Oranienbaum (reggia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Edificio civile}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Facciata sud
Facciata nord

Oranienbaum (in russo: Ораниенба́ум?) è una residenza della casa imperiale russa situata sul golfo di Finlandia a Lomonosov, località ad ovest di San Pietroburgo: l'insieme del palazzo, del parco ed il centro della relativa cittadina sono stati proclamati patrimonio mondiale dell'Unesco.

Nel 1707, quattro anni dopo che la fondazione di San Pietroburgo, Pietro il Grande assegnò i terreni vicino alla spiaggia al suo braccio destro, Aleksandr Danilovič Menšikov, che incaricò gli architetti Giovanni Maria Fontana e Gottfried Schädel di costruirgli una residenza: in diciassette anni, dal 1710 al 1727 eressero il "Palazzo Menshikov", da non confondersi con l'omonimo a San Pietroburgo, opera degli stessi architetti. La parte centrale del palazzo è collegata da due gallerie con i padiglioni a cupola, il Padiglione Giapponese ed il Padiglione della Chiesa.

Il Giardino Inferiore, decorato con fontane e sculture, ed il Giardino Superiore furono piantumati nello stesso periodo. Il palazzo è più vicino al Giardino Inferiore, la cui asse principale è un canale che conduce al mare, imitazione di quello progettato da Pietro il Grande per la sua residenza a Peterhof.

Menshikov perse i favori della Corte subito dopo la morte di Pietro e morì in esilio, ed il palazzo restò alla sua famiglia. Nel 1743 Oranienbaum si trasformò nella residenza estiva del granduca Pëtr Fedorovič, erede dell'imperatrice Elisabetta I di Russia e futuro imperatore Pietro III: durante gli ultimi dieci anni del regno di Elisabetta, Bartolomeo Rastrelli ricostruì il Gran Palazzo aggiungendovi decorazioni.

Dal 1756 al 1762, l'architetto Antonio Rinaldi costruì la fortezza di Peterstadt sulla sponda del fiume Karost per il granduca Pietro: divenuta imperatrice la moglie di questi, l'imperatrice Caterina II gli ordinò la costruzione della residenza chiamata "La mia casa di campagna". Per quello scopo Rinaldi costruì il Palazzo Cinese (1762-1768), un misto di architettura barocca motivi cinesi e classici, il padiglione di Katalnaya Gorka (delle "montagne russe") (1762-1774), un padiglione a cupola ed un Arco di trionfo coronato da una guglia. Il Parco Superiore fu ripiantumato dal 1750 al 1770.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]