Stronghold Crusader

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stronghold Crusader
Stronghold Crusader.png
Spadaccini arabi assediano un castello difeso da arcieri
Sviluppo Firefly Studios
Pubblicazione Take Two Interactive, Gathering of Developers
Serie Stronghold
Data di pubblicazione 2002
Genere Strategia in tempo reale
Tema Medioevo
Modalità di gioco Giocatore singolo, multigiocatore
Piattaforma Microsoft Windows
Supporto 1 CD
Requisiti di sistema 300 MHz CPU,
64MB RAM,
850 MB HD
Periferiche di input Mouse, tastiera

Stronghold Crusader è un videogioco di strategia in tempo reale ambientato nel Medioevo. È lo spin-off del famoso Stronghold, realizzati entrambi da Firefly Studios e Take 2.

Realizzato nel 2002, Crusader riscosse subito un grande plauso fra i fan del precedente capitolo[senza fonte]. Come Stronghold, anche Crusader è ambientato nel Medioevo ma questa volta siamo in Medio Oriente, a combattere le Crociate. Vengono così introdotti nuovi personaggi (legati perlopiù agli Arabi, anche se pure per i Cristiani c'è un nuovo personaggio, Riccardo Cuor di Leone), nuove ambientazioni (il deserto, dove i giocatori possono situare le piantagioni solo nelle oasi) e nuovi guerrieri, gli Arabi, che possono essere utilizzati anche dai Cristiani.

Campagne[modifica | modifica sorgente]

Diversamente da Stronghold, Crusader ha due tipologie di campagne militari: nella prima, il giocatore deve farsi avanti in una serie di scenari contro vari nemici e al fianco di vari alleati fino a giungere alla battaglia finale a Gerusalemme. Altrimenti ci sono le campagne classiche, ognuna rappresentante una crociata.

Nella prima campagna il giocatore è al comando delle forze cristiane in marcia per conquistare la Città Santa. Serve principalmente per far comprendere al giocatore le tecniche basilari di Crusader: non vi sono, infatti, missioni particolarmente difficili.

Nella seconda campagna, che si svolge nella seconda crociata, il giocatore è al comando delle forze arabe di Saladino che combattono per riconquistare Gerusalemme. La campagna si svolge esclusivamente con le forze arabe e serve per prendere confidenza con queste.

Nella terza campagna siamo nuovamente al comando dei cristiani e questa volta le missioni sono più difficili. Il giocatore apprende così le migliori tecniche da combattimento contro gli Arabi.

L'ultima campagna, la quarta crociata, si svolge contro gli avversari classici di Stronghold: il Ratto (Duca de Puce), il Serpente (Duca Beauregard), il Maiale (Duca Truffe) e il Lupo (Duca Volpe), che questa volta incontriamo come signorotti locali intenti a spartirsi la Terra Santa.

Inoltre ci sono cinquanta missioni da fare in successione con risorse e nemici variabili.

I personaggi[modifica | modifica sorgente]

Il Lord[modifica | modifica sorgente]

Come in Stronghold, il lord rappresenta il giocatore ed il signore del castello. La sua morte implica la sconfitta nella battaglia. Diversamente da Stronghold, in Crusader si può far compiere pochi e ristretti movimenti al lord, mentre nel suo predecessore il Lord si può spostare solamente sulla fortezza. Comunque la sua mobilità verrà successivamente perfezionata solo in Stronghold 2.

Duca de Puce, il Ratto[modifica | modifica sorgente]

Signorotto locale poco esperto in economia e assai goffo in battaglia, prende con estremo divertimento le guerre che si trova a combattere e non ha coscienza della gestione di un castello, che costruisce su pianta poligonale, quasi un labirinto, con mura indifese e facilmente assalibili. Essendo il nemico più debole, arruola solo arcieri e lancieri. Per sconfiggere il Ratto non serve una grande strategia militare. In effetti arruolare anche solo pochi cavalieri migliorerà drasticamente la posizione, poiché il Ratto utilizza soprattutto lanceri che potrebbero dare qualche fastidio. Usando un buon numero di arcieri o truppe di fanteria, non ci saranno problemi a difendersi dagli attacchi frequenti dei lanceri.

