William R. Forstchen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

William Robert Forstchen (Newark, 1950) è un docente e romanziere statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Newark nel New Jersey, dopo essersi laureato svolse diverse mansioni sino a quando nel 1978 riuscì ad ottenere un posto come insegnante in una scuola del Maine[1]. Conseguì il dottorato presso la Purdue University con specializzazione in storia militare, storia della guerra civile americana e storia della tecnologia. Attualmente è professore di storia al Montreat College di Montreat, Carolina del Nord[2]. Tra i suoi interessi c'è anche l'archeologia, ha preso parte a diverse spedizioni in Russia e Mongolia e nel 1998 ottenne una sovvenzione per compiere una spedizione di studio nella regione russa del Saratov[2]. Grande appassionato di volo, possiede un Aeronca L-3, un aereo da ricognizione usato dall'aviazione americana durante la Seconda guerra mondiale[1].

Attività letteraria[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la sua attività di scrittore nel 1983 e finora ha pubblicato una quarantina di romanzi e numerosi racconti brevi. La sua prima produzione letteraria era composta soprattutto da romanzi di fantascienza, successivamente cominciò a pubblicare romanzi con ambientazione storica e anche di storia alternativa.

Collaborò alla realizzazione di collane tratte da saghe fantasy e fantascientifiche celebri: nel 1994 fu l'autore del primo volume dei romanzi basati sul gioco di carte Magic: l'Adunanza, il libro si intitolava Arena. Tra il 1994 e il 1999 collaborò con altri autori alla creazione dei romanzi tratti dalla celebre serie di videogiochi Wing Commander. Nel 1999 pubblicò The Forgotten War opera ambientata nel mondo di Star Trek e parte della collana ispirata a Star Trek: The Next Generation.
Tra il 1987 e il 1995 scrisse la trilogia The Gamester Wars che comprendeva tutti gli elementi tipici della sua narrativa: la presenza di figure storiche, un contesto fantascientifico e il rapporto tra l'uomo e la tecnologia. Opera di transizione dalla fantascienza al contesto storico è stata la saga The Lost Regiment, iniziata nel 1990 e non ancora conclusa, che racconta le avventure di un reggimento dell'esercito dell'Unione che si ritrova catapultato in un mondo alieno[3].

Nel 2001 pubblicò We Look Like Men of War, opera basata sulla sua tesi di dottorato[4] in cui narrava le vicende di un giovane soldato afroamericano che combatté nella battaglia del cratere del 30 luglio 1864. Nel 2002 scrisse in collaborazione con Newt Gingrich il primo volume della trilogia di storia alternativa intitolata Gettysburg composta dal romanzo Gettysburg: A Novel of the Civil War, da Grant Comes East (2004) e da Never Call Retreat (2005). Il primo libro riscosse un grande successo ed entrò nella classifica dei bestseller del New York Times[5].

Nel 2009 pubblicò One Second After, un romanzo in cui narrava della vita in una cittadina americana colpita dagli effetti di una bomba elettromagnetica sganciata sopra gli Stati Uniti. Per realizzare il romanzo l'autore condusse una lunga serie di studi e di ricerche sugli impulsi elettromagnetici (EMP) e fu anche intervistato in diverse occasioni dalla rete televisiva Fox News in merito agli effetti di un possibile attacco condotto con armi di questo tipo[6]. Il libro ebbe un buon riscontro di pubblico ed entrò nella classifica dei bestseller redatta dal New York Times[7]. I diritti cinematografici dell'opera sono stati acquistati dalla Warner Bros. che ha intenzione di realizzare un film basato su di essa[8].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Ice Prophet[modifica | modifica wikitesto]

  • 1983 - Ice Prophet
  • 1984 - The Flame Upon the Ice
  • 1985 - A Darkness Upon the Ice

Gamester Wars[modifica | modifica wikitesto]

  • 1987 - The Alexandrian Ring
  • 1988 - The Assassin Gambit
  • 1993 - The Napoleon Wager

Star Voyager[modifica | modifica wikitesto]

  • 1994 - Star Voyager Academy
  • 1998 - Article 23
  • 1999 - Prometheus

Wing Commander[modifica | modifica wikitesto]

The Lost Regiment[modifica | modifica wikitesto]

  • 1990 - Rally Cry
  • 1991 - Union Forever
  • 1992 - Terrible Swift Sword
  • 1993 - Fateful Lightning
  • 1997 - Battle Hymn
  • 1998 - Never Sound Retreat
  • 1999 - A Band of Brothers
  • 1999 - Men of War
  • 2000 - Down to the Sea: A Novel of Lost Regiment

Gettysburg[modifica | modifica wikitesto]

Pacific War[modifica | modifica wikitesto]

Altri romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) About the Author, Forstchen.com.
  2. ^ a b (EN) William R. Forstchen Profile, Montreat College.
  3. ^ (EN) The Lost Regiment Series, ISFDB.com.
  4. ^ (EN) William Robert Forstchen - The 28th United States Colored Troops: Indiana's African Americans Go to War, 1863-1865, Purdue University e-Pubs.
  5. ^ (EN) The New York Times Best Seller List - 29 June 2003, Hawes.com.
  6. ^ (EN) One Second After, Onesecondafter.com.
  7. ^ (EN) The New York Times Best Seller List - 3 May 2003, Hawes.com.
  8. ^ (EN) John C. Wohlstetter, One Second Too Late: America's Fate?, The American Spectator.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 64140790 LCCN: no/94/020198