Amicizia (De Filippo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amicizia
Commedia in un atto unico
AutoreEduardo De Filippo
Lingua originaleItaliano
GenereTeatro napoletano
Composto nel1952
Personaggi
  • Bartolomeo Ciaccia
  • Carolina sua sorella
  • Alberto Califano
 

Amicizia è una breve commedia scritta da Eduardo de Filippo nel 1952, contenuta nella raccolta "Cantata dei giorni dispari".

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'opera narra la storia di un certo Alberto Califano che da diversi anni non fa visita all'amico Bartolomeo Ciaccia. Quando lo incontra, viene a sapere che l'uomo è ormai alla fine dei suoi giorni. Bartolomeo ha una sorella, Carolina, che lo accudisce e tenta di esaudire tutti i suoi desideri. L'infermo si rende odioso con il suo comportamento e l'amico si ritrova a dover interpretare diversi ruoli per venire incontro alle esigenze del malato.

Nel finale sarà proprio Alberto a venire colpito da una confidenza che Bartolomeo gli rivela ingannato dal travestimento dell'amico, infatti saprà che il figlio primogenito è nato da una relazione della moglie con Bartolomeo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Eduardo De Filippo, Teatro (Volume secondo) - Cantata dei giorni dispari (Tomo primo), Mondadori, Milano 2005, pagg. 1307-1343 (con una Nota storico-teatrale di Paola Quarenghi e una Nota filologico-linguistica di Nicola De Blasi)
Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro