Raniero Panzieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raniero Panzieri

Raniero Panzieri (Roma, 14 febbraio 1921Torino, 9 ottobre 1964) è stato un politico, traduttore e scrittore italiano, teorico marxista, è considerato uno dei fondatori dell'operaismo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figura lontana ispiratrice di molte delle idee degli anni sessanta, influenzò alquanto anche gli anni settanta. Fu dirigente del PSI in Sicilia e a Roma. Diresse la rivista Mondo operaio del PSI. In questo periodo tradusse il libro Il Capitale di Marx.

Si trasferì poi a Torino. Fu collaboratore della casa editrice Einaudi di Torino, con cui stabilì, dal 1959, un rapporto di lavoro stabile fino al suo licenziamento, nel 1963, insieme a Renato Solmi poiché favorevoli alla pubblicazione del libro di Goffredo Fofi L’immigrazione meridionale a Torino e ritenuti non più funzionali alle scelte produttive e culturali della casa editrice.[1] Fondò la rivista Quaderni Rossi, con altri, tra cui Mario Tronti, il quale si separò nel 1963, fondando la rivista Classe operaia.

Nella rivolta di piazza Statuto a Torino del 1962, intuì l'emergere della centralità della fabbrica e dell'operaio.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Scritti. 1956-1960, a c. di Dario Lanzardo e Giovanni Pirelli, Milano, Lampugnani Nigri, 1973
  • Dario Lanzardo, Roberta Tomassini, Pier Aldo Rovati, Maria Grazia Meriggi, Mariachiara Fugazza, Antonio Negri, Edoarda Masi, Massimo Cacciari, Sandro Mancini, D. Comboni, M. Perdicchi, P. Renoldi, C. Borsa, E. Martinasso e Giovanni Bossi, Fascicolo speciale Raniero Panzieri e i «Quaderni Rossi» in aut aut (nuova serie), 149-150, Milano - Firenze, La nuova Italia, settembre - dicembre 1975.
  • Costanzo Preve, La teoria in pezzi. La dissoluzione del paradigma teorico operaista in Italia (1976-1983), Dedalo, 1984.
  • Cristina Corradi, Storia dei marxismi in Italia, Manifestolibri, 2005.
  • AA.VV., Gli operaisti, Derive Approdi, Roma, 2005.
  • Paolo Ferrero, a cura di, Raniero Panzieri: un uomo di frontiera, Edizioni Punto Rosso.
  • Luca Baranelli, Panzieri all’Einaudi in L'ospite ingrato -Rivista on line del Centro Studi Franco Fortini, I, Quodlibet, 2006, pp. 199-214, ISSN 1974-9813.
  • Giovanni Artero, "Il punto di Archimede. Biografia politica di Raniero Panzieri da Rodolfo Morandi ai Quaderni Rossi", 2007

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luca Baranelli, pp.199-202

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 17239960 LCCN: n84211203