Parigi-Roubaix 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francia Parigi-Roubaix 2010
Edizione 108ª
Data 11 aprile
Partenza Compiègne
Arrivo Roubaix
Percorso 259 km
Tempo 6h35'10"
Media 39,32 km/h
Valida per Calendario mondiale UCI 2010
Ordine d'arrivo
Primo Svizzera Fabian Cancellara
Secondo Norvegia Thor Hushovd
Terzo Spagna Juan Antonio Flecha
Cronologia
Edizione precedente
Parigi-Roubaix 2009
Edizione successiva
Parigi-Roubaix 2011

La Parigi-Roubaix 2010, centottesima edizione della corsa e valevole come nona prova del Calendario mondiale UCI 2010 si svolse l'11 aprile 2010 lungo un percorso di 259 km, da Compiègne a Roubaix (Francia), comprendente 27 tratti di pavé, e venne vinta dallo svizzero Fabian Cancellara in 6h35'10", decimo corridore nella storia a vincere nella stessa settimana Giro delle Fiandre e la Parigi-Roubaix.[1]

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Lungo 259 km, prevede la partenza a Compiègne e l'arrivo a Roubaix. Lungo il percorso, interamente pianeggiante, si incontrano 53 km in pavé suddivisi in 27 settori, così composti:

Settore Numero Nome Chilometro Lunghezza (m) Categoria
27 Troisvilles > Inchy 97,5 2200 ***
26 Viesly > Quiévy 104 1800 ***
25 Quievy à Saint Python 106,5 3700 ****
24 Saint-Python 111.5 1500 **
23 Vertain > Saint-Martin-sur-Écaillon 119 2300 ***
22 Capelle-sur-Ecaillon > Le Buat 126 1700 ***
21 Verchain-Maugré > Quérénaing 138 1600 ***
20 Quérénaing > Maing 141 2500 ***
19 Maing > Monchaux-sur-Écaillon 144 1600 ***
18 Haveluy 155,5 2500 ****
17 Foresta di Arenberg 164 2400 *****
16 Hornaing > Wandignies-Hamage 176 3700 ***
15 Warlaing > Brillon 183,5 2400 ***
14 Tilloy > Sars 187 2400 ***
13 Beuvry-la-Forêt > Orchies 193,5 1400 ***
12 Orchies 198,5 1700 ***
11 Auchy-lez-Orchies > Bersée 204,5 2600 **
10 Mons-en-Pévèle 210 3000 *****
9 Mérignies > Pont-à-Marcq 216 700 **
8 Pont Thibaut > Ennevelin 219,5 1400 ***
7 Templeuve L'Épinette 225 200 *
Templeuve Le Moulin de Vertain 225,5 500 **
6 Cysoing à Bourghelles 232 1300 ****
6 Bourghelles à Wannehain 234,5 1100 ****
5 Camphin-en-Pévèle 239 1800 ****
4 Le Carrefour de l'Arbre 241,5 2100 *****
3 Gruson 244 1100 **
2 Willems à Hem 250,5 1400 *
1 Roubaix 257,5 300 *

Squadre e corridori partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

N. Cod. Squadra
1-8 QST Belgio Quick Step
11-18 KAT Russia Team Katusha
21-28 CTT Svizzera Cervélo TestTeam
31-38 OLO Belgio Omega Pharma-Lotto
41-48 SKY Regno Unito Team Sky
51-58 SAX Danimarca Team Saxo Bank
61-68 LIQ Italia Liquigas-Doimo
71-78 FDJ Francia Française des Jeux
81-88 MRM Germania Team Milram
91-98 THR Stati Uniti Team HTC-Columbia
101-108 RAB Paesi Bassi Rabobank
111-118 LAM Italia Lampre-Farnese Vini
121-128 BTL Francia Bbox Bouygues Telecom
N. Cod. Squadra
131-138 COF Francia Cofidis
141-148 GCE Spagna Caisse d'Epargne
151-158 VAC Paesi Bassi Vacansoleil Pro Cycling Team
161-168 SKS Paesi Bassi Skil-Shimano
171-178 GRM Stati Uniti Garmin-Transitions
181-188 ALM Francia AG2R La Mondiale
191-198 EUS Spagna Euskaltel-Euskadi
201-208 RSH Stati Uniti Team RadioShack
211-218 BMC Stati Uniti BMC Racing Team
221-228 SAU Francia Saur-Sojasun
231-238 ASA Italia Acqua & Sapone
241-248 AND Venezuela Androni Giocattoli
Fabian Cancellara sul podio

Resoconto degli eventi[modifica | modifica wikitesto]

La corsa fu subito animata da una lunga fuga, composta da 19 uomini, partita dopo pochi chilometri ed arrivata a guadagnare un vantaggio massimo 4 minuti e 5 secondi dopo 111 km. Diverse cadute rallentarono il gruppo, tirato dalla Saxo Bank, e i fuggitivi furono ripresi al km 192.

