Riccardo Bonetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Riccardo Bonetto
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra 600px Giallo e Blu.png Istrana
Carriera
Giovanili
Juventus Juventus
Squadre di club1
1996-1998 Juventus Juventus 0 (0)
1998 Novara Novara 15 (1)
1998-1999 Fermana Fermana 0 (0)
1999-2000 Beveren Beveren 25 (2)
2000-2001 Arezzo Arezzo 30 (3)
2001-2002 Empoli Empoli 11 (0)
2002-2003 Ascoli Ascoli 11 (0)
2003 Lucchese Lucchese 13 (1)
2003-2006 Empoli Empoli 53 (2)
2006 Ascoli Ascoli 0 (0)
2006-2007 Lazio Lazio 3 (0)
2007-2008 Bologna Bologna 33 (0)
2008-2009 Livorno Livorno 38 (0)[1]
2009-2011 Lazio Lazio 0 (0)
2011-2012 Bassano Virtus Bassano Virtus 22 (0)
2012 600px Giallo e Nero.png Fersina Perginese  ? (?)
2013- 600px Giallo e Blu.png Istrana  ? (?)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 luglio 2013

Riccardo Bonetto (Asolo, 20 marzo 1979) è un calciatore italiano, difensore dell'Istrana.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi e l'esperienza in Belgio[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili della Juventus, nel gennaio del 1998 viene mandato a farsi le ossa al Novara, dove esordisce da professionista giocando 15 partite e segnando un gol in Serie C2.

La stagione successiva, pur rimanendo sempre di proprietà dei bianconeri, il giovane Bonetto inizia la preparazione con la Fermana, salvo poi trasferirsi in Belgio al Beveren dove in due stagioni totalizzerà 19 presenze segnando 2 reti.

Tornato in Italia, nella stagione 2000-2001 si trasferisce in Serie C1 nelle file dell'Arezzo, dove gioca 30 partite con 3 gol all'attivo, arrivando con la squadra fino ai play-off.

La Serie B e gli anni ad Empoli[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2001 arriva poi in Serie B all'Empoli, dove gioca solamente 11 partite, così come nella stagione successiva all'Ascoli.

Nell'annata successiva, dopo una parentesi alla Lucchese, Bonetto torna nuovamente all'Empoli, che acquisterà poi l'intero cartellino dalla Juventus, ma, complice un brutto infortunio, resta fermo per parecchi mesi senza quindi mai riuscire a scendere in campo nel campionato di Serie A 2003-04.

Nel campionato successivo, però, gioca in Serie B 36 partite segnando anche una rete e riconquista con la sua squadra la promozione in A, dopo la retrocessione dell'anno precedente.

Il 28 agosto 2005 esordisce in Serie A scendendo in campo nella prima di campionato del campionato 2005-2006 contro l'Udinese al Friuli, in cui la sua squadra esce sconfitta per 1-0.

Fino a gennaio gioca in 16 occasioni mettendo a segno anche un gol, ma in quello stesso mese arriva l'annuncio del suo futuro ingaggio a parametro zero da parte della Lazio e così l'Empoli decide prima di metterlo fuori rosa,[senza fonte] poi di mandarlo in prestito all'Ascoli fino alla fine della stagione, dove, complice un nuovo infortunio, non scende mai in campo.[senza fonte]

L'arrivo alla Lazio e gli anni in prestito[modifica | modifica wikitesto]

Svincolatosi, viene dunque ingaggiato dalla Lazio all'inizio della finestra estiva di calciomercato del 2006.

Il 2 luglio 2007 si trasferisce in Serie B al Bologna, dove gioca un'ottima stagione, condita con l'assist per il goal di Dino Fava Passaro che di fatto promuove il Bologna in Serie A.

L'8 luglio 2008 si trasferisce al Livorno in prestito, giocando titolare per tutta la stagione, sfornando anche qualche assist con cross dalla sinistra[senza fonte] e concludendo la stagione con la promozione in Serie A, la terza personale in carriera.

Nell'estate 2009 terminato il prestito al Livorno torna alla Lazio. Nel novembre 2010 ottiene in accordo con il club romano la possibilità di allenarsi, in attesa di una sistemazione definitiva, con la squadra del suo paese, la Bassano Virtus, e non più nel Centro sportivo di Formello. Nel luglio 2011 rescinde il contratto con la società capitolina.

L'addio alla Lazio e l'approdo al Bassano Virtus[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 agosto 2011, dopo aver rescisso il contratto con la Lazio, firma per il Bassano Virtus.[2] A fine stagione rimane però svincolato.[3]

Per la stagione successiva firma per la Fersina Perginese, società di Trento, con la quale rescinde il contratto a novembre 2012, restando così svincolato. Nell'estate 2013 firma per l'Istrana, in Eccellenza[4].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Lazio: 2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 42 (0) se si comprendono i play-off della Serie B.
  2. ^ Colpo del Bassano: Riccardo Bonetto in giallorosso, Bassanovirtus.com. URL consultato il 4 agosto 2011.
  3. ^ Da Alex a Zambrotta: gli svincolati sportmediaset.mediaset.it
  4. ^ L’Istrana prende Bonetto (ex Lazio), La Tribuna di Treviso, 1º luglio 2013

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Riccardo Bonetto in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.