Shizuka Arakawa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Shizuka Arakawa
Shizuka Arakawa 2004 NHK Trophy.jpg
Shizuka Arakawa nel 2004
Dati biografici
Nazionalità Giappone Giappone
Altezza 166 cm
Pattinaggio di figura Figure skating pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Pattinaggio artistico su ghiaccio singolo
Squadra Prince Hotel
Palmarès
Giochi olimpici invernali 1 0 0
Campionati mondiali di pattinaggio di figura 1 0 0
Campionati giapponesi di pattinaggio di figura 2 3 3
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Shizuka Arakawa (荒川 静香) (Sendai, 29 dicembre 1981) è una pattinatrice artistica su ghiaccio giapponese. In carriera ha vinto la medaglia d'oro ai XX Giochi olimpici invernali nel singolo donne e il campionato mondiale del 2004.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Shizuka Arakawa è nata a Shinagawa (Tokyo, Giappone) ma è cresciuta a Senday, Miyagi. È l'unica figlia di Koichi e Sachi Arakawa ed è stata chiamata così in onore di Shizuka Gozen.

Inizia a pattinare a cinque anni, dopo essersi innamorata dei vestiti che si usano nel pattinaggio. In terza elementare riesce a eseguire un salto triplo perfetto con i complimenti della maestra; da quel momento ebbe il soprannome di "ragazza prodigio".

Ha vissuto e studiato per un periodo presso il Centro Internazionale di Pattinaggio Connecticut a Simsbury, Connecticut, dopo la chiusura della Konami Sports Ice Rink a Sendai, dove ha iniziato la sua carriera.

Nel 2004, pochi giorni prima di vincere i Mondiali di pattinaggio a Dortmund, Shizuka si è laureata in Scienze Sociali alla Waseda University; è stata la prima atleta asiatica a essersi laureata Campionessa Olimpica nel pattinaggio di figura.

I suoi idoli del pattinaggio sono Kristi Yamaguchi e Yuka Sato; ascolta la musica di Christina Aguilera, Beyoncé, Mai Kuraki (di cui è una cara amica), e tra i suoi hobby troviamo lo shopping, il nuoto, il golf e la cucina. Ha uno Shitzu di nome Charo e un criceto, Juntoki. Ha anche quattro cani che si chiamano Choco, Tiramisù, Aroma e Rosa.

Shizuka Arakawa si è sposata il 29 dicembre 2013, nel giorno del suo trentaduesimo compleanno.

Il 16 aprile 2014 annuncia di essere incinta del suo primo figlio.

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver cominciato ad appassionarsi al pattinaggio, all'età di cinque anni, Shizuka Arakawa entrò alla Chibikko Skate School; cominciò a prendere lezioni di danza a sette anni e iniziò a lavorare con l'ex campione olimpionico Hiroshi Nagabuko, un pattinatore di coppia che gareggiò alle Olimpiadi Invernali di Sapporo (Giappone) nel 1972.

All'età di otto anni Shizuka completò in modo perfetto il suo primo triplo salchow. Nel 1994 cominciò a partecipare ai concorsi nazionali giapponesi di pattinaggio, ottenendo miglioramenti e risultati in breve tempo. È stata la prima pattinatrice giapponese a vincere tre titoli nazionali juniores in poco tempo (1994, 1995, 1996).

Carriera senior[modifica | modifica wikitesto]

Shizuka Arakawa era la più anziana campionessa giapponese quando fece il suo debutto olimpico, rappresentando il Giappone alle Olimpiadi Invernali di Nagato nel 1998, all'età di sedici anni. Si classificò al tredicesimo posto e nel 2002 arrivò seconda ai Campionati Nazionali del Giappone, di conseguenza non poté partecipare alle Olimpiadi Invernali del 2002. Durante la stagione di pattinaggio 2002 - 2003, vinse i Giochi Invernali Asiatici e le Universiadi Invernali. Guadagnò la sua seconda medaglia d'argento consecutiva al Four Continents Championshios, prese il bronzo al Trofeo NHK e arrivò quinta alla Coppa di Russia. Si classificò per il Grand Prix ISU di finale, dove arrivò quarta.

