Ordine del distintivo d'onore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ordine del distintivo d'onore
Орден «Знак Почёта»
Znakpocheta2.jpg
Distintivo dell'ordine
Flag of the Soviet Union.svg
Unione Sovietica
Tipologia ordine civile
Status cessato
Istituzione 25 novembre 1935
Cessazione 28 dicembre 1988
Motivo della cessazione creazione di una nuova onorificenza
Precedenza
Ordine più alto Ordine dell'Amicizia tra i popoli
Ordine più basso Ordine della Gloria del lavoro
Ordine del Distintivo d'onore
Nastro dell'ordine
Medaglia dell'ordine d'Onore

L'ordine del distintivo d'onore (in cirillico Орден «Знак Почёта») è stata un’onorificenza civile dell'Unione Sovietica.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Istituito il 25 novembre 1935 l'ordine veniva conferito a cittadini sovietici che avessero conseguito risultati straordinari in campo produttivo o avessero dato contributi di particolare importanza alla ricerca scientifica applicata o di base. Esso poteva inoltre venire assegnato per attività sociali volte alla promozione dei legami economici, scientifici, tecnologici, culturali o di altra natura tra l'URSS e i paesi stranieri; potevano essere premiate anche istituzioni pubbliche, fabbriche incluse.

La decorazione era considerata di livello intermedio tra l'Ordine dell'Amicizia tra i popoli (superiore) e quello della Gloria del lavoro.

L'ordine fu conferito per la prima volta il 26 novembre 1935 e, in totale, venne assegnato in 1.574.368 occasioni.

Esso fu in seguito rimpiazzato dall'Ordine d'onore, un'onorificenza creata con decreto del Presidium del Soviet Supremo del 28 dicembre 1988. A seguito della dissoluzione dell'Unione Sovietica quest'ultima venne a sua volta sostituita, con decreto del presidente della Federazione Russa N° 442 del 2 marzo 1994, da un'omonima onorificenza russa.[1]

Alcuni premiati celebri[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ельцин, Б.Н. (2 марта 1993 г.). "Указ Президента Россиийской Федерации о госудаственных наградах Российской Федерации"

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]