Steneosaurus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Steneosaurus
Steneosaurus Holzmaden.jpg
Stato di conservazione
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Sauropsida
Infraclasse Archosauria
Ordine Crocodylia
Famiglia Teleosauridae
Genere Steneosaurus
(Saint-Hilaire, 1825)
Specie
  • S. bollensis
  • S. larteti
  • S. rostrominor
  • S. rudis

Lo steneosauro (gen. Steneosaurus) è un coccodrillo fossile, vissuto nel Giurassico inferiore (circa 190 milioni di anni fa) in Europa.

Un "gaviale" del Giurassico[modifica | modifica sorgente]

Questo coccodrillo aveva un aspetto molto simile a quello dell'odierno gaviale del Gange (Gavialis gangeticus) pur non essendo strettamente imparentato. Lo steneosauro fa parte di quel gruppo di coccodrilli noti come talattosuchi (Thalattosuchia), il cui nome significa "coccodrilli di mare". Le abitudini di questi animali, infatti, dovevano essere strettamente marine: il corpo allungato, la coda lunga e le zampe corte di Steneosaurus fanno supporre un habitat prettamente marino, anche se questo animale doveva essere in grado di ritornare sulla terraferma. Il cranio allungato, dotato di mandibole strettissime e fornite di denti aguzzi, era perfetto nella caccia a prede guizzanti come i pesci.

Alcuni fossili bellissimi di questo animale lunghi circa 3 metri e appartenenti alla specie Steneosaurus bollensis, sono stati rinvenuti in Germania, nel giacimento di Holzmaden.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili