Othniel Charles Marsh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Othniel Charles Marsh

Othniel Charles Marsh (Lockport, 29 ottobre 1831New Haven, 18 marzo 1899) è stato un paleontologo statunitense. Scoprì e descrisse un gran numero di fossili negli Stati Uniti occidentali.

La carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Lockport (New York), frequentò il college Yale, e studiò geologia e mineralogia a New Haven. Successivamente si trasferì a Berlino, e quindi a Heidelberg e a Breslavia per studiare paleontologia e anatomia.

Ritornò negli Stati Uniti nel 1866, e divenne professore di paleontologia dei vertebrati all'Università di Yale. Convinse suo zio, George Peabody, a creare un museo di storia naturale, il Peabody Museum. Nel maggio del 1871 Marsh scoprì i primi fossili di pterosauro in Nordamerica. Scoprì anche resti di cavalli primitivi, e successivamente descrisse i fossili di uccelli dentati del Cretaceo (come Ichthyornis e Hesperornis), rettili volanti, mammiferi estinti e dinosauri (tra cui i più famosi furono Allosaurus, Ceratosaurus, Diplodocus, Brontosaurus/Apatosaurus, Triceratops e Stegosaurus).

L'Othnielia rex, un genere di dinosauro Hipsilofontide, ha acquisito il nome del paleontologo.

La "guerra delle ossa"[modifica | modifica wikitesto]

Marsh è divenuto famoso, oltre che per la grande quantità di fossili descritti, anche per la cosiddetta "guerra delle ossa" con Edward Drinker Cope, durante la fine del Diciannovesimo Secolo. I due uomini divennero feroci rivali nella scoperta degli esemplari paleontologici, e descrissero oltre 120 nuove specie di dinosauri.

Marsh è sepolto nel cimitero di Grove Street a New Haven, nel Connecticut.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 19761195 LCCN: n79128954