Provincia di Salavan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Provincia di Salavan
provincia
ແຂວງສາລະວັນ
Khwèeng Sàalàwan
Acque ai piedi delle cascate di Tad Lo sull'altopiano di Bolaven, nel sud della provincia
Acque ai piedi delle cascate di Tad Lo sull'altopiano di Bolaven, nel sud della provincia
Localizzazione
Stato Laos Laos
Amministrazione
Capoluogo Salavan
Territorio
Coordinate
del capoluogo
15°43′N 106°25′E / 15.716667°N 106.416667°E15.716667; 106.416667 (Provincia di Salavan)Coordinate: 15°43′N 106°25′E / 15.716667°N 106.416667°E15.716667; 106.416667 (Provincia di Salavan)
Superficie 10 691 km²
Abitanti 336 600 (2004)
Densità 31,48 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orario UTC+7
Cartografia

Provincia di Salavan – Localizzazione

La provincia di Salavan (in lingua lao: ແຂວງສາລະວັນ, traslitterato: Khwèeng Sàalàwan) è una provincia del Laos meridionale con capoluogo Salavan. Nel 2004, contava su una popolazione di 336.000 abitanti distribuiti su una superficie di 10.691 km², per una densità di 31,48 ab./km². L'economia della provincia è basata prevalentemente sull'agricoltura.[1]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Testimonianze preistoriche nella provincia sono rappresentate dai dipinti su roccia, di incerta origine, ritrovati nella zona vicina al Mekong.[2] Studi etnologici e linguistici suggeriscono che l'insediamento di buona parte delle etnie mon khmer nella provincia sia avvenuto verso la fine del I millennio d.C. Secondo tali studi, sono parte delle tribù che fuggirono dal Regno Champa del Vietnam meridionale a causa dell'invasione degli eserciti nord-vietnamiti.[3]

Nei secoli successivi la zona divenne parte dell'Impero Khmer fino al 1354, quando l'intero territorio laotiano venne unificato dal neonato Regno di Lan Xang. Le crisi interne del regno portarono al suo smembramento in tre nuovi Stati nei primi anni del XVIII secolo ed il territorio di Salavan divenne un avamposto del Regno di Champasak[1] fino all'occupazione siamese, avvenuta alla fine dello stesso secolo; da quel momento in poi avrebbe seguito le vicende storiche del resto del Laos.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Storia del Laos.

Salavan venne coinvolta nella guerra franco-thailandese nel 1940, quando fu teatro di scontri tra truppe francesi e thailandesi ed oggetto di bombardamenti dell'aviazione francese. Ben più intensi furono i bombardamenti a cui fu sottoposta durante la guerra del Vietnam (1960-1975), quando la parte montana della provincia era attraversata dal sentiero di Ho Chi Minh, la principale via di rifornimento per la guerriglia Viet Cong. Nel tentativo di estirpare tale traffico, l'aviazione americana sottopose il paese ai più drammatici bombardamenti dai tempi della II guerra mondiale. In questo periodo, secondo fonti filo-americane, erano presenti nella provincia truppe ribelli dal Pathet Lao, che arrivarono ad occupare il capoluogo Salavan nel 1970. Ne seguirono dei combattimenti che finirono per radere al suolo la città nel 1972.[1]

Geografia[modifica | modifica sorgente]

La provincia confina ad ovest con la Thailandia, il cui confine è segnato dal Mekong, a sud-ovest con la provincia di Champasak, a sud-est con quella di Xekong, ad est con il Vietnam, dal quale è separata dalle vette della catena Annamita e a nord con la provincia di Savannakhet.

La parte orientale si trova lungo la pianura del Mekong. In questa zona, l'area di conservazione delle biodiversità nazionali di Phu Xieng Thong ospita diverse specie animali rare tra cui l'orso dal collare, il banteng, il leopardo nebuloso, il coccodrillo siamese e la tigre indocinese.[1] Buona parte del territorio provinciale è situata sul fertile altopiano di Bolaven, nella parte centrale della provincia, dove si trovano alcune tra le più belle cascate del paese, tra le quali quelle di Tad Lo.[4] Tra le molte coltivazioni dell'altopiano spiccano le pregiate qualità di caffè di varietà arabica e robusta, considerate le migliori del paese.[5]. La zona orientale della provincia si innalza verso le vette della catena Annamita, dove sono stanziate diverse tribù appartenenti alle minoranze etniche dei ta oi, dei pacoh degli alak ecc.[1]

Suddivisione amministrativa[modifica | modifica sorgente]

La provincia di Salavan è suddivisa nei seguenti 8 distretti (in lao: ເມືອງ, trasl.: Mueang):

Codice Nome del distretto Nome lao
14-01 Mueang Salavan ເມືອງສາລະວັນ
14-02 Mueang Ta Oi ເມືອງຕະໂອ້ຍ
14-03 Mueang Tumlan ເມືອງຕຸ້ມລານ
14-04 Mueang Lakhonpheng ເມືອງລະຄອນເພັງ
14-05 Mueang Vapi ເມືອງວາປີ
14-06 Mueang Khongxedon ເມືອງຄົງເຊໂດນ
14-07 Mueang Lao Ngam ເມືອງເລົ່າງາມ
14-08 Mueang Samuai ເມືອງສະໝ້ວຍ

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e (EN) Salavanh Overview, sul sito dell'uffico governativo laotiano del turismo, tourismlaos.org
  2. ^ (EN) Salavanh, doc. PDF su stdplaos.com
  3. ^ (EN) Sidwell, Paul: The Mon-Khmer substrate in Chamic: Chamic, Bahnaric and Katuic contacts, su http://sealang.net/
  4. ^ (EN) Tourist Attraction in Salavanh, sul sito dell'uffico governativo laotiano del turismo, tourismlaos.org
  5. ^ (EN) Eco-Trekking in Salavanh, sul sito dell'uffico governativo laotiano del turismo, tourismlaos.org