Operazione unitaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nell'ingegneria chimica, un'operazione unitaria (o azione unitaria[1]) consiste in una singola trasformazione fisica che può avere luogo all'interno di un'apparecchiatura di un impianto chimico. Ogni operazione unitaria può interessare uno o più fenomeni di trasporto contemporaneamente.

Il concetto di "operazione unitaria" fu introdotto per la prima volta da Arthur Dehon Little nel 1915.[1]

Nell'industria chimica l'espressione indica quelle operazioni, spesso legate tra di loro, che realizzano una modifica di stato, forma, o altro sui prodotti da trattare. I termini operazione unitaria e processo unitario non sono equivalenti, infatti l'operazione unitaria è una parte del processo industriale dove avviene una trasformazione di tipo esclusivamente fisico, mentre il processo unitario è una parte del processo industriale dove avviene una trasformazione di tipo esclusivamente chimico.

Elenco delle operazioni unitarie[modifica | modifica sorgente]

La classificazione delle operazioni unitarie non è univoca, e praticamente ogni autore dà una propria interpretazione. Schematizzando al massimo, le operazioni unitarie possono essere classificate nelle seguenti categorie:

Operazioni unitarie di separazione[modifica | modifica sorgente]

Per quanto riguarda la separazione, questa può avvenire:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Foust, op. cit., p. 5

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]