Linea di successione al trono di Svezia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo stemma della monarchia svedese.

La linea di successione al trono di Svezia segue attualmente il criterio della primogenitura eguale, il che significa che il trono spetta al figlio primogenito, indipendentemente dal sesso.

Fino al 1980, invece, era in vigore la legge salica, che escludeva le femmine dalla successione al trono. Nel 1980 il leader socialista Olof Palme abolì la legge salica, introducendo la primogenitura eguale.

La modifica di Palme fu retroattiva, sollevando non poche polemiche per aver spostato Carlo Filippo, secondogenito del re Carlo XVI Gustavo e principe ereditario, al secondo posto nella linea di successione dopo sua sorella Vittoria, primogenita, privandolo così dei suoi diritti di successione già acquisiti.

Linea di successione[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente la linea di successione al re Carlo XVI Gustavo di Svezia è la seguente:

  1. Sua altezza reale la principessa Vittoria, duchessa di Västergötland; figlia del Re Carlo Gustavo.
  2. Sua altezza reale la principessa Estelle, duchessa di Östergötland; figlia della principessa Vittoria.
  3. Sua altezza reale il principe Carlo Filippo, duca di Värmland; secondogenito del re Carlo Gustavo.
  4. Sua altezza reale la principessa Maddalena, duchessa di Hälsingland e di Gästrikland; figlia minore del Re Carlo Gustavo.
  5. Sua altezza reale la principessa Leonore, duchessa di Gotland; figlia della principessa Maddalena.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]