Songs for Drella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Songs for Drella (Canzoni per Drella) è un concept album di Lou Reed e John Cale uscito l'11 aprile 1990 per la Sire Records. È dedicato alla memoria del loro amico e artista Andy Warhol, da poco scomparso per una banale operazione chirurgica alla cistifellea. La parola Drella era uno dei suoi soprannomi, non molto amato da Warhol stesso, un incrocio tra Dracula e Cinderella (Cenerentola), metaforica unione dei lati opposti del suo carattere.

La tomba di Andy Warhol

I legami tra Warhol, John Cale e Lou Reed[modifica | modifica wikitesto]

Strettissimi erano infatti i legami tra i due musicisti, ex membri fondatori dei Velvet Underground, e Warhol, che negli anni '60 fu lo scopritore e mentore del gruppo, disegnando la celeberrima copertina del loro primo album (la banana sbucciabile, dal chiaro riferimento fallico), accompagnando le loro esibizioni live con le luci del suo Plastic Inevitable Light Show, includendoli nella sua Factory e in genere seguendoli per tutta la loro carriera.

Andy Warhol nel 1977

Dato che però dopo la morte nel 1987 di Warhol, la pubblicazione postuma dei suoi diari secondo Lou Reed non rendeva giustizia al ruolo e alla importanza dell'amico scomparso, decise di chiamare il gallese John Cale, l'altra riconosciuta mente del gruppo newyorkese con cui non collaborava dal 1972, per la realizzazione di un breve musical comprendente canzoni inedite tutte esploranti la personalità e la storia di Warhol: in dieci giorni i due composero 14 brani biografici ordinati cronologicamente, dalla nascita di Warhol in una piccola e deprimente Smalltown (cittadina) sino alla morte.

John Cale

John Cale scrisse nelle note che accompagnavano il disco che, pur essendo una collaborazione, Reed aveva composto la maggior parte delle canzoni, ma gli aveva permesso di mantenere una posizione di dignità nel tributo a una persona "la cui ispirazione e generosità mantenute lungo gli anni sono ricordate oggi con amore e ammirazione".

Songs for Drella[modifica | modifica wikitesto]

Originalmente co-commissionata dalla Brooklyn Academy Of Music and The Arts At St. Ann's, il 9 gennaio 1989 Cale e Reed per la prima volta eseguirono alcune canzoni appunto presso la Chiesa di Sant'Anna a Brooklyn, mentre alle loro spalle venivano proiettate da Jerome Sirlin delle diapositive scattate dallo stesso Warhol e della Factory, l'aperto laboratorio artistico fondato da Warhol a New York. La prima versione completa dell'opera venne suonata il 29 novembre dello stesso anno e agli inizi del 1990 uscì il disco. Una loro performance dell'intera opera è stata filmata da Ed Lachman ed è uscita nei formati VHS e Laserdisc.

Il singolo estratto dall'album è stato "Nobody But You".

Il disco presenta la caratteristica di essere stato inciso senza sovraincisioni, in presa diretta. Pur però essendo solo in due a suonare e cantare (ed è prevalentemente Reed che canta), il risultato è pieno e completo, e non si avverte per esempio la mancanza della sezione ritmica. Ciò è sicuramente dovuto alle doti di polistrumentista di Cale, che riesce a supplire e dare completezza ad ogni arrangiamento.

Alla fine delle registrazioni il sodalizio tra Reed e Cale si interruppe di nuovo, per riformarsi poi nel 1993 con un tour mondiale e relativo doppio live dei rifondati Velvet Underground. Nel 1995 però le strade si separarono ancora.

Applaudito dalla critica e considerato uno dei migliori dischi di Lou Reed e Cale, Songs for Drella colpisce soprattutto per l'equilibrio tra sperimentazione e fruibilità e specialmente per la grande e intensa poesia che traspare dai testi, in cui un Reed in stato di grazia esplora molti aspetti della vita e delle opere di Warhol, stando ben lontano dai tranelli della agiografia e anzi trattando i vari argomenti con ironia e leggerezza. Non ci sono risvolti di gossip o rivelazioni scandalistiche in Songs for Drella, come nel successo di Lou Reed del 1972 Walk on the Wild Side, in cui cantava delle persone che ruotavano intorno alla Factory. Songs for Drella è invece un'opera magistrale e di rara bellezza, in cui due musicisti maturi si guardano indietro e scoprono di avere ancora molto da dire.

... Il problema con i classicisti
è che quando guardano un albero
non vedono altro
e disegnano un albero...
(Trouble with Classicists)

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le canzoni scritte da Lou Reed e John Cale, e cantate da Reed eccetto le canzoni segnate con † da Cale.

  1. Small Town - 2:04
  2. Open House - 4:18
  3. Style It Takes - 2:54 †
  4. Work - 2:38
  5. Trouble with Classicists - 3:42 †
  6. Starlight - 3:28
  7. Faces and Names - 4:12 †
  8. Images - 3:31
  9. Slip Away (A Warning) - 3:05
  10. It Wasn't Me - 3:30
  11. I Believe - 3:18
  12. Nobody But You - 3:46
  13. A Dream - 6:33 †
  14. Forever Changed - 4:52 †
  15. Hello It's Me - 3:13

Edizione limitata[modifica | modifica wikitesto]

Esiste una edizione limitata in cui la custodia del cd è di cartone "vellutato" nero con le scritte incise in rilievo; evidente citazione dell'ex gruppo dei due (i "Velvet Underground").

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock