Calloviano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Periodo Epoca Piano Età (Ma)
Cretacico Cretacico inferiore Berriasiano Più recente
Giurassico Giurassico superiore Titoniano 145,5–150,8
Kimmeridgiano 150,8–155,7
Oxfordiano 155,7–161,2
Giurassico medio Calloviano 161,2–164,7
Bathoniano 164,7–167,7
Bajociano 167,7–171,6
Aaleniano 171,6–175,6
Giurassico inferiore Toarciano 175,6–183,0
Pliensbachiano 183,0–189,6
Sinemuriano 189,6–196,5
Hettangiano 196,5–199,6
Triassico Triassico superiore Retico Più antico
Suddivisione del Giurassico secondo la Commissione internazionale di stratigrafia dell'IUGS.[1]

Nella scala dei tempi geologici, il Calloviano è l'ultimo dei quattro stadi stratigrafici o età in cui è suddiviso il Giurassico medio, la seconda epoca dell'intero periodo Giurassico.

È compreso tra 164,7 ± 4,0 e 161,2 ± 4,0 milioni di anni fa (Ma),[1] preceduto dal Bathoniano e seguito dall' Oxfordiano, il primo stadio del successivo Giurassico superiore.

Definizioni stratigrafiche e GSSP[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio Calloviano fu descritto per la prima volta dal paleontologo francese Alcide d'Orbigny nel 1852. Il suo nome è la forma latinizzata di Kellaways Bridge, un piccolo villaggio situato circa 3 km a NE di Chippenham, nella contea inglese del Wiltshire.

La base del Calloviano è definita dalla prima comparsa negli orizzonti stratigrafici del genere ammonitico Kepplerites, situato alla base della biozona della Macrocephalites herveyi.

Il limite superiore del Calloviano, nonché base del successivo Oxfordiano, è data dalla prima comparsa della specie ammonitica Brightia thuouxensis.

GSSP[modifica | modifica wikitesto]

Il GSSP,[2] il profilo stratigrafico di riferimento della Commissione Internazionale di Stratigrafia, non è ancora stato fissato (2009).

Biozone[modifica | modifica wikitesto]

La Matmor Formation, che fa parte della biozona della Peltoceras athleta del Calloviano, a Makhtesh Gadol in Israele.

Il Calloviano è a volte suddiviso in tre sottostadi (o sottoetà): inferiore, medio e superiore.

Nel dominio Tetide, il Calloviano comprende sei biozone ammonitiche:

Paleogeografia[modifica | modifica wikitesto]

Durante il Calloviano, l'Europa era un arcipelago composto da una dozzina di grandi isole separate da vaste aree di piattaforma continentale. Questo ha dato luogo a depositi marini da acque basse risalenti al Calloviano in Russia, Bielorussia, Polonia, Germania, Francia, Spagna e Inghilterra. Attorno alle antiche linee di costa si trovano spesso sedimenti di origine terrestre, come in Scozia.[3]

Si ritiene che i depositi salini di origine evaporitica di Louann Salt e Campeche Salt, nel Golfo del Messico, abbiano avuto origine da una simile formazione di baie dell'Oceano Pacifico, dove l'acqua bassa è successivamente evaporata, nella zona che corrisponde all'attuale Messico.[4]

Paleontologia[modifica | modifica wikitesto]

Crocodylomorfi[modifica | modifica wikitesto]

Crocodylomorpha del Calloviano
Taxa Presenza Localizzazione Descrizione Immagine
Junggarsuchus Lo Junggarsuchus era un piccolo predatore (lungo circa un metro) appartenente agli sphenosuchia, vissuto in Cina.
Ricostruzione artistica di Metriorhynchus.
Metriorhynchus Carnivoro opportunista che si nutriva di pesci, belemniti, altri animali marini e forse anche carogne. Il Metriorhynchus raggiungeva dimensioni medie attorno ai tre metri, ma gli esemplari più grandi potevano competere con il grande coccodrillo del Nilo.
Steneosaurus

†Ornitischi[modifica | modifica wikitesto]

Ornithischia del Calloviano
Taxa Presenza Localizzazione Descrizione Immagine
Agilisaurus Dashanpu Formation, Sichuan, Cina Bipede erbivoro lungo circa 1,2 m, particolarmente adatto alla corsa. Scoperto in uno dei molti depositi del Calloviano in Cina.
Callovosaurus Inghilterra Primitivo iguanodon dei camptosauridae, lungo circa tre metri e mezzo.
Ferganocephale Kyrgyzstan Probabilmente una forma primitiva di pachycephalosauria.
Hexinlusaurus
Hexinlusaurus multidens
Bathoniano e Calloviano Lower Shaximiao Formation, Sichuan, Cina Piccolo dinosauro degli ornithischia, che si distingue per una caratteristica autapomorfia, la presenza di una marcata concavità che si estende sulla superficie laterale della zona postorbitale.

