Stazione di London King's Cross

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 51°31′55.74″N 0°07′24.05″W / 51.53215°N 0.123347°W51.53215; -0.123347

bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati del termine, vedi King's Cross.
Facciata principale di London King's Cross

La stazione di London King's Cross è una stazione ferroviaria e metropolitana di Londra (Regno Unito), sita nel distretto di Camden. Si trova adiacente alla stazione di London St.Pancras e vicina alla nuova British Library.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Modello illustrante la stazione di London St Pancras (a sinistra) e quella adiacente di King's Cross (a destra).

La stazione è stata aperta il 14 ottobre 1852. È stata colpita dagli attentati terroristici del 7 luglio 2005, rivendicati da terroristi di al-Qaida.

Simbolo[modifica | modifica sorgente]

Molte grandi stazioni di Londra posseggono un simbolo, compreso in un cerchio, che rimanda più o meno al nome dello scalo stesso: quello di King's Cross rappresenta una grande "X" (croce – cross – di sant'Andrea) con sopra una corona (disegno bianco in campo rosso).

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

L'interno della stazione, con un treno ad alta velocità della GNER

Da King's Cross partono treni per le principali città situate alle regioni di East Anglia, Yorkshire and the Humber e Nord Est, e nella Scozia, tra cui Cambridge, Peterborough, York, Darlington, Durham, Hull, Newcastle, Leeds, Edimburgo, Glasgow, Dundee e Aberdeen.

Metropolitana[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi King's Cross St. Pancras (Metropolitana di Londra).

La stazione metropolitana, comune a quella di St.Pancras e chiamata King's Cross-St.Pancras, serve numerose linee:

Letteratura e Filmografia[modifica | modifica sorgente]

La signora omicidi (The Ladykillers)[modifica | modifica sorgente]

La stazione, le strade circostanti e la funzione di approccio ferroviario sono di spicco nel film-commedia del 1955 The Ladykillers (La signora omicidi in italiano). Nella storia, una banda ruba un furgone di sicurezza nei pressi della stazione e la signora Wilberforce, un'anziana vedova in una casa con vista sulla ferrovia, assiste involontariamente in movimento i proventi attraverso la stazione.

Harry Potter[modifica | modifica sorgente]

Il binario 9¾ alla stazione di London King's Cross

Nella saga letteraria di Harry Potter e nei relativi film tratti da essa, la stazione di King's Cross assume un ruolo chiave: costituisce il punto di partenza e di arrivo di tutte le storie descritte nei primi sei libri della serie e, parimenti, è l'ingresso ufficiale nel mondo fantastico creato dalla scrittrice J. K. Rowling; in essa viene mostrata l'esistenza di un binario segreto, ovvero il binario 9¾, posto tra il 9 ed il 10 ed al quale si accederebbe oltrepassando una barriera di mattoni permeabile ai maghi solo quando sta per partire o arrivare l'Hogwarts Express, il treno a vapore diretto alla scuola di magia.

Pietra Filosofale[modifica | modifica sorgente]

Harry si fa accompagnare alla stazione dagli zii, i signori Dursley (nel film viene invece accompagnato da Hagrid), ma all'inizio non trova il binario. Chiede informazioni a un ufficiale, ma questi pensa che Harry lo stia prendendo in giro. Avvicinatosi a un gruppo di persone alle quali ha sentito pronunciare la parola Babbani, Harry si unisce alla famiglia Weasley e, passando attraverso la barriera tra i binari 9 e 10, raggiunge il binario 9¾] per prendere l'Hogwarts Express.

Camera dei Segreti[modifica | modifica sorgente]

Harry e Ron si lanciano verso la barriera tra i binari 9 e 10 per raggiungere il binario 9¾, ma questa è stata bloccata dall'elfo domestico Dobby, che vuole impedire ad Harry di tornare ad Hogwarts, così i ragazzi si schiantano contro il muro e perdono l'Espresso, ricorrendo alla macchina voltante del signor Weasley per raggiungere la scuola di magia e stregoneria.

Doni della Morte[modifica | modifica sorgente]

Nell'ultimo capitolo della saga del maghetto, Harry si ritrova insieme al professor Silente nella stazione di King's Cross, ora avvolta da una fitta nebbia e da un manto misterioso. In quel momento Harry è stato appena colpito dall'Anatema-Che-Uccide scagliato da Voldemort e riapre gli occhi, nudo, sul pavimento della stazione. La scena è una sequenza immaginaria, presumibilmente un limbo tra la vita e la morte. King's Cross appare anche nell'epilogo del libro, in cui i protagonisti principali (ovvero Harry, Hermione e Ron) accompagnano i figli a prendere l'Espresso per Hogwarts. Questa scena si svolge diciannove anni dopo la Battaglia.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Londra - Principali stazioni ferroviarie Eurostar a London Waterloo

Blackfriars | Cannon Street | Charing Cross | Euston | Fenchurch Street | King's Cross | Liverpool Street | London Bridge | Marylebone | Moorgate | Paddington | St Pancras | Victoria | Waterloo