Vestito per uccidere (film 1946)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vestito per uccidere
Basil Rathbone-Edmund Breon in Dressed to Kill.jpg
Sherlock Holmes (Basil Rathbone), ascolta la melodia del carillon in casa di 'Stinky' Emery (Edmond Breon)
Paese di produzione USA
Anno 1946
Durata 72 min
Colore bianco e nero
Audio sonoro
Genere giallo, thriller
Regia Roy William Neill
Soggetto Arthur Conan Doyle (racconto)
Frank Gruber
Leonard Lee
Produttore Universal Pictures
Produttore esecutivo Roy William Neill
Casa di produzione Universal Studios
Distribuzione (Italia) 1946
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Riedizione TV:

Vestito per uccidere[1] (Dressed to Kill), noto in Italia anche come Sherlock Holmes e il mistero del carillon per la versione home video e noto nelle versioni inglesi come Prelude to Murder o Sherlock Holmes and the Secret Code, è un film del 1946 per la regia di Roy William Neill, quattordicesima e ultima pellicola gialla basata sul personaggio di Sherlock Holmes della serie interpretata dalla coppia Basil Rathbone-Nigel Bruce e prodotta da Universal Studios.

È liberamente ispirato al racconto L'avventura dei sei napoleoni (The Adventure of the Six Napoleons), una delle storie contenute nella raccolta Il ritorno di Sherlock Holmes (1905) di Arthur Conan Doyle, ma trae spunti e citazioni anche da Uno scandalo in Boemia del medesimo autore.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Tre carillon economici (ciascuno che suona una parte differente della canzone "The Swagman"), realizzati nella Prigione di Dartmoor, sono venduti ad una locale casa d'aste. Ad ogni modo, una gang criminale è determinata a recuperarli tutti e tre, anche a costo di commettere degli omicidi. Sherlock Holmes cerca di recuperare i crillon e scoprire il segreto del perché siano così ricercati dai malviventi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fabio Giovannini, Marco Zatterin, Sherlock Holmes: indagine su un mito centenario, EDIZIONI DEDALO, 1987, p. 131, ISBN 978-88-220-4524-9.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • David Stuart Davies, Holmes of the Movies, New English Library, 1976, ISBN 0-450-03358-9.