Ole Ritter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ole Ritter
Dati biografici
Nome Ole Jørgen Phister Ritter
Nazionalità Danimarca Danimarca
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 1978
Carriera
Squadre di club
1967-1970 Germanvox Germanvox
1971-1972 Dreher Dreher
1973 Bianchi Bianchi
1974-1975 Filotex Filotex
1976 Sanson Sanson
Stratos Buler
Akai
1977 Stratos Buler-Germanvox
Akai
1978 Individuale
Nazionale
1964-1975 Danimarca Danimarca
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su strada
Argento Salò 1962 In linea Dil.
Argento Salò 1962 Cronosquadre
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su pista
Argento Roma 1968 Inseg. Ind.
 

Ole Jørgen Phister Ritter (Slagelse, 29 agosto 1941) è un ex ciclista su strada e pistard danese. Professionista dal 1967 al 1978, fu medaglia d'argento ai Campionati mondiali dilettanti 1962 in linea e nella cronometro a squadre e nel 1968 nell'inseguimento individuale.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Tra i successi da dilettane si ricordano i tre campionati danesi su strada del 1962, 1964 e 1966 e le medaglie d'argento ai Campionati mondiali 1962 di Salò nella corsa in linea e nella cronometro a squadre 4x100 chilometri.

Forte soprattutto nelle corse contro il tempo, conquistò tre tappe al Giro d'Italia, che concluse in due occasioni fra i primi dieci della classifica generale e, nel 1968, stabilì il record dell'ora, poi superato da Eddy Merckx quattro anni dopo. Fu anche vicecampione del mondo su pista nel 1968 a Roma nell'inseguimento individuale e campione europeo nella specialità del derny nel 1976.

Vinse anche alcune Sei Giorni, una delle quali in coppia con Patrick Sercu.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

16ª tappa Giro d'Italia (Mantova > Verona, cronometro)
Trofeo Matteotti
17ª tappa Giro d'Italia (Celle Ligure > Pavia)
2ª tappa Parigi-Nizza (Joigny > Autun)
Gran Premio Industria di Belmonte Piceno
Gran Premio Castrocaro Terme-Forlì (cronometro)
Gran Premio Cynar - Lugano (cronometro)
4ª tappa, 1ª semitappa Giro di Sardegna (Cronometro, Sassari > Porto Torres)
20ª tappa, 2ª semitappa Giro d'Italia (Linate > Milano, cronometro)
Gran Premio Diessenhofen (cronometro)
Gran Premio di Roskilde (cronometro)
Gran Premio di Copenaghen (cronometro)
Gran Premio Rolin - Lugano (cronometro)
3ª tappa Giro di Puglia (Manfredonia > Monte Sant'Angelo)
Gran Premio di Roskilde (cronometro)

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Sei giorni di Herning (con Leo Duyndam)
Sei giorni di Herning (con Leo Duyndam)
Campionati europei di derny
Sei giorni di Copenaghen (con Patrick Sercu)

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Record dell'ora (48,739km)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1967: ritirato
1968: 49º
1969: ritirato (20ª tappa)
1970: 9º
1971: 24º
1972: 11º
1973: 7º
1974: ritirato (14ª tappa)
1976: ritirato (9ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1973: 59º
1975: 85º
1976: 32º
1972: 9º
1973: 15º
1975: 20º
1976: 19º
1969: 14º
1970: 6º
1972: 12º
1974: 9º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]