Ornithopoda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ornithopoda
Stato di conservazione: Fossile
Talenkauen santacrucensis 1.jpg
Ricostruzione dell'ornitopode Talenkauen
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Ornithischia
Sottordine Cerapoda
Infraordine Ornithopoda
Famiglie

Gli ornitopodi (Ornithopoda) sono un grande gruppo di dinosauri ornitischi, comparso nei primi tempi del Giurassico e vissuto fino alla fine del Cretaceo.

Un apparato masticatorio efficace[modifica | modifica wikitesto]

Le prime forme di ornitopodi erano piccoli animali, leggeri erbivori corridori non più lunghi di un paio di metri. Con il passare dei milioni di anni, questi animali si evolsero in svariati gruppi che prosperarono fino alla fine dell'era dei dinosauri, finendo per diventare gli erbivori dominanti dell'ecosistema cretaceo. Le loro maggiori linee evolutive mostrano uno sviluppo progressivo dell'apparato masticatorio, che divenne senza dubbio il loro più spiccato vantaggio evolutivo rispetto ad altri erbivori quali i sauropodi dal collo lungo. Questo apparato, in alcuni casi, divenne il più sofisticato mai sviluppato in un rettile, paragonabile a quello di alcuni mammiferi moderni come la mucca domestica. Gli ornitopodi raggiunsero il loro apice nella forma dei cosiddetti dinosauri a becco d'anatra, o adrosauri, prima di estinguersi 65 milioni di anni fa insieme a tutti gli altri dinosauri ad eccezione degli uccelli.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

La parola Ornitopode deriva dal greco "ornis" = uccello e "pous" = piede e significa "piede da uccello". Ciò si riferisce al fatto che gran parte dei generi appartenenti a questo gruppo possedeva zampe posteriori a tre dita, superficialmente simili a quelle degli uccelli. Gli ornitopodi erano inoltre caratterizzati dallo sviluppo di un becco corneo, un pube allungato che in molti casi si estendeva oltre l'ilio, e una mandibola priva di aperture. Gli ornitopodi, inoltre, sono i soli dinosauri ornitischi a non possedere armature di sorta.

Le dimensioni dei più grandi ornitopodi noti in confronto all'uomo.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

I primi ornitopodi erano lunghi solo un metro o poco più, ma probabilmente erano molto veloci. Possedevano una coda irrigidita, come quella dei loro predatori, i teropodi, per bilanciare il peso del corpo mentre correvano sulle zampe posteriori. Ornitopodi successivi divennero più adatti a nutrirsi brucando il fogliame, spostandosi su tutte e quattro le zampe. Le loro dimensioni aumentarono, e la loro colonna vertebrale acquisì un profilo ricurvo simile a quello di altri animali brucatori come il bisonte. Questi dinosauri, divenuti semibipedi, potevano comunque correre su due zampe in caso di fuga, ma passavano la maggior parte del loro tempo su tutti e quattro gli arti. Gli ultimi ornitopodi divennero molto grandi, ma non raggiunsero mai le dimensioni titaniche dei sauropodi con collo e coda lunghi, ovvero gli animali che parzialmente soppiantarono. I più grossi ornitopodi, come gli adrosauri Edmontosaurus, Lambeosaurus e Shantungosaurus, raggiunsero i 15 metri di lunghezza.

Falsi ornitopodi[modifica | modifica wikitesto]

Storicamente, molti resti indeterminati di ornitischi bipedi furono inseriti nel gruppo degli ornitopodi. In realtà, di recente classificazioni più accurate hanno permesso di riconoscere molti di questi animali come ornitischi troppo primitivi (Fabrosauridi, Eterodontosauridi) per essere inclusi negli ornitopodi, e altri come membri primitivi dei marginocefali quadrupedi (Psittacosaurus). Un gruppo di marginocefali, i pachicefalosauri, era stato classificato a suo tempo tra gli ornitopodi.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Ricostruzione di vari ornitopodi: da sinistra a destra, il camptosauride Camptosaurus, l'iguanodontide Iguanodon, l'adrosauro Shantungosaurus (sopra), il driosauride Dryosaurus (sotto), l'adrosauro Corythosaurus, il "falso ornitopode" Heterodontosaurus e l'iguanodonte primitivo Tenontosaurus.

SOTTORDINE ORNITHOPODA

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Weishampel, D. B. & Heinrich, R. E. (1992). Systematics of Hypsilophodontidae and basal Iguanodontia (Dinosauria: Ornithopoda). Historical Biology: Vol. 6, pp. 159-184

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

dinosauri Portale Dinosauri: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di dinosauri