Omraam Mikhaël Aïvanhov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Omraam Mikhaël Aïvanhov

Omraam Mikhaël Aïvanhov (Srpci, 31 gennaio 1900Fréjus, 25 dicembre 1986) è stato un esoterista e pedagogo bulgaro inserito nella tradizione spiritualista giudaico-cristiana e universalista della "Scuola bulgara" di Peter Deunov (1922).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque nel villaggio di Srpci, presso Bitola, nella Macedonia[1].

La sua famiglia era di condizioni molto modeste[2] e suo padre Ivan Dimitrov era un commerciante di carbone di legna a Varna distante più di 600 Km. da Serbtzi. Dopo la presa e il saccheggio del suo villaggio da parte dei Greci (1907) la famiglia si stabilisce a Varna sulle rive del Mar Nero[3].

Mikhaël Aïvanhov scopre nel 1909 il Libro dei Proverbi di Salomone che lo inizia al suo sviluppo spirituale. All'età di 17 anni incontra il maestro spirituale Peter Deunov[4]; studia e mette in pratica il suo insegnamento esoterico cristiano per vent'anni al termine dei quali Deunov lo manda in Francia per tutelare la sua opera dalla minaccia comunista. Mikhaël Aïvanhov lascia allora il suo posto di direttore di collegio presso Sofia, i suoi parenti e il suo paese natale.

In Francia il 22 luglio 1937, impara la lingua francese in sei mesi «da solo, ascoltanto la gente o la radio, andando al cinema».

Tiene la sua prima conferenza a Parigi il 31 gennaio 1938.

Nel 1946 una prima raccolta delle sue conferenze del 1938 viene pubblicata con il titolo Amore, saggezza, verità con una introduzione di Lanza del Vasto. Nel febbraio 1944, mentre stava preparando la venuta in Francia del suo maestro, gli giunge la notizia della sua morte.

Mikhaël Aïvanhov riprenderà il suo insegnamento fino a quando deciderà di partire per l'India. L'11 febbraio 1959 parte alla volta dell'Himalaya, del Cachemire, del Gulmarg, di Calcutta, di Tiruvannamalaï, del Ganeshpuri.

Racconta di aver incontrato in India diversi maestri spirituali tra i quali Mâ Ânanda Moyî (1896-1982), swâmi Nityananda (1896-1961), Anâgârika Govinda (1898-1985), swâmi Shivananda (1887-1963) ma soprattutto il 17 giugno 1959 Neem Karoli Baba (?-1973)[5], che egli assimila più o meno al mitico Mahavatar Babaji[6]

Neem Karoli Baba chiama Frate Michele il "sadu francese" (il saggio francese)[7].

Omraam Mikhaël Aïvanhov[8] rientra dall'India in Francia un anno più tardi il 9 febbraio 1960. A partire da questa data sarà chiamato "maestro". Negli anni che seguirono egli divide il suo tempo fra viaggi e insegnamento visitando i luoghi santi del pianeta, tenendo più di 4500 conferenze.

Dall'aprile 1974 cominciano ad essere pubblicate le sue "opere complete" dalle edizioni Prosveta del Frejus in 32 volumi. Nel gennaio 1984 «incontra il presidente Ronald Reagan e la medium Jeane Dixon».

Muore a Bonfin vicino a Fréjus, il 25 dicembre 1986.

Alcuni discepoli hanno raccontato quando ancora era vivo di sue straordinarie e meravigliose guarigioni[9]

L'insegnamento[modifica | modifica wikitesto]

Il tema dominante delle sue opere è l'uomo e il suo perfezionamento. Nel solco della tradizione, l'autore ha proposto nuovi metodi per affrontare i problemi dell'esistenza, per una migliore comprensione della vita interiore e una migliore condotta nella vita quotidiana. Anche i riferimenti alla scienza dei simboli, all'astrologia, alla cabala, all'alchimia, non sono l'oggetto di speculazioni astratte ma servono, secondo i propositi dell'autore, ad illuminare i fenomeni della vita interiore. Aïvanhov ha tenuto a partire dal 1938, fino al 1986, circa 4500 conferenze in francese, dapprima in Francia a Parigi e nella regione limitrofa, e più tardi a Fréjus, poi in Svizzera, in Canada, negli Stati Uniti, in India, in Svezia e in Norvegia. Le sue conferenze, inizialmente stenografate, a partire dal 1960 sono state registrate su bande magnetiche, poi su videocassette, e infine diffuse, a partire dal 1972 in opere a stampa, tradotte in una trentina di lingue.

Opere (tradotte in italiano)[modifica | modifica wikitesto]

L'Insegnamento del Maestro Aïvanhov è esclusivamente orale. Le opere qui di seguito elencate sono quindi redatte a partire da conferenze improvvisate, stenografate o registrate su nastri magnetici

Collezione Opera Omnia:

  • La seconda nascita
  • Il granello di senape
  • Le potenze della vita
  • L'armonia
  • I misteri di Iesod
  • Linguaggio simbolico, linguaggio della natura
  • "In principio era il Verbo"
  • Lo yoga del sole - Gli splendori di Tiphéret
  • La chiave essenziale - per risolvere i problemi dell'esistenza
  • Le leggi della Morale Cosmica - Si raccoglie ciò che si semina
  • La nuova terra - Metodi, esercizi, formule, preghiere
  • Amore e sessualità
  • La sessualità forza del cielo - Amore e sessualità II
  • Conosci te stesso - Jnana yoga
  • La nuova religione solare e universale I
  • La nuova religione solare e universale II
  • La pedagogia iniziatica I
  • La pedagogia iniziatica II
  • I frutti dell'albero della Vita - La tradizione kabbalistica