†Plesiosauri[modifica | modifica wikitesto]

Plesiosauria del Calloviano
Taxa Presenza Localizzazione Descrizione Immagine
Liopleurodon
Liopleurodon, grande pliosaurus del Calloviano.
Pachycostasaurus
Peloneustes
Pliosaurus
Simolestes
Simolestes vorax

†Sauropodi[modifica | modifica wikitesto]

Sauropoda del Calloviano
Taxa Presenza Localizzazione Descrizione Immagine
Abrosaurus L'Abrosaurus era un piccolo sauropode (lungo nove metri) della Cina. Aveva un cranio inusuale.
Atlasaurus
Ferganasaurus
Ferganasaurus verzilini
Sauropode del Kyrgyzstan, che assomigliava al Rhoetosaurus.
Patagosaurus

†Stegosauria[modifica | modifica wikitesto]

Stegosauria del Calloviano
Taxa Presenza Localizzazione Descrizione Immagine
Huayangosaurus Bathoniano e Callovian Lower Shaximiao Formation, Sichuan, Cina Quadrupede erbivoro lungo circa 4,5 metri, con testa piccola e coda con spine. Aveva la caratteristica duplice fila di placche verticali lungo il dorso tipica di tutti gli stegosauri, e due paia di lunghe spine orizzontali alla fine della coda.
Lexovisaurus Lisieux, Francia; Inghilterra settentrionale Il Lexovisaurus era tradizionalmente rappresentato con grandi spine sulle anche e sulle spalle, più alcune placche piatte e dalle punte arrotondate lungo il dorso e la coda. La lunghezza doveva aggirarsi attorno ai cinque metri.
Loricatosaurus Francia; Inghilterra Noto da reperti precedentemente assegnati al Lexovisaurus.

Teropodi[modifica | modifica wikitesto]

Theropoda del Calloviano
Taxa Presenza Localizzazione Descrizione Immagine
Eustreptospondylus Dinosauro predatore di taglia media (dai cinque ai sette metri), simile al Megalosaurus.
Gasosaurus
Gasosaurus constructus
Predatore cinese di dimensioni comprese tra i tre e i quattro metri; il ritrovamento fu sovvenzionato dall'industria petrolifera.
Pedopenna
Szechuanoraptor Teropode cinese di cui manca ancora una descrizione ufficiale.

Ammonitida[modifica | modifica wikitesto]

I membri dell'ordine delle Ammonitida si distinguono dalle altre ammoniti soprattutto per le loro linee di sutura. Le selle e i lobi sono suddivisi molto finemente e le suddivisioni sono di tipo arrotondato. Le ammonoidea di questo tipo rivestono una notevole importanza dal punto di vista biostratigrafico. Questo tipo di sutura è caratteristico delle ammoniti del Giurassico e del Cretacico, ma era già presente fin dal Permiano.

Ammonoidea del Calloviano
Taxa Presenza Localizzazione Descrizione Immagine
Cadomites
Peltoceras solidum, ammonite della Matmor Formation, da Makhtesh Gadol, Israele.
Oecoptychius
Oecotraustes
Oxycerites
Peltoceras

†Belemniti[modifica | modifica wikitesto]

Belemnoidea del Calloviano
Taxa Presenza Localizzazione Descrizione Immagine
Produvalia
Belemnite del Calloviano dalla Zohar Formation, Israele settentrionale.

Nautiloidi[modifica | modifica wikitesto]

Nautiloidea del Calloviano
Taxa Presenza Localizzazione Descrizione Immagine
Somalinautilus
Varietà di fossili di nautiloidi.

Neocoleoidi[modifica | modifica wikitesto]

Neocoleoidea of the Callovian
Taxa Presence Location Description Images
Proteroctopus
Proteroctopus ribeti
Rhomboteuthis
Rhomboteuthis lehmani
Fossile piritizzato diRhomboteuthis lehmanida La Voulte-sur-Rhône, France.
Vampyronassa
Vampyronassa rhodanica
Fossile piritizzato di Vampyronassa rhodanica, da La Voulte-sur-Rhône, Francia.

Schemi[modifica | modifica wikitesto]

era Mesozoica
periodo Triassico periodo Giurassico periodo Cretacico
periodo Giurassico
Giurassico inferiore Giurassico medio Giurassico superiore
Hettangiano · Sinemuriano · Pliensbachiano · Toarciano Aaleniano · Bajociano · Batoniano · Calloviano Oxfordiano · Kimmeridgiano · Titoniano


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Chronostratigraphic chart 2014, ICS. URL consultato l'11 agosto 2014.
  2. ^ Global Boundary Stratotype Section and Point (GSSP) of the International Commission of Stratigraphy, Status on 2010.
  3. ^ Elmi, S. & Babin, C.; 2002: Histoire de la Terre, Dunod, Paris (2a ed.), fig.55.
  4. ^ Amos Salvador, Late Triassic‐Jurassic Paleogeography and Origin of Gulf of Mexico Basin in AAPG Bulletin, vol. 71, nº 4, 1987, pp. 419‐451. URL consultato il 9 marzo 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Elmi, S. & Babin, C.; 2002: Histoire de la Terre, Dunod, Paris (2nd ed.), ISBN 2-10-006631-5.
  • Gradstein, F.M.; Ogg, J.G. & Smith, A.G.; 2004: A Geologic Time Scale 2004, Cambridge University Press.
  • Alcide d'Orbigny; 1842: Paléontologie française. 1. Terrains oolitiques ou jurassiques. 642 p, Bertrand, Paris.
  • Wilson M.A., Feldman H.R., Krivicich E.B., Bioerosion in an equatorial Middle Jurassic coral-sponge reef community (Callovian, Matmor Formation, southern Israel), Palaeogeography, Palaeoclimatology, Palaeoecology, volume 289, pagine 93–101, 2010, doi 10.1016/j.palaeo.2010.02.019

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]