The Fragile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Fragile
Artista Nine Inch Nails
Tipo album Studio
Pubblicazione 21 settembre 1999
Durata 103 min : 38 s (CD)
112 min: 20 sec (12")
106 min: 25 sec(CS)
Dischi 2 CD, 3 vinili, 2 musicassette
Tracce 23
Genere Industrial metal
Industrial
Etichetta Nothing Records
Produttore Trent Reznor, Alan Moulder
Registrazione Nothing Studios, New Orleans
Certificazioni
Dischi di platino 2
Nine Inch Nails - cronologia
Album precedente
(1995)
Album successivo
(2000)

The Fragile (anche noto come Halo Fourteen) è un doppio album dei Nine Inch Nails pubblicato nel 1999 su CD, vinile e musicassetta. The Fragile è la quattordicesima pubblicazione ufficiale del gruppo e la quarta uscita principale.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

The Fragile presenta un ricco campionario di ritmiche elettroniche, rumori ambient e chitarre pesanti. L'album ricevette numerosi elogi da parte della critica ma non raggiunse lo stesso successo commerciale del precedente The Downward Spiral. Molti hanno col tempo attribuito ciò al diverso clima musicale presente nel 1999 rispetto al 1994 e alla scarsa promozione del disco da parte della Interscope Records. L'artwork del disco, inclusa la copertina, furono ideati da David Carson.

The Day the World Went Away fu il primo singolo estratto da The Fragile, pubblicato diversi mesi prima dell'album. La b-side "Starfuckers, Inc." fu inclusa nel disco in un secondo momento, e divenne anch'essa un video e un singolo. Reznor descrisse così The Fragile in una intervista del 1999:

« “C'è un tema generale dell'album che racconta di fallimenti, di cose che in qualche modo finiscono a pezzi. Cercando di rimanere fedele all'idea di fare tutto in modo che suonasse impuro, ho scelto di usare strumenti a corde, che per loro natura sono imperfetti. Anche se potrebbe non suonare così, la maggior parte dell'album è in effetti chitarre - incluso i suoni orchestrali e le strane linee melodiche. Quando siamo arrivati a strumenti che non sapevo davvero come si suonassero - come l'ukulele o la slide guitar - siamo riusciti a tirare fuori alcuni suoni molto interessanti facendo dello studio lo strumento principale.”[1] »
(Trent Reznor)

Dal punto di vista narrativo, The Fragile è il seguito non dichiarato di The Downward Spiral. Qui Reznor confronta i testi dei due album:

« “Volevo che questo album suonasse come una diretta conseguenza di questa situazione, di qualcuno che lotta per cercare di ricostruire quello che ha perso. Downward Spiral raccontava la rimozione di vari strati fino a raggiungere una nuda, amara conclusione. Questo disco inizia dalla fine, poi cerca di creare ordine dal caos, ma non ci riesce mai. Probabilmente è un disco ancora più nero perché si conclude lì dove era iniziato - [con] la stessa sensazione.”[2] »
(Trent Reznor)

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutti le canzoni sono di Trent Reznor, tranne indicazioni.

Versione in CD[modifica | modifica wikitesto]

Disco 1 (sinistra)[modifica | modifica wikitesto]

  1. Somewhat Damaged (Trent Reznor/Danny Lohner) – 4:31
  2. The Day the World Went Away – 4:33
  3. The Frail – 1:54
  4. The Wretched – 5:25
  5. We're in This Together – 7:16
  6. The Fragile – 4:35
  7. Just Like You Imagined – 3:49
  8. Even Deeper (Trent Reznor/Danny Lohner) – 5:47
  9. Pilgrimage – 3:31
  10. No, You Don't – 3:35
  11. La Mer – 4:37
  12. The Great Below – 5:17

Disco 2 (destra)[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Way Out Is Through (Trent Reznor/Keith Hillebrandt/Charlie Clouser) – 4:17
  2. Into the Void – 4:49
  3. Where Is Everybody? – 5:40
  4. The Mark Has Been Made – 5:15
  5. Please – 3:30
  6. Starfuckers, Inc. (Trent Reznor/Charlie Clouser) – 5:00
  7. Complication – 2:30
  8. I'm Looking Forward to Joining You, Finally – 4:13
  9. The Big Come Down – 4:12
  10. Underneath It All – 2:46
  11. Ripe (With Decay) – 6:34

Versione in vinile[modifica | modifica wikitesto]

Disco 1[modifica | modifica wikitesto]

  1. Somewhat Damaged (Trent Reznor/Danny Lohner) – 4:31
  2. The Day the World Went Away – 5:01
  3. The Frail – 1:54
  4. The Wretched – 5:36
  5. We're in This Together – 7:17
  6. The Fragile – 4:35
  7. Just Like You Imagined – 3:49
  8. Even Deeper (Trent Reznor/Danny Lohner) – 6:14

Disco 2[modifica | modifica wikitesto]

  1. Pilgrimage – 3:41
  2. No, You Don't – 3:35
  3. La Mer – 5:02
  4. The Great Below – 5:17
  5. The Way Out Is Through (Trent Reznor/Keith Hillebrandt/Charlie Clouser) – 4:17
  6. Into the Void – 4:49
  7. Where Is Everybody? – 5:40
  8. The Mark Has Been Made – 4:43

Disco 3[modifica | modifica wikitesto]

  1. 10 Miles High – 5:13
  2. Please – 3:30
  3. Starfuckers, Inc. (Trent Reznor/Charlie Clouser) – 5:00
  4. Complication – 2:30
  5. The New Flesh – 3:40
  6. I'm Looking Forward to Joining You, Finally – 4:20
  7. The Big Come Down – 4:12
  8. Underneath It All – 2:46
  9. Ripe – 5:15

Versione in audiocassetta[modifica | modifica wikitesto]

Nastro 1[modifica | modifica wikitesto]

  1. Somewhat Damaged (Trent Reznor/Danny Lohner) – 4:31
  2. The Day the World Went Away – 4:33
  3. The Frail – 1:54
  4. The Wretched – 5:25
  5. We're in This Together – 7:16
  6. The Fragile – 4:35
  7. Just Like You Imagined – 3:49
  8. Even Deeper (Trent Reznor/Danny Lohner) – 5:47
  9. Pilgrimage – 3:31
  10. No, You Don't – 3:35
  11. La Mer – 4:37
  12. The Great Below – 5:17

Nastro 2[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Way Out Is Through (Trent Reznor/Keith Hillebrandt/Charlie Clouser) – 4:17
  2. Into the Void – 4:49
  3. Where Is Everybody? – 5:40
  4. The Mark Has Been Made – 5:15
  5. Please (+appendage) – 6:19
  6. Starfuckers, Inc. (Trent Reznor/Charlie Clouser) – 5:00
  7. Complication – 2:30
  8. I'm Looking Forward to Joining You, Finally – 4:13
  9. The Big Come Down – 4:12
  10. Underneath It All – 2:46
  11. Ripe (With Decay) – 6:34

Formazione live[modifica | modifica wikitesto]

Anche in quest'album come nei precedenti buona parte degli strumenti sono suonati dallo stesso Trent Reznor durante le registrazioni. Quella che segue è la formazione dei NIN durante i tour che seguirono l'uscita dell'album: Fragility v1.0 e Fragility v2.0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 21 agosto 1999 Ultimo accesso 15 aprile, 2007.
  2. ^ Nine Inch Nails: A Ransom Review Ultimo accesso 15 aprile, 2007.
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock