Karaoke (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Karaoke
Logo del programma Karaoke
Anno 19921995
Genere Intrattenimento e Talent show
Edizioni 3
Durata 30 min
Produttore Margherita Caligiuri (per R.T.I.)
Presentatore Fiorello (1992–1994)
Fiorellino ed Antonella Elia (1995)
Regia Franco Bianca
Rete Italia 1
Mediaset Extra (repliche 2011)

Karaoke è stata una trasmissione televisiva degli anni '90, in onda su Italia 1. La prima puntata è andata in onda il 28 settembre 1992.

Il programma[modifica | modifica wikitesto]

Il conduttore storico è stato Fiorello, che è stato lanciato proprio grazie a questa trasmissione. Curato da Fatma Ruffini e prodotto da Margherita Caligiuri, il programma andava in onda tutte le sere alle ore 20:00, e durava 30 minuti. La formula era molto semplice: si alternavano dei concorrenti che cantavano delle canzoni in karaoke. Al termine veniva votato dal pubblico il vincitore. Con questo programma viene lanciata la moda del karaoke anche in Italia. La trasmissione andava in onda ogni sera da una piazza in diverse città italiane, e con gli anni il seguito di pubblico si è fatto via via sempre più massiccio fino a diventare un fenomeno di costume sociale[1]. A detta dello stesso Fiorello quando partì la trasmissione ci furono ascolti bassissimi, tanto che i dirigenti di rete avrebbero volentieri cancellato il programma al termine della messa in onda delle puntate già registrate. L'esponenziale e repentina crescita degli ascolti, iniziata proprio durante la trasmissione delle ultime puntate registrate, portò Mