Villiam Vecchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Villiam Vecchi
WilliamVecchi.JPG
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore dei portieri (ex portiere)
Carriera
Giovanili
Milan Milan
Squadre di club1
1967-1974 Milan Milan 46 (-?)
1974-1976 Cagliari Cagliari 26 (-?)
1976-1981 Como Como 147 (-?)
1981-1982 SPAL SPAL 33 (-?)
Nazionale
Italia Italia U-21
Italia Italia U-23
9 (-?)
4 (-?)
Carriera da allenatore
1987-1988 Reggiana Reggiana Vice
1995-1996 Reggiana Reggiana Portieri
 ???? Genoa Genoa Portieri
1996-1998 Parma Parma Portieri
1999-2001 Juventus Juventus Portieri
2001-2010 Milan Milan Portieri
2010-2013 Milan Milan Portieri Allievi
2013- Real Madrid Real Madrid Portieri
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 17 luglio 2013

Villiam[1][2] Vecchi, spesso scritto anche William (Scandiano, 28 dicembre 1948), è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo portiere.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

La formazione della Nazionale olimpica che partecipò ai Giochi del Mediterraneo del 1968. Vecchi è il secondo in piedi da sinistra tra Pietro Anastasi e Mario Fara.

Cresciuto nel Milan all'ombra di Fabio Cudicini, divenne titolare nella stagione 1972-1973, la prima dopo il ritiro del collega di reparto, alternandosi tra i pali con Pierangelo Belli. Fu negli undici di partenza a Salonicco nella finale di Coppa delle Coppe contro il Leeds United, difendendo fino all'ultimo il vantaggio milanista con vari interventi decisivi. Giocò anche la finale di Coppa Italia 1972-1973 disputata contro la Juventus, neutralizzando i tiri di rigore di Pietro Anastasi e Roberto Bettega nella serie finale di rigori a seguito del risultato di parità.

Lasciò il Milan al termine della stagione 1973-1974, passando al Cagliari nel 1974-1975. Difese la porta isolana per una stagione alternandosi con Renato Copparoni mentre l'anno successivo (1975-1976) un infortunio alla mano gli costò un lungo stop.[senza fonte]

Nel 1976-1977 si trasferì al Como, in cui militò per cinque anni; la squadra lariana, grazie anche al suo apporto, riconquistò la Serie A nel 1980-1981.

Nel 1981-1982 si trasferì alla SPAL, dove ha concluso la carriera agonistica intraprendendo successivamente l'attività di preparatore di portieri, che lo fece nuovamente approdare al Milan.

Dal luglio 2010, dopo aver allenato per un decennio i portieri della prima squadra del Milan, passa ad allenare i portieri degli Allievi Nazionali, nel settore giovanile rossonero.[3]

Nell'estate del 2013 ritorna a far parte dello staff tecnico di Carlo Ancelotti, questa volta al Real Madrid.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 1967-1968
Milan: 1971-1972, 1972-1973
Como: 1979-1980
Como: 1978-1979

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 1968-1969
Milan: 1967-1968, 1972-1973
Milan: 1969

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco Illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005, pp. 719, 735.
  2. ^ Società e Calciatori - Milan - Staff tecnico, lega-calcio.it. URL consultato il 6 ottobre 2010.
  3. ^ Settore Giovanile | AC Milan

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Dizionario del Calcio italiano (Marco Sappino – Baldini & Castoldi – 2000)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]