Willem Schouten

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Willem Cornelisz Schouten (Hoorn, 1567? – Baia d'Antongil, 1625) è stato un navigatore olandese.

Willem Schouten

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1615 partì con Jacob Le Maire da Texel, in Olanda, al comando di una spedizione sponsorizzata da Isaac Le Maire e la sua Australische Compagnie, codiretta in parti uguali anche da Schouten. Scopo principale della spedizione era trovare la Terra Australis, scopo fallito. Altro obiettivo era fugare le restrizioni commerciali imposte dalla Compagnia Olandese delle Indie Orientali, cercando una nuova rotta per il Pacifico. Nel 1616 Schouten doppiò Capo Horn, a cui diede il nome della sua città natale. Seguì le coste della Nuova Irlanda e della Nuova Guinea e visitò le isole vicine, comprese quelle che verranno poi battezzate Isole Meridionali.

Nonostante avesse tracciato una nuova rotta, la Compagnia delle Indie lo additò di aver infranto il loro monopolio di commercio. Schouten fu arrestato, e dopo rilasciato, e la sua nave confiscata a Giava. Al suo ritorno volle passare per la rotta delle Indie e in uno dei viaggi morì, al largo delle coste del Madagascar.

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

Schouten descrisse i suoi viaggi nel Journal pubblicato in lingua olandese ad Amsterdam nel 1618 e subito tradotto in molte lingue.

  • Edizione olandese: Journal Ofte Beschryvinghe van de wonderlicke reyse, ghaedaen door Willem Cornelisz Schouten van Hoorn, inde Jaren 1615, 1616, en 1617. Hoe hy bezuyden de Strate van Magekkanes een nieuwe Passagie tot inde groote Zuyzee onteckt en voort den gheheelen Aerdkloot angheseylt, heeft. Wat Eylanden, vreemde volcken en wonderlicke avontueren hem ontmoet zijn. Amsterdam: Willem Jansz. 1618.
  • Edizione francese: Journal ou Description du marveilleux voyage de Guilliaume Schouten.Amsterdam: Willem Jansz. 1618.
  • Edizione inglese edition: The Relation of a Wonderfull Voiage made by Willem Cornelison Schouten of Horne. Shewing how South from the Straights of Magelan in Terra Delfuego: he found and discovered a newe passage through the great South Seaes, and that way sayled round about the world. London: Imprinted by T.D. for Nathanaell Newbery. 1619.
  • Edizione tedesca: Journal, oder Beschreibung der wunderbaren Reise W. Schouten auss Hollandt, im Jahr 1615-17 ... Frankfurt am Main. 1619.
  • Edizione latina: Novi Freti, a parte meridionali freti Magellanici in Magnum Mare Australe Detectio. Diarium vel descriptio laboriosissimi et molestissimi itineris, facti a Guilielmo Cornelii Schoutenio annis 1615-17... Amsterdam: Janson. 1619.

Tra gli storici non c’è unanime consenso sulla paternità del Journal da parte di Schouten. Le edizioni olandese, francese, tedesca e latina contengono nove carte dense di informazioni preziosissime, carte non presenti nella versione inglese.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Barreveld, Dirk J. Tegen De Heeren Van De VOC - Isaac Le Maire En De Ontdekking Van Kaap Hoorn. The Hague: Sdu Publishers. Uitgeverij 2002.
  • Bolyanatz, Alexander H. "Where Is Claes Pietersz Bay? An Episode in the History of the Sursurunga of New Ireland", in Ethnohistory 45:2 (1998), p. 319-347.
  • Edward Duyker (ed.) Mirror of the Australian Navigation by Jacob Le Maire: A Facsimile of the ‘Spieghel der Australische Navigatie . . .’ Being an Account of the Voyage of Jacob Le Maire and Willem Schouten 1615-1616 published in Amsterdam in 1622, Hordern House for the Australian National Maritime Museum, Sydney, 1999, pp. 202, ISBN 1-875567-25-9.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 190010177 LCCN: n80161596

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie