Spandau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Spandau (disambigua).
Spandau
Vista della città vecchia (Altstadt)
Vista della città vecchia (Altstadt)
Stato Germania Germania
Città Berlino
Distretto Spandau
Data istituzione 1920
Codice 0501
Superficie 8,03 km²
Abitanti 33 433 ab. (30-6-2008)
Densità 4 163,51 ab./km²
Mappa dei quartieri di

Coordinate: 52°32′N 13°12′E / 52.533333°N 13.2°E52.533333; 13.2

Spandau è un quartiere (Ortsteil) di Berlino. Amministrativamente, appartiene all'omonimo distretto (Bezirk).

Posizione[modifica | modifica wikitesto]

Spandau si trova nella zona occidentale della città, sulle rive della Havel presso le foci della Sprea. Procedendo da nord in senso orario, confina con i quartieri di Hakenfelde, Haselhorst, Siemensstadt, Westend, Wilhelmstadt, Staaken e Falkenhagener Feld.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Spandau fu fondata probabilmente da Alberto l'Orso nell'ambito della colonizzazione dei territori ad est dell'Elba (fino ad allora abitati da popolazioni slave); l'importanza strategica del luogo, alla foce della Sprea nella Havel, era notevole.

Fu nel 1197 che "Spandow" venne nominata in un documento scritto; quindi prima di Berlino, nominata solo nel 1237. Spandau ottenne il titolo di città già nel 1232.

Intorno al 1560 il principe Gioacchino II di Brandeburgo decise di modernizzare le difese militari della città, e fece realizzare la cittadella, terminata nel 1594. Essa ebbe un ruolo molto importante durante la guerra dei trent'anni (1618-48) e durante le guerre napoleoniche.

Nel XIX secolo Spandow (che dal 1878 viene scritto con l'ortografia odierna, più germanica) divenne una grande città industriale alle porte di Berlino. In particolare, la ditta Siemens costruì i propri stabilimenti ad est della città, in quello che oggi è il quartiere Siemensstadt. Furono costruite le linee ferroviarie, con la stazione in località Stresow.

Nel 1920 Spandau fu incorporata nella "Grande Berlino", entrando a far parte dell'omonimo distretto. Il quartiere comprese, oltre alla città, anche i comuni rurali (Landgemeinde) di Tiefwerder e Pichelsdorf, e i territori agricoli (Gutsbezirk) di Heerstraße e Pichelswerder.

Il quartiere acquistò notorietà internazionale dopo la seconda guerra mondiale, quando molti esponenti del regime nazionalsocialista furono rinchiusi nel Carcere di Spandau (che, abbattuto nel 1987, si trovava nell'attuale quartiere di Spandau-Wilhelmstadt).

Negli anni ottanta fu restaurata la città vecchia (Altstadt), con l'istituzione di una vasta zona pedonale. È del 1984 il prolungamento della linea U7 della metropolitana fino al capolinea di Rathaus Spandau.

Nel 2003 furono creati i nuovi quartieri di Falkenhagener Feld, Hakenfelde e Wilhelmstadt, scorporandoli dal quartiere di Spandau, che è stato pertanto notevolmente ridotto.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Stemmi[modifica | modifica wikitesto]

Immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania