Carlo Chiarlo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo Chiarlo
cardinale di Santa Romana Chiesa
Carlo Chiarlo.jpg
Il futuro cardinale Chiarlo in una foto scattata il 14 dicembre 1926
Coat of arms of Carlo Chiarlo.svg
Lux mea Dominus
Incarichi ricoperti
Nato 4 novembre 1881, Pontremoli
Ordinato presbitero 28 maggio 1904
Nominato arcivescovo 12 ottobre 1928 da papa Pio XI
Consacrato arcivescovo 11 novembre 1928 dal cardinale Pietro Gasparri
Creato cardinale 15 dicembre 1958 da papa Giovanni XXIII
Deceduto 21 gennaio 1964, Lucca

Carlo Chiarlo (Pontremoli, 4 novembre 1881Lucca, 21 gennaio 1964) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Pontremoli il 4 novembre 1881. Compì gli studi teologici a Lucca nel seminario di San Michele e nel seminario arcivescovile. Fu ordinato sacerdote nel 1904 e dopo aver intrapreso la carriera diplomatica fu nominato arcivescovo titolare di Amida nel 1928. Fu nunzio apostolico in Bolivia, Costa Rica, Nicaragua, Panama ed infine in Brasile.

Papa Giovanni XXIII lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 15 dicembre 1958.

Morì il 21 gennaio 1964 all'età di 82 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze italiane[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— Roma, 17 dicembre 1953[1]

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila bianca (Governo polacco in esilio) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila bianca (Governo polacco in esilio)
— 20 febbraio 1951

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]