Sinologia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La sinologia è quell'insieme di studi e ricerche che riguarda la cultura cinese nei suoi vari aspetti e nelle varie epoche storiche.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Per potersi correttamente qualificare "sinologi" in senso accademico è fondamentale la conoscenza della lingua cinese ed una formazione o curriculum studiorum che abbia toccato uno o più dei campi disciplinari sopra nominati. Oggigiorno si qualificano con leggerezza "sinologi" anche semplici esperti del mondo cinese, provenienti da tutt'altro tipo di formazione (sociologica, giornalistica, antropologica, geo-politica ecc...), che talora possono anche fornire letture utili della complessa realtà cinese contemporanea ma che, proprio perché manchevoli di un adeguato curriculum formativo della tipologia sopra descritta, denunciano spesso una carenza di visione complessiva non facilmente colmabile e una superficiale penetrazione delle profondità storico-culturali del "pianeta Cina".

Attività di studio[modifica | modifica sorgente]

I campi disciplinari sono quelli delle lingue, delle letterature, della storia delle religioni, della storia del pensiero filosofico, giuridico, scientifico e della storia (anche artistica) del mondo cinese nel suo complesso, compresi i rapporti con popolazioni e culture vicine (tibetana, mongola, coreana, giapponese ecc.)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]