Duca Beauregard, il Serpente[modifica | modifica sorgente]

Similmente al Ratto, anche questo signorotto gestisce con poca serietà il proprio castello. Le sue forze sono costituite per lo più da mercenari arabi che effettuano pericolosi attacchi a tradimento. Fa un uso smodato del fossato, ma le mura del suo castello sono facilmente espugnabili. Esso è infatti costruito su pianta irregolare, solitamente a S e a volte alcune parti delle mura mancano in quanto sostituite da un fossato. La sua economia si basa su uno scarso utilizzo di legname e di frutta, ma utilizza pochissimo le risorse minerarie. I soldati adoperati dal Serpente sono gli arcieri, gli schiavi, i lanceri, i genieri, gli arcieri arabi e i frombolieri. Il modo migliore per proteggersi dal Serpente è quello di arruolare una truppa di arcieri a cavallo arabi che tengano a bada i continui attacchi degli schiavi da lui inviati a distruggere gli edifici nemici. Per attaccarlo, è consigliabile usare sempre gli arcieri arabi a cavallo per eliminare gli arcieri nemici. Poi aprirsi un piccolo varco nel fossato con degli schiavi, entrare nel castello e ucciderlo.

Duca Truffe, il Maiale[modifica | modifica sorgente]

Questo grasso signorotto locale non è un abile sovrano, ma ama la battaglia, anche se ciò può essere uno svantaggio, poiché invia le proprie forze all'attacco anche quando è in minoranza. Non è il miglior difensore di un castello, ma non si può neanche dire che sia molto facile entrarvi. La sua fortezza è a pianta quadrilatera, e posiziona una grande torre quadrata dove racchiude la maggior parte dei balestrieri. A differenza del Ratto e del Serpente, sa mantenere un assedio su vasta scala. Egli annovera mazzieri, balestrieri e genieri (questi ultimi solo in caso di assedio). Per sconfiggere il Maiale occorre tenere a bada la sua voglia di guerra. I suoi balestrieri, radunati solitamente nelle campagne, sono una spina nel fianco per l'economia degli avversari, dato che essi gironzolano per le oasi, a difendere le mucche. In questo caso gli arcieri arabi a cavallo sono quasi inefficaci e mandarli contro i balestrieri sarebbe mandare delle persone a morte sicura, dato che i dardi delle balestre non sono sopportabili da un arciere a cavallo. In questo caso, quindi, sarà meglio arruolare dei cavalieri crociati, che, agendo velocemente, faranno spazio dai balestrieri. Attaccare la fortezza del Maiale non sarà molto facile, sempre per via dei balestrieri.

Duca Volpe, il Lupo[modifica | modifica sorgente]

Decisamente il più pericoloso e il più forte fra i signori, costruisce fortezze immense e poderose e allestisce eserciti molto forti. Tuttavia, è molto prudente e attende il momento opportuno prima di lanciarsi all'attacco. Il suo castello si renderà sempre più inespugnabile (se gli si concedono tempo e risorse economiche), perché le sue quadruple file di mura e i suoi fossati impediranno di penetrare nel suo regno. A proteggere ulteriormente i suoi domini sono le file di baliste arabe e di trabocchi, che ostacolano il passaggio delle macchine d'assedio.

Il suo esercito è composto da:

  • Arcieri
  • Balestrieri
  • Arcieri a cavallo Arabi
  • Arcieri arabi
  • Spadaccini
  • Picchieri
  • Ingegneri (utilizza molto il trabocco e la balista)

Consigli per sconfiggerlo: Il Lupo è da considerarsi il più forte nemico, a volte; anche se a volte togliergli il tempo lo guasterà per sempre. Per questo è sempre da tenere sotto controllo con dei cavalieri, sia arabi che cristiani, per non dargli tempo di organizzare un esercito imponente (come farà con il tempo). Poi saranno gli ingegneri a fare il resto (a penetrare nel castello, si intende).

Riccardo Cuor di Leone[modifica | modifica sorgente]

Potente sovrano dell'Inghilterra, è il leader dei Cristiani. Sa molto bene come gestire l'economia del suo castello e predispone sempre con la massima cura i propri assedi. La sua fortezza non è difesa al livello del Lupo, ma le sue torri quadrate (difese da baliste e da mangani) non saranno facilmente distruggibili. Gli assedi di Riccardo Cuor di Leone sono tra i più efficaci e la sua esperienza sul campo di battaglia si mostrerà come una spina nel fianco per i suoi nemici. Inoltre è l'unico signore che utilizza gli scavatori, e ciò sarà molto devastante per i suoi nemici. Dopo il Lupo, Cuor di Leone è il secondo nemico più potente, a parità di denaro. Il suo castello è costruito su una pianta quadrilatera (o quadrata o rettangolare, a seconda del personaggio) e le sue mura sono abbastanza spesse.

Il suo reale e imponente esercito è così formato:

  • Spadaccini
  • Picchieri
  • Arcieri
  • Ingegneri
  • Scavatori

Consigli per la sua sconfitta: Riccardo è (relativamente) il secondo signore più forte e pericoloso, insieme al Saladino. Ci vuole una grande abilità per difendersi da Riccardo, dato la sua determinazione e la sua astuzia nel campo degli assedi. Quindi prima è meglio difendersi da lui (con mangani, baliste arabe e cristiane, pozzi di pece...) e dopo si attacca.

Saladino[modifica | modifica sorgente]

Carismatico e saggio signore degli Arabi, è probabilmente colui che conosce alla perfezione come gestire al meglio l'economia del proprio castello. Non ama combattere, ma quando attacca attende sempre il momento opportuno e tenta di colpire da una posizione di superiorità e di vantaggio. La sua benevolenza ha un limite, per questo non è da consigliarsi prendere sotto gamba la sua abilità e la sua furbizia. Come tutti gli economisti, punta molto sulle risorse locali e ciò sarà il suo punto di forza, la sua ricchezza. Inoltre è particolarmente bravo a riformare un esercito e quasi mai sarà al verde con i soldi, grazie alle risorse che sfrutta. Il suo castello è a pianta quadratica ed è protetto ulteriormente da spesse file di mura, da torri rotonde, da arcieri e da lanciatori di fuoco arabi.

Arruola questi soldati:

  • Arcieri a Cavallo Arabi
  • Arcieri arabi
  • Spadaccini arabi
  • Schiavi
  • Assassini
  • Ingegneri
  • Lanciatori di fuoco arabi.

Consigli per la sua sconfitta: Il Saladino è il più grande condottiero arabo delle crociate, e in Stronghold viene considerato tra i signori più potenti. Essendo un economista serio e pronto, arruola un esercito difensivo molto preparato e i suoi ingegneri costruiscono mangani, baliste, catapulte. Per sconfiggerlo si deve rivolgere la sua arma più potente contro di lui: gli ingegneri. Con essi, dopo avergli sfondato le mura, si potrà penetrare nel suo regno e mandare avanti la fanteria. Un'altra tattica, invece, è quella di impedire il progresso della sua economia, ostacolando la creazioni di attività di estrazione, la raccolta di cibo e lo sfruttamento del legname. In questo modo (utilizzato nel medioevo) famoso, si riuscirà a mettere in ginocchio le forze di egli e, soprattutto senza legname, non potrà più arruolare soldati. Oppure con un po' di fortuna e velocità, mandare degli schiavi e bruciare gli edifici all'esterno del suo castello, e dopo il fuoco penserà al resto, è meglio se questa tecnica la attuate durante un attacco a Saladino.

Il Sultano[modifica | modifica sorgente]

Sovrano locale, preferisce crogiolarsi fra gli allori, comporre poesie ed indire feste, piuttosto che lanciarsi in combattimento; per questo, il suo castello risulta scarsamente difeso anche se il suo popolo gli è estremamente fedele.

Arruola questi soldati:

  • Arcieri Arabi
  • Frombolieri
  • Spadaccini Arabi
  • Lanciatori di fuoco arabi.

Consigli per la sconfitta: mandate contro il suo piccolo castello una trentina di Arcieri a Cavallo Arabi per neutralizzare i frombolieri e gli arcieri: sarà il primo passo verso la sua disfatta. Per velocizzare la sua sconfitta basta mandare una buona quantità di Assassini che penetreranno nelle sue mura sconfiggendo i pochi spadaccini arabi che recluta e successivamente togliere di mezzo il Lord. Il suo castello (di forma circolare) è di facile preda. Come alleato è molto generoso, in quanto dona la maggior parte di quello che gli si chiede.

Il Califfo[modifica | modifica sorgente]

Sovrano arabo, se riesce ad imporre il proprio dominio con il pugno di ferro sulla sua gente, rappresenterà sempre una dolorosa spina nel fianco. Costruisce castelli piccoli ma ben difesi e attacca costantemente, per impedire al nemico di organizzarsi al meglio.

Come alleato adotta spesso un comportamento egoistico e poco collaborativo: soccorre raramente gli alleati, chiede continuamente di inviare materiali, ma spesso si rifiuta di ricambiare.

Arruola questi soldati:

  • Arcieri Arabi
  • Spadaccini Arabi
  • Arcieri a Cavallo Arabi
  • Schiavi
  • Ingegneri (usa soprattutto la balista)

Consigli per la sua sconfitta: create tante catapulte, e portatele fuori dalla portata di tiro degli arcieri, a quel punto fate fuoco e abbattete le sue torri, poi mandate pochi schiavi, e attirate l'attenzione dei pochi arcieri con focolai rimasti, così da far scattare le sue trappole di pece, quindi mandategli contro dei soldati veloci (come i mazzieri) che entrino nelle mura prima che sia capace di riorganizzare la struttura della sua fortezza per sconfiggere il Lord. Inoltre, dato che costruisce castelli dalla pianta piuttosto piccola, gli edifici interni sono molto vicini, e infiammandoli con delle balestre di fuoco scatenerete il panico nel castello.

Consiglio universale: benché questa tecnica non sia "cavalleresca", sta tutto nel chiudere i cancelli nemici con delle capanne del falegname, la probabile conseguenza è che il nostro nemico andrà in crisi, e sarà costretto a distruggere le sue torri e portoni.

I nomi[modifica | modifica sorgente]

Se in una partita si presentano più personaggi dello stesso tipo (ad esempio, due Ratti, due Califfi e così via) essi assumono una denominazione differente per essere contraddistinti. Seguono i vari nomi dei personaggi:

  • Ratto
    • Duca de Puce
    • Ratto "l'Ermellino"
    • Ratto "la Donnola"
    • Ratto "il Furetto"
    • Duca Camembert
    • Duca Souris
    • Duca Morceaux
  • Serpente
    • Duca Beauregard
    • Duca Anaconda
    • Conte Doubletongue
    • Duca Vipertooth
    • Duca Poisonbery
    • Lord Python
    • Conte Diamondblack
  • Maiale
    • Duca Truffe
    • Duca di Pigsbury
    • Maiale "Maiale"
    • Maiale "Vecchio Cinghiale"
    • Conte di Bacon
    • Barone Von Bloater
    • Barone di Hogbotton
  • Lupo
    • Duca Volpe
    • Lord Fairfang
    • Lord Lupus
    • Conte Redclaw
    • Lord Crackborne
    • Lord Howlingltop
    • Lord Greyback
  • Cuor di Leone
    • Riccardo I
    • Riccardo II
    • Riccardo III
    • Riccardo IV
    • Riccardo V
    • Riccardo VI
    • Riccardo VII
  • Saladino
    • il Saggio
    • il Giusto
    • il Buono
    • il Magnanimo
    • il Magnifico
    • l'Onorevole
    • il Nobile
  • Califfo
    • lo Scorpione
    • lo Sciacallo
    • il Cammello
    • l'Avvoltoio
    • l'Insaziabile
    • la Iena
    • il Topo del Deserto
  • Sultano
    • Abdul
    • Ahmed
    • Mustafà
    • Hashim
    • Karim
    • Malik

Easter egg[modifica | modifica sorgente]

Giocando una partita il 25 dicembre, giorno di Natale, si riceve un augurio di buone feste da parte degli avversari controllati dal computer.

Stronghold Crusader 2[modifica | modifica sorgente]

Stronghold Crusader 2 è stato annunciato dal team Firefly Studios. L'uscita del gioco è prevista per il tardo 2013 su piattaforma PC.http://multiplayer.it/notizie/107901-stronghold-crusader-2-stronghold-crusader-2-annunciato-per-il-2013.html Il nuovo capitolo vanterà una nuova interfaccia grafica, modifiche all'engine, nuove inquadrature, effetti, animazioni e una nuova fisica in tempo reale.

Stronghold Warchest[modifica | modifica sorgente]

Stronghold Warchest è una raccolta che comprende Stronghold e Stronghold Crusader.
Uscito solo negli USA, il gioco non presenta nuove caratteristiche rispetto ai suoi predecessori (a parte nuove mappe, nuove missioni nella campagna Crusader e personaggi come: Emir, Marshal, Abbot, Wazir, Nizar, Sheriff, King Phillip, Emperor Frederick, questi ultimi tre si trovano gratuitamente sul web), ma permette di giocare sia con il primo che con il secondo titolo.