Collezione Izvor:

  • Verso una civiltà solare
  • L'uomo alla conquista del suo destino
  • L'educazione inizia prima della nascita
  • Lo yoga della nutrizione
  • La forza sessuale o il Drago alato
  • La filosofia dell'Universalità
  • Che cos'è un Maestro spirituale
  • La conquista interiore della pace
  • Natale e Pasqua nella tradizione iniziativa
  • L'albero della conoscenza del bene e del male
  • La libertà vittoria dello Spirito
  • La Luce spirito vivente
  • Natura umana e natura divina
  • La galvanoplastica spirituale e l'avvenire dell'umanità
  • Le parabole di Gesù interpretate dalla Scienza iniziatica
  • I segreti del libro della natura
  • Nuova luce sui Vangeli
  • Il linguaggio delle figure geometriche
  • Centri e corpi sottili - aura, plesso solare, centro hara, chakra
  • Lo zodiaco chiave dell'uomo e dell'universo
  • Il lavoro alchemico ovvero la ricerca della perfezione
  • La vita psichica: elementi e strutture
  • Creazione artistica e creazione spirituale
  • Potenze del pensiero
  • Armonia e salute
  • Il libro della Magia divina
  • Regole d'oro per la vita quotidiana
  • Le porte dell'invisibile
  • Il senso del silenzio
  • Commento all'Apocalisse
  • I semi della felicità
  • Le rivelazione del fuoco e dell'acqua
  • Un avvenire per la gioventù
  • La verità frutto della saggezza e dell'amore
  • In Spirito e in Verità
  • Dall'uomo a Dio
  • La Bilancia cosmica
  • La fede che sposta le montagne
  • L'amore più grande della fede
  • Che cos'è un figlio di Dio?
  • La pietra filosofale

Collana Sintesi:

  • "Voi siete dèi" - L'essenza divina che è in noi
  • "Cercate il Regno di Dio e la Sua Giustizia"

Collana Brochures

  • Meditazioni al sorgere del sole
  • La respirazione
  • L'Anima


  • "Per diventare un libro vivente - Elementi autobiografici 1"

Film[modifica | modifica wikitesto]

  • La Présence d'un maître: film documentario scritto da Hubert Mansion e realizzato da Emy Tamko, Produzione Gamahaé, 2012 (durata 67 minuti).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Successivamente inclusa nell'Impero Ottomano (1389-1912), nel Regno di Serbia, (1912), nel Regno dei Serbi, Croati e Sloveni (1918), nel Regno di Jugoslavia (1929), nella Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia (1945), infine nella Repubblica di Macedonia (1991)
  2. ^ [1]
  3. ^ Georg Feuerstein, La Vie et l'Enseignement d'Omraam Mikhaël Aïvanhov (1992), Fréjus, Éditions Prosveta, 1996, p. 33.
  4. ^ Su Peter Deunov : O. M. Aïvanhov, Œuvres Complètes (O.C.), Fréjus, Prosveta, t. I : La deuxième naissance, chap. 7 : "Le maître Peter Deunov" (1946) ; Hommage au maître Peter Deunov, Fréjus, Prosveta, coll. "Izvor", 1991, 114 p ; Éléments d'autobiographie, t. 2 : Auprès du Maître Peter Deunov, Prosveta, 2010, 453 p.
  5. ^ Ram Dass, Miracle of Love. Stories about Neem Karoli Baba, Hanuman Foundation, Santa Fe, Nouveau-Mexique, U.S.A., 1979. Dada Mukerjee, By His Grace. A Devotee's Story, Hanuman Foundation, 2001.
  6. ^ Yogananda, Autobiographie d'un yogi (1946), chap. 33, 34 et 36, trad., Paris, Adyar, 2003. Marshall Govindan, M. Babaji et la tradition du Kriya-Yoga des 18 Siddhas (1991), trad., Montréal, Éditions Kriya, 1991.
  7. ^ O. M. Aïvanhov, Éléments d'autobiographie, t. I, Prosveta, 2009, p. 224-255. Louise-Marie Frenette, La vie d'un Maître en Occident, Éditions AdA, Québec, Canada, 2008, p. 315-317.
  8. ^ O. M. Aïvanhov, O.C., t. XXV : Le Verseau et l'avènement de l'Âge d'or, Prosveta, 1979, p. 132.
  9. ^ Svezda (Stella Bellemin) dans Vie et enseignement en France du Maître Omraam Mikhaël Aïvanhov (Éditions F.B.U., 1971), André Jehan dans Qui est le Maître Omraam Mikhaël Aïvanhov (Éditions Prosveta, 1974).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Louise-Marie Frenette: Omraam Mikhaël Aïvanhov - Il cammino della luce ed. Mediterranee.
  • Michel Mirabail: "Dizionario dell'esoterismo" Edizioni Mondadori.
  • Agnès Lejbowicz: Omraam Mikhaël Aïvanhov e l’insegnamento della fratellanza. Edizioni Prosveta.
  • Paola Giovetti, I Grandi Iniziati del Nostro Tempo, Edizioni Mediterranee.
  • Georg Feurstein: La vie et l'Inseignement d'Omraam Mikhaël Aïvanhov - Le mystere de la lumière.
  • Pierre A. Riffard: L'esoterismo voll. 2 - Biblioteca Universale Rizzoli, 1996.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 29528950 LCCN: n50040838

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie