Linea di successione al trono dei Paesi Bassi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo stemma della monarchia olandese.

La linea di successione al trono dei Paesi Bassi segue il criterio della primogenitura eguale, il che significa che il trono spetta al figlio primogenito indipendentemente dal sesso.

A differenza di altri stati, la legge salica non è mai stata applicata nei Paesi Bassi fin dall'inizio della monarchia, nel 1814. La costituzione del 1814 stabiliva che al sovrano succedesse suo figlio maschio (o suo nipote), seguito dal fratello del re e dai figli. Qualora non ci fossero stati più eredi maschi, il trono sarebbe passato alla femmina più prossima in linea di successione.

La costituzione del 1887 modificò leggermente questa legge, in modo tale da dare alla figlia del re la precedenza rispetto al fratello del re.

Nel 1884 morì l'ultimo figlio maschio del re Guglielmo III dei Paesi Bassi, rendendo così la principessa Guglielmina erede al trono. Guglielmo III fu anche granduca del Lussemburgo, ma, poiché in Lussemburgo la legge salica è in vigore, a lui successe Adolfo, suo lontano parente.

Nel 1922 la costituzione venne modificata per limitare la linea di successione a tre gradi di parentela dal sovrano regnante.[1] La nascita del principe Guglielmo Alessandro, nel 1967, fu la prima di un erede al trono di sesso maschile nella famiglia reale olandese dal 1884.

Linea di successione[modifica | modifica wikitesto]

La linea di successione a sua maestà il re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi è la seguente:

  1. Sua Altezza reale Caterina Amalia di Orange-Nassau, principessa dei Paesi Bassi e principessa di Orange-Nassau, figlia primogenita del re.
  2. Sua altezza reale la principessa Alexia dei Paesi Bassi, principessa di Orange-Nassau, seconda figlia del re.
  3. Sua altezza reale la principessa Ariane dei Paesi Bassi, principessa di Orange-Nassau, terza figlia del re.
  4. Sua altezza reale il principe Costantino dei Paesi Bassi, principe di Orange-Nassau, fratello del re, terzo figlio della regina Beatrice dei Paesi Bassi.
  5. Contessa Eloise di Orange-Nassau, prima figlia del principe Costantino.
  6. Conte Claus-Casimir di Orange-Nassau, figlio del principe Costantino.
  7. Contessa Leonore di Orange-Nassau, seconda figlia femmina del principe Costantino.
  8. Sua altezza reale la principessa Margherita dei Paesi Bassi, principessa di Orange-Nassau, principessa di Lippe-Biesterfeld, zia del re, terza figlia della regina Giuliana dei Paesi Bassi e sorella della regina Beatrice.

Persone escluse dalla linea di successione[modifica | modifica wikitesto]

  • Il principe Friso, morto il 12 agosto 2013[2], secondogenito della regina Beatrice, venne rimosso dalla linea di successione nel 2004 quando si sposò senza l'obbligatoria approvazione del parlamento olandese. Anche le sue due figlie, Luana e Zaria, sono escluse dalla linea di successione.
  • Pietro Cristiano di Orange-Nassau van Vollenhoven e Floris di Orange-Nassau van Vollenhoven (i due figli della principessa Margherita) sono stati rimossi dalla linea di successione perché avevano entrambi deciso di non chiedere l'obbligatoria approvazione del parlamento ai loro matrimoni.
  • Due sorelle della regina, Irene e Cristina, sono state rimosse dalla linea di successione quando si sono sposate senza l'approvazione del parlamento.
Schema dell'attuale linea di successione.

██ Persone in linea di successione.

██ Persone fuori dalla linea di successione.

██ Persone decedute o che non sono in linea di successione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I gradi di parentela sono conteggiati in base al diritto romano: si conta il numero di nascite fra due persone attraverso il loro antenato comune.
  2. ^ Olanda, morto il principe Johan Friso A febbraio 2012 fu travolto da una valanga

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Paesi Bassi Portale Paesi Bassi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Paesi Bassi