Collège de France

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 48°50′57″N 2°20′44″E / 48.849167°N 2.345556°E48.849167; 2.345556

Cortile interno del Collège de France

Il Collège de France è un grand établissement, istituto di ricerca di alta eccellenza, con sede a Parigi in Francia. È situato nel V arrondissement, all'interno del quartiere latino, nelle vicinanze dell'università de La Sorbonne, all'intersezione di rue Saint-Jacques con rue des Écoles.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondato nel 1530 dal re Francesco I per l'insegnamento delle lettere, le lingue e la matematica, il Collège de France si occupa di ricerche in campo storiografico e filologico, ma anche nelle discipline della fisica, della matematica e delle scienze della terra. Si occupa anche di insegnamento, non solo per altri professori e ricercatori, ma per chiunque desideri seguire i suoi corsi.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i professori del Collège de France hanno l’obbligo di impartire 26 ore di insegnamento all'anno (che possono essere svolte in forma di seminari di 13 ore al massimo). I docenti devono presentare ogni anno una ricerca originale, e ciò li costringe a rinnovare ogni volta il contenuto del loro insegnamento. La partecipazione ai corsi e ai seminari è del tutto libera; non richiede né iscrizione né titoli di studio. Ma nemmeno gli insegnanti ne rilasciano alcuno. Nel vocabolario del Collège de France si dice che i professori non hanno studenti ma solo degli uditori.

Persone legate al Collège de France[modifica | modifica wikitesto]

Del collegio docente hanno fatto parte molti prestigiosi ricercatori, scienziati e intellettuali, quali, per esempio, Émile Benveniste, Henri Bergson, Yves Bonnefoy, Pierre Boulez, Pierre Bourdieu, Fernand Braudel, Augustin-Louis Cauchy, André Chastel, Claude Cohen-Tannoudji, Alain Connes, Georges Cuvier, Jean-François Champollion, Georges Duby, Georges Dumézil, Umberto Eco, Lucien Febvre, Michel Foucault, Marc Fumaroli, Jean Hyppolite, François Jacob, André Leroi-Gourhan, Claude Lévi-Strauss, Claudio Magris, Marcel Mauss, Maurice Merleau-Ponty, Adam Mickiewicz, Jacques Monod, Carlo Ossola, Henri-Charles Puech, Ernest Renan, Pellegrino Rossi, Jean-Pierre Serre, Paul Valéry, Gabriele Veneziano, Jean-Pierre Vernant.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]