Leopoldo José Brenes Solórzano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leopoldo José Brenes Solórzano
cardinale di Santa Romana Chiesa
Leopoldo José Cardinal Brenes Solórzano.JPG
Coat of arms of Leopoldo Jose Brenes Solorzano.svg
Tu me has enviado
Titolo Cardinale presbitero di San Gioacchino ai Prati di Castello
Incarichi attuali Arcivescovo metropolita di Managua
Primate del Nicaragua
Incarichi ricoperti Vescovo ausiliare di Managua
Vescovo di Matagalpa
Presidente della Conferenza Episcopale del Nicaragua
Presidente del Segretariato Episcopale dell'America Latina e Panamá
Nato 7 marzo 1949 a Ticuantepe
Ordinato presbitero 16 agosto 1974 dall'arcivescovo Miguel Obando Bravo (poi cardinale)
Nominato vescovo 13 febbraio 1988 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Consacrato vescovo 19 marzo 1988 dal cardinale Miguel Obando Bravo
Elevato arcivescovo 1º aprile 2005 da papa Giovanni Paolo II (poi santo)
Creato cardinale 22 febbraio 2014 da papa Francesco

Leopoldo José Brenes Solórzano (Ticuantepe, 7 marzo 1949) è un cardinale e arcivescovo cattolico nicaraguense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Ticuantepe il 7 marzo 1949.

Riceve l'ordinazione sacerdotale il 16 agosto 1974 dall'arcivescovo Miguel Obando Bravo.

Il 13 febbraio 1988 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo ausiliare di Managua e vescovo titolare di Maturba; riceve l'ordinazione episcopale il 19 marzo successivo dalle mani del cardinale Miguel Obando Bravo, coconsacranti gli arcivescovi Paolo Giglio ed Arturo Rivera Damas, S.D.B.

Lo stesso pontefice il 2 novembre 1991 lo nomina vescovo di Matagalpa.

Il 1º aprile 2005 papa Giovanni Paolo II, il giorno prima della sua morte, lo eleva alla dignità arcivescovile nominandolo arcivescovo metropolita di Managua e primate del Nicaragua in sostituzione del cardinale Miguel Obando Bravo.

Dallo stesso 2005 è stato Presidente della Conferenza Episcopale Nicaraguense, ruolo cessato nel 2011 quando gli è successo René Sócrates Sándigo Jirón, vescovo di Juigalpa.

Il 12 gennaio 2014 papa Francesco ne annuncia la creazione a cardinale nel concistoro del 22 febbraio seguente, nel quale lo crea cardinale presbitero di San Gioacchino ai Prati di Castello.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Genealogia episcopale.

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Successione apostolica.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Maturba Successore BishopCoA PioM.svg
Luis Gabriel Romero Franco 13 febbraio 1988 - 2 novembre 1991 Luiz Antônio Guedes
Predecessore Vescovo di Matagalpa Successore BishopCoA PioM.svg
Carlos José Santi Brugia O.F.M. 2 novembre 1991 - 1º aprile 2005 Jorge Solórzano Pérez
Predecessore Arcivescovo metropolita di Managua Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Miguel Obando Bravo dal 1º aprile 2005 in carica
Predecessore Primate del Nicaragua Successore PrimateNonCardinal PioM.svg
Miguel Obando Bravo dal 1º aprile 2005 in carica
Predecessore Presidente della Conferenza Episcopale del Nicaragua Successore Mitra heráldica.svg
César Bosco Vivas Robelo novembre 2005 - novembre 2011 René Sócrates Sándigo Jirón
Predecessore Presidente del Segretariato Episcopale dell'America Latina e Panamá Successore Mitra heráldica.svg
José Francisco Ulloa Rojas 2011 - novembre 2012 José Domingo Ulloa Mendieta, O.S.A.
Predecessore Cardinale presbitero di San Gioacchino ai Prati di Castello Successore CardinalCoA PioM.svg
Michele Giordano dal 22 febbraio 2014 in carica