Consiglio episcopale latinoamericano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Consiglio episcopale latinoamericano (Consejo Episcopal Latinoamericano, CELAM) è un organismo della chiesa cattolica che raggruppa i vescovi dell’America latina e dei Caraibi.

Storia e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il CELAM nasce nel 1955, quando a Rio de Janeiro, dal 25 luglio al 4 agosto, si riunirono per la prima volta i vescovi latinoamericani, che gettarono le basi per la sua costituzione, che ricevette l’approvazione di papa Pio XII.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni 4 anni si riunisce l’assemblea ordinaria, composta dai presidenti delle conferenze episcopali della regione, per definire gli orientamenti pastorali ed eleggere i vari dirigenti del CELAM.

Periodicamente si riunisce inoltre l’assemblea plenaria di tutti i vescovi del CELAM. Finora sono cinque le conferenze generali degli episcopati latinoamericani:

  1. Rio de Janeiro (Brasile), 1955
  2. Medellin (Colombia), 1968
  3. Puebla (Messico), 1979, con la presenza di Giovanni Paolo II
  4. Santo Domingo (Repubblica Dominicana), 1992
  5. Aparecida (Brasile), 2007, con la presenza di Benedetto XVI

Al suo interno, il CELAM si compone di sette dipartimenti: comunione ecclesiale e dialogo, missione e spiritualità, vocazioni e ministeri, famiglia e vita, cultura e educazione, giustizia e solidarietà, comunicazioni sociali.

L’attuale presidente è l'arcivescovo Carlos Aguiar Retes, arcivescovo di Tlalnepantla.

Membri del CELAM[modifica | modifica wikitesto]

Cronotassi dei presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo