Isole Soloveckie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Isole Soloveckie
Соловецкие острова
Solovki3.JPG
Geografia fisica
Localizzazione Mar Bianco
Coordinate 65°05′N 35°40′E / 65.083333°N 35.666667°E65.083333; 35.666667Coordinate: 65°05′N 35°40′E / 65.083333°N 35.666667°E65.083333; 35.666667
Superficie 347 km²
Numero isole 6
Isole principali Bol'šoj Solovkij, Anzerskij
Altitudine massima 86 m s.l.m.
Geografia politica
Stato Russia Russia
Distretto Federale Nordoccidentale
Divisione 2 Oblast' di Arcangelo
Demografia
Abitanti 968 (2002)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Russia Europea
Isole Soloveckie

[senza fonte]

voci di isole presenti su Wikipedia
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Insieme storico e culturale delle Isole Solovki
(EN) Cultural and Historic Ensemble of the Solovetsky Islands
Prokudin solovki2.jpg
Tipo Culturali
Criterio (iv)
Pericolo Non in pericolo
Riconosciuto dal 1992
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda

Le isole Soloveckie (in russo: Солове́цкие острова?), note anche con il nome di Solovki (in russo: Соловки?) o Solovetskij, sono un arcipelago del Mar Bianco, nel Distretto Federale Nordoccidentale della Russia. Distano 160 km dal Circolo polare artico, 250 km dal confine con la Finlandia, 700 da San Pietroburgo e 1.200 da Mosca.

Situate nella baia del fiume Onega, le isole amministrativamente appartengono all'Oblast' di Arcangelo. Sono note per essere state sede del primo campo di lavoro sovietico e per essere state utilizzate come paradigma da Aleksandr Solzhenicyn per descrivere l'intero sistema dei gulag nell'opera Arcipelago Gulag. Secondo il censimento russo del 1989 la popolazione era di 1317 persone, scese a 968 nel 2002 (censimento russo) ed a 861 nel 2010.[1]

Dal 1974 le isole sono riserva naturale. L'arcipelago può essere raggiunto:

Nel 1992 sono state inserite tra i Patrimoni dell'umanità «quali esempio di insediamento monastico nell'inospitale ambiente dell'Europa settentrionale che illustra ammirevolmente la fede, la tenacità e l'iniziativa delle comunità religiose del tardo medioevo» [2].

Geografia[modifica | modifica sorgente]

L'arcipelago, che è il più grande arcipelago del Mar Bianco, è composto da sei isole principali più un centinaio di piccole isole, isolotti e scogli, è noto con il nome collettivo di isole Solovki. La superficie totale dell'arcipelago è di 347 km². Le isole principali sono:

Le coste sono molto frastagliate, formate da granito e gesso; la morfologia è prevalentemente ondulata (il punto più alto raggiunge tuttavia solo i 107 metri di quota). Le isole sono parzialmente interessate da zone paludose e sono punteggiate da numerosi laghi uniti da canali artificiali a formare una vera e propria rete. La vegetazione prevalente è la taiga, costituita in prevalenza da pini silvestri e abeti rossi.

Monastero[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Monastero di Solovki.

Il monastero di Solovki (in russo: Соловецкий монастырь?) conserva importanti opere architettoniche risalenti al XVI secolo, ed è uno dei cremlini più settentrionali della Russia. Amministrativamente appartiene all'Oblast' di Arcangelo, anche se fattivamente si trova in Carelia.

Gulag[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi SLON.

Lo SLON, acronimo di Solovkij Lager' Osobogo Naznachenia in russo: Соловецкий Лагерь Особого Назначения ? era un gulag che si trovava sulle Isole Soloveckie. In seguito all'avvento al potere dei comunisti in Russia (1917-18), la proprietà dell'arcipelago venne requisita dallo Stato. Con un decreto firmato da Lenin, gli edifici del monastero furono espropriati e riconvertiti in Solovkij Lager' Osobogo Naznachenia (SLON) [3], vale a dire «Campo per scopi speciali». L'acronimo contiene un gioco di parole: slon, in lingua russa, significa 'elefante' [4].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Всероссийская перепись населения 2010 года. Том 1", (Censimento nazionale per il 2010, vol. 1). Servizio Statistico dello Stato Federale. 2011. Acceduto il 29 giugno 2012.
  2. ^ Le isole sul sito dell'UNESCO
  3. ^ Соловецкий Лагерь Особого Назначения (СЛОН) (RU)
  4. ^ A partire dal 1924 la struttura fu indicata anche con la sigla SLOGPU (Severnje (Solovetskije) Lagerja OGPU) (campo settentrionale (Solovki) dell'OGPU).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]