Aldo di Cillo Pagotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aldo di Cillo Pagotto, S.S.S.
arcivescovo della Chiesa cattolica
Template-Archbishop.svg
Unum corpus et unus spiritus
Titolo Paraíba
Incarichi attuali Arcivescovo emerito di Paraíba (dal 2016)
Incarichi ricoperti
Nato 16 settembre 1949 (68 anni) a San Paolo
Ordinato diacono 7 settembre 1977
Ordinato presbitero 7 dicembre 1977 dal vescovo José Eugênio Corrêa
Nominato vescovo 10 settembre 1997 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Consacrato vescovo 31 ottobre 1997 dall'arcivescovo Cláudio Hummes, O.F.M. (poi cardinale)
Elevato arcivescovo 5 maggio 2004 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)

Aldo di Cillo Pagotto (San Paolo, 16 settembre 1949) è un arcivescovo cattolico brasiliano, dal 6 luglio 2016 arcivescovo emerito di Paraíba.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Monsignor Aldo di Cillo Pagotto è nato a San Paolo il 16 settembre 1949 in una famiglia di origini italiane. Era cugino del defunto cardinale Agnelo Rossi.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Ha studiato filosofia e teologia nel seminario diocesano "Madonna del Rosario" di Caratinga e poi nel seminario "San Pio X" della stessa città appartenente però alla Congregazione del Santissimo Sacramento. Nel 1988 si è trasferito a Roma per studi e nel 1991 ha conseguito la teologia in teologia dogmatica ed il baccellierato in filosofia presso la Pontificia Università Gregoriana. Ha frequentato corsi di psicologia, un corso pratico sulla vita religiosa (CETESP), corsi sulla pastorale vocazionale e corsi di lingue (francese e latino).

Il 7 settembre 1977 è stato ordinato diacono e il 7 dicembre successivo è stato ordinato presbitero dal vescovo di Caratinga José Eugênio Corrêa. L'8 dicembre 1985 ha emesso i voti perpetui nella Congregazione del Santissimo Sacramento. È stato amministratore parrocchiale di Caputira e professore di teologia fondamentale al seminario diocesano di Caratinga dal 1978 al 1979, vicario parrocchiale in una parrocchia di Belo Horizonte dal 1981 al 1983, vicario parrocchiale della parrocchia di Santa Ifigênia a San Paolo dal 1983 al 1984, vicario parrocchiale della parrocchia di São Benedito a Fortaleza dal 1985 al 1988; professore di teologia fondamentale nell'ITEP, il seminario regionale NE 1 dal 1985 al 1988 e dal 1991 al 1995, vicario episcopale della regione metropolitana di Fortaleza dal 1992 al 1996, vice provinciale della Congregazione del Santissimo Sacramento dal 1995 al 1997 e vicario generale dell'arcidiocesi di Olinda e Recife per qualche mese nel 1997.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 settembre 1997 papa Giovanni Paolo II lo ha nominato vescovo coadiutore di Sobral. Ha ricevuto l'ordinazione episcopale il 31 ottobre successivo dall'arcivescovo metropolita di Fortaleza Cláudio Hummes, coconsacranti il vescovo di Sobral Walfrido Teixeira Vieira e quello di São Carlos Joviano de Lima Júnior. È succeduto alla medesima sede il 18 marzo 1998. Come vescovo è stato: incaricato della dimensione ecumenica nel regionale NE 1, membro della commissione pastorale della siccità nel NE 1, presidente del regionale NE 1 nella Conferenza nazionale dei vescovi del Brasile dal 2000 al 2004 e presidente della commissione per il servizio alla carità, giustizia e pace della Conferenza nazionale dei vescovi del Brasile.

Il 5 maggio 2004 papa Giovanni Paolo II lo ha nominato arcivescovo metropolita di Paraíba. Nel settembre del 2009 ha effettuato la visita ad limina.

Controversie, visita apostolica e dimissioni[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile del 2002 il pubblico ministero del Ceará ha accusato monsignor di Cillo Pagotto di aver costretto un gruppo di ragazzi a cambiare la loro testimonianza sul caso di abusi sessuali che vedevano coinvolto fra Luis Sebastião Thomaz, presunto autore di abusi sessuali nei confronti di ventuno ragazze a Santana do Acaraú. Nove delle presunte vittime sono state sottoposte a un apposito test medico e la polizia ha rivelato che una di loro aveva subito uno stupro e che due avevano avuto rapporti sessuali con il frate.

Attraverso un processo canonico l'arcidiocesi di Paraíba ha subito un intervento da parte della Santa Sede che ha nominato visitatore apostolico l'allora vescovo di Garanhuns Fernando José Monteiro Guimarães. I contenuti del processo e della relazione preparata dal visitatore non sono stati divulgati ma la Santa Sede ha sospeso le ordinazioni di nuovi diaconi e sacerdoti nell'arcidiocesi. Monsignor di Cillo Pagotto ha sollevato molte polemiche a causa del suo rapporto con lo spiritismo. Ha scritto la prefazione del libro sull'argomento di Severino Celestino. Ha poi creato scalpore tra i vescovi della Conferenza nazionale dei vescovi del Brasile quando ha accettato l'invito a partecipare ad un grande evento spiritista tenutosi a San Paolo. In un'intervista concessa a programma satellitare di spiritismo presentato da Alamar Régis Carvalho, monsignor di Cillo Pagotto ha detto che di aver letto "Paulo e Estevão", un'opera sullo spiritismo di Chico Xavier.

Il 6 luglio 2016 papa Francesco ha accettato la sua rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi. Secondo la stampa italiana, monsignor di Cillo Pagotto era sospettato di aver ospitato nella sua arcidiocesi sacerdoti e seminaristi di altre diocesi accusati di abuso sessuale di minori. La Santa Sede ha provveduto a nominare amministratore apostolico il vescovo emerito di Palmares Genival Saraiva de França per la gestione temporanea dell'arcidiocesi.

Nel luglio del 2016 era stata aperta una procedura investigativa penale volta a verificare le accuse di abusi sessuali da parte di padre João Pessoa e dello stesso monsignor di Cillo Il 10 novembre 2017 il Consiglio supremo del pubblico ministero della Paraíba ha deciso di archiviare l'inchiesta con voto unanime. Secondo l'atto di archiviazione, il sacerdote e l'arcivescovo sono stati accusati di avere rapporti sessuali con adolescenti al di sotto dei 14 anni. In esso si afferma anche che le accuse non sono state confermate. Secondo i dettagli forniti dal Consiglio supremo la procedura è stata mantenuta in tribunale, essendo la vittima minorenne al momento dell'apertura. La richiesta di archiviazione è stata fatta su richiesta del relatore del caso, il procuratore Francisco Sagres. Secondo il pubblico ministero, la denuncia era prescritta dal momento che l'adolescente presumibilmente abusato non aveva presentato alcuna denuncia fino all'età di 18 anni. All'epoca dei fatti la legislazione stabiliva nell'età di 18 anni il termine di prescrizione per segnalare abusi sessuali contro bambini e adolescenti. Il procedimento di indagine era stata avviata dopo un'indagine avviata dal procuratore del lavoro Eduardo Varandas nel luglio del 2016. A quel tempo il procuratore era venuto a conoscenza da parte di presunte vittime di casi di sfruttamento sessuale di bambini e adolescenti da parte di sacerdoti e seminaristi. Secondo il pubblico ministero della Paraíba la procedura potrebbe essere aperta qualora emergessero nuovi elementi investigativi.[1]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MP arquiva investigação contra dom Aldo e padres da PB suspeitos de abusos sexuais, in Paraíba, 13 novembre 2017. URL consultato il 13 novembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Sobral Successore BishopCoA PioM.svg
Walfrido Teixeira Vieira 18 marzo 1998 - 5 maggio 2004 Fernando Antônio Saburido, O.S.B.
Predecessore Arcivescovo metropolita di Paraíba Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Marcelo Pinto Carvalheria 5 maggio 2004 - 6 luglio 2016 Manoel Delson Pedreira da Cruz, O.F.M.Cap.