Ritratto di Francesco Gonzaga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Francesco Gonzaga
Ritratto di Francesco Gonzaga
Autore Andrea Mantegna
Data 1461
Tecnica tempera su tavola
Dimensioni 25 cm × 18 cm 
Ubicazione Museo di Capodimonte, Napoli

Il Ritratto di Francesco Gonzaga è un dipinto tempera su tavola (25x18 cm) di Andrea Mantegna, databile al 1461 circa e conservato nel Museo di Capodimonte a Napoli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Francesco Gonzaga era il figlio secondogenito del marchese di Mantova Ludovico III Gonzaga, eletto cardinale a sedici anni da Pio II poco dopo il Concilio di Mantova.

L'effigie fu tra le prime opere dipinte da Mantegna per la corte mantovana, dove si era trasferito entro il 1460.

Descrizione e stile[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane cardinale è ritratto con l'abito porporato di profilo su uno sfondo scuro. La posa laterale era consueta nell'arte nelle corti italiane del tempo, ed era mutuata dalle effigi umanistiche dei vir illustris, a loro volta ispirate alla numismatica romana di età imperiale.

Con notevole sensibilità l'artista fa emergere sotto l'abito ecclesiastico l'aspetto ancora fanciullesco e ingenuo del ragazzo, caratterizzando con naturalezza l'età adolescenziale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tatjana Pauli, Mantegna, serie Art Book, Leonardo Arte, Milano 2001. ISBN 9788883101878
  • Mauro Lucco (a cura di), Mantegna a Mantova 1460-1506, catalogo della mostra, Skira Milano, 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura