719. Infanterie-Division

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
719. Infanterie-Division
719th Infantry Division Logo.svg
Il simbolo tattico della 719. Infanterie-Division
Descrizione generale
Attiva 3 maggio 1941 - 8 maggio 1945
Nazione Germania Germania
Alleanza Potenze dell'Asse
Servizio Balkenkreuz.svg Heer (Wehrmacht)
Tipo divisione di fanteria
Battaglie/guerre Operazione Market Garden

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La 719. Infanterie-Division[1] (719ª Divisione di fanteria) fu un'unità della Wehrmacht operativa durante la seconda guerra mondiale, principalmente adibita alla sorveglianza delle coste olandesi e ai servizi di contraerea.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

TEATRI OPERATIVI DELLA 719. INFANTERIE-DIVISION
Luogo Periodo
Germania mag 1941 - giu 1941
Paesi Bassi giu 1941 - gen 1945
Germania sud-occidentale gen 1945 - mar 1945

La 719. Infanterie-Division ebbe origine il 3 maggio 1941 e le sue fila furono in costruzione fino a giugno quando, ormai completa, venne spostata a Dordrecht, nella regione olandese dei Paesi Bassi. L'unità stazionò in questa città sotto l'88º Corpo d'armata fino al settembre 1944, mese in cui venne inviata ad Anversa alle dipendenze della 1ª Armata paracadutisti. Dopo aver contrastato l'operazione Market Garden combattendo lungo il canale Mosa-Schelda a Barendrecht,[2] ad ottobre la 719. Infanterie-Division venne assegnata alla 15ª Armata, prima facente parte del Gruppo d'armate B e poi, a dicembre, del Gruppo d'armate H.[3]
Nel gennaio 1945 l'unità venne messa in riorganizzazione per essere schierata nella Saarland il mese successivo, dove si scontrò duramente con le forze Alleate prima di venire completamente distrutta a marzo.

La divisione fu ricostituita il 14 aprile 1945 dalla 19ª Armata nell'Alto Reno, e l'8 maggio i suoi componenti si arresero agli statunitensi presso Münsingen, in Svizzera.

Ordine di battaglia[modifica | modifica wikitesto]

1941

  • 723. Infanterie-Regiment (723º Reggimento di fanteria)
  • 743. Infanterie-Regiment
  • 663. Artillerie-Abteilung (663º Battaglione di artiglieria)
  • 719. Pionier-Kompanie (719º Compagnia del genio militare)
  • 719. Nachrichten-Kompanie (719º Battaglione comunicazioni)
  • 719. Versorgungseinheiten (unità di supporto)

1942

  • 723. Infanterie-Regiment
  • 743. Infanterie-Regiment
  • 663. Artillerie-Abteilung
  • 719. Divisionseinheiten

1943

  • 723. Grenadier-Regiment (723º Reggimento granatieri)
  • 743. Grenadier-Regiment
  • 663. Artillerie-Regiment
  • 719. Pionier-Bataillon
  • 719. Panzerjäger-Kompanie (719ª Compagnia cacciacarri)
  • 719. Nachrichten-Abteilung
  • 663. Feldersatz-Bataillon (663º Battaglione rimpiazzi)
  • 719. Versorgungseinheiten

1944

  • 723. Grenadier-Regiment
  • 743. Grenadier-Regiment
  • 766. Grenadier-Regiment
  • 719. Divisions-Füsilier-Bataillon (719º Battaglione fucilieri)
  • 1719. Artillerie-Regiment
  • 719. Pionier-Bataillon
  • 719. Divisionseinheiten

1945

  • 723. Grenadier-Regiment
  • 743. Grenadier-Regiment
  • 766. Grenadier-Regiment
  • 719. Füsilier-Bataillon
  • 1719. Artillerie-Regiment
  • 719. Pionier-Bataillon
  • 719. Panzerjäger-Abteilung
  • 719. Nachrichten-Abteilung
  • 719. Feldersatz-Bataillon
  • 719. Versorgungseinheiten

Comandanti[modifica | modifica wikitesto]

Nome Grado Inizio Fine Note
Erich Höcker Generalleutnant (Wehrmacht).svg Generalleutnant 3 maggio 1941 10 gennaio 1944
Max Horn Generalleutnant (Wehrmacht).svg Generalleutnant 10 gennaio 1944 15 febbraio 1944
Carl Wahle Generalmajor (Wehrmacht).svg Generalmajor 15 febbraio 1944 1º agosto 1944
Karl Sievers Generalleutnant (Wehrmacht).svg Generalleutnant 3 agosto 1944 3 ottobre 1944
Rudolf Goltzsch Wehrmach Lw Oberst 1945h.svg Oberst 3 ottobre 1944 10 ottobre 1944
Felix Schwalbe Generalleutnant (Wehrmacht).svg Generalleutnant 10 ottobre 1944 16 dicembre 1944
Heinrich Gäde Generalmajor (Wehrmacht).svgGeneralmajor 16 dicembre 1944 30 marzo 1945 Catturato dagli Alleati
Willy Seeger Generalleutnant (Wehrmacht).svg Generalleutnant 14 aprile 1945 8 maggio 1945

Dati tratti da:[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lo Heer utilizzava come ordinale nel numero delle sue divisioni il punto "." piuttosto che la ª.
  2. ^ (EN) Jason Pipes, 719. Infanterie-Division, in feldgrau.com. URL consultato il 4 mag 2010.
  3. ^ Unità della Wehrmacht, in okh.it. URL consultato il 4 mag 2010.
  4. ^ (EN) 719. Infanterie-Division, in axishistory.com. URL consultato il 4 mag 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]