San Siro
  • 1993 - Gli spari sopra
  • 1996 - Nessun pericolo...per te
  • 1997 - Rock

Andrea Braido Band[modifica | modifica wikitesto]

Tournée[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ FIM Awards 2014, su fimfiera.it.
  2. ^ Chitarrista dell'Anno, su fimfiera.it. URL consultato il 13 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  3. ^ Space Braidus, su lafeltrinelli.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]