Nel 2004 vinse i Mondiali di Dortmund, in Germania, presentando un programma dal bagaglio tecnico eccelso. Sulle note della Turandot di Puccini eseguì triplo lutz-triplo toe loop-doppio loop, triplo salcow-triplo toe loop, triplo flip, triplo loop, doppio axel, triplo lutz, sette salti con atterraggio pulito. Fu la terza donna giapponese a vincere questo titolo dopo Midori Ito, che vinse nel 1989, e Yuka Sato, nel 1994.

Shizuka Arakawa pensò di abbandonare le competizioni dopo i Campionati del Mondo del 2004, ma la sua vittoria le fece cambiare idea. Ai Campionati del Mondo del 2005 si classificò al nono posto, una delusione che poi le diede una motivazione in più per non abbandonare l'agonismo e migliorarsi, sentendo che non voleva concludere così la sua carriera.

Nel novembre del 2005 cambiò allenatore e cominciò a lavorare con Nikolai Morozov.

Olimpidi Invernali Torino 2006[modifica | modifica wikitesto]

Ai Giochi olimpici di Torino si aggiudica con il programma corto il terzo posto parziale. Nel programma lungo scala la classifica fino alla medaglia d'oro, presentando un esercizio che incanta il Palavela: triplo lutz-triplo toe loop, triplo salcow-doppio toe loop, triplo flip, doppio axel, triplo lutz, doppio loop, triplo salcow-doppio toe loop-doppio loop. È stata la vincitrice più anziana nel singolo donne, con i suoi ventiquattro anni, dopo Magda Julin nel 1920.

Shizuka Arakawa esegue una spirale Kerrigan durante la sua esibizione, "Memory", al NHK Thropy 2004. Alle Olimpidi Invernali del 2006 a Torino presenta il suo programma corto pattinando sulla note Fantaisie-Impromptu di Chopin. Dopo il programma corto si aggiudica il terzo posto, dietro alle pattinatrici Sasha Cohen e Irina Slutskaya, con la differenza di un solo punto. Sulle note della "Tourandot" di Puccini, Shizuka ottiene il primo posto, eseguendo un Ina Bauer seguita da una combinazione di tre salti. Da quel momento, Ina Bauer è diventata, in Giappone, una parola di buon auspicio. Questa mossa è diventata il marchio di fabbrica della Arakawa, con la flessione dorsale completa. In realtà Shizuka aveva programmato due combinazioni triplo-triplo per il programma libero, ma non li esegue, facendo invece un doppio lutz e un triplo loop e una combinazione doppio toe loop-triplo salchow.

La sua medaglia d'oro fu l'unica che vinse il Giappone, durante tutti i Giochi Olimpici del 2006. A 24 anni, Shizuka Arakawa è diventata la campionessa olimpica di pattinaggio più anziana. Dopo la sua vittoria, il primo ministro giapponese Junichiro Koizumi chiamò Shizuka Arakawa a Torino per congratularsi con lei. Le sue parole sono state: "Ho tifato per voi con entusiasmo, mentre guardavo la televisione. Tutti i giapponesi gioiscono per voi. Do un punteggio perfetto ad ogni momento della vostra performance."

Carriera professionale[modifica | modifica wikitesto]

Shizuka Arakawa annuncia il suo ritiro dalle competizioni il 6 maggio 2006, pochi mesi dopo la sua vittoria olimpica. Continua a pattinare negli show ed è diventata una commentatrice di pattinaggio per la TV giapponese. Compone anche delle coreografia e ha un suo shows sul ghiaccio, "Friends On Ice".

Nel 2006 è apparsa anche in un telefilm drammatico giapponese, "Shichinin no onna Bengoshi" (sette avvocati femminili), presentata da Asahi TV. Ha recitato nell'ottavo episodio svolgendo il ruolo di pubblico ministero, Yayoi Shimasaki.

Ha gareggiato in molti show di pattinaggio, tra cui "Thin Ice", andato in onda il 19 marzo 2010, dove faceva coppia con il vincitore della medaglia d'argento olimpica maschile, Stéphane Lambiel. Hanno pattinato sulle canzoni "Get Me Bodied" di Beyoncé e "Magic" di Robin Thicke.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 257651807