Ricompattato il gruppo vi furono diversi tentativi di attacchi, tutti senza fortuna, e quando Sébastien Hinault (AG2R La Mondiale), Leif Hoste (Omega Pharma-Lotto) e Björn Leukemans (Vacansoleil) riuscirono a guadagnare una cinquantina di metri fu Fabian Cancellara (Team Saxo Bank) ad attaccare senza che alcun avversario fosse in grado di rispondere. Il suo vantaggio crebbe regolarmente su un gruppo di inseguitori composto da Tom Boonen (Quick Step), Filippo Pozzato (Katusha), Thor Hushovd, Roger Hammond (Cervélo), Leif Hoste (Omega Pharma-Lotto), Juan Antonio Flecha (Sky), Hinault e Leukemans, fino ad attestarsi ad un massimo di 3'05" a 33 km dall'arrivo. Tra questi, solo Hushovd e Flecha si lanciarono all'inseguimento dello svizzero scattando nel Carrefour de l'Arbre, senza tuttavia riuscire ad impensierire Cancellara che si impose a Roubaix, terminando con 2 minuti di vantaggio sui primi inseguitori[2]. Cancellara riportò quindi la seconda vittoria alla Roubaix, dopo quella del 2006, diventando il tredicesimo corridore ad aggiudicarsi la vittoria de l'Enfer du Nord per almeno due volte e il decimo a riuscire a vincere Fiandre e Roubaix nello stesso anno.[3]

Ordine d'arrivo (Top 10)[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Svizzera Fabian Cancellara Saxo Bank 6h35'10"
2 Norvegia Thor Hushovd Cervélo a 2'00"
3 Spagna Juan Antonio Flecha Sky s.t.
4 Regno Unito Roger Hammond Cervélo a 3'14"
5 Belgio Tom Boonen Quick Step s.t.
6 Belgio Björn Leukemans Vacansoleil a 3'20"
7 Italia Filippo Pozzato Katusha a 3'46"
8 Belgio Leif Hoste Omega Pharma a 5'16"
9 Francia Sébastien Hinault AG2R La Mon. a 6'27"
10 Nuova Zelanda Hayden Roulston HTC-Columbia a 6'59"

Punteggi UCI[modifica | modifica wikitesto]

Classifica individuale
Pos. Corridore Squadra Punti
1 Svizzera Fabian Cancellara Saxo Bank 100
2 Norvegia Thor Hushovd Cervélo 80
3 Spagna Juan Antonio Flecha Sky 70
4 Regno Unito Roger Hammond Cervélo 60
5 Belgio Tom Boonen Quick Step 50
6 Belgio Björn Leukemans Vacansoleil 40
7 Italia Filippo Pozzato Katusha 30
8 Belgio Leif Hoste Omega Pharma 20
9 Francia Sébastien Hinault AG2R La Mon. 10
10 Nuova Zelanda Hayden Roulston HTC-Columbia 4
Classifica a squadre
Pos. Squadra Punti
1 Svizzera Cervélo TestTeam 140
2 Danimarca Team Saxo Bank 100
3 Regno Unito Team Sky 70
4 Belgio Quick Step 50
5 Paesi Bassi Vacansoleil Pro Cycling Team 40
6 Russia Team Katusha 30
7 Belgio Omega Pharma-Lotto 20
8 Francia AG2R La Mondiale 10
9 Stati Uniti Team HTC-Columbia 4
Classifica per nazione
Pos. Squadra Punti
1 Belgio Belgio 110
2 Svizzera Svizzera 100
3 Norvegia Norvegia 80
4 Spagna Spagna 70
5 Regno Unito Regno Unito 60
6 Italia Italia 30
7 Francia Francia 10
8 Nuova Zelanda Nuova Zelanda 4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cancellara spaziale. Roubaix da cannibale., gazzetta.it, 11-04-2010. URL consultato l'11-04-2010.
  2. ^ (FR) Cancellara est sans pitié in eurosport.fr, 11 aprile 2010. URL consultato il 12-4-2010.
  3. ^ (FR) Cancellara:"Un grand jour" in eurosport.fr, 11 aprile 2010. URL consultato il 12-4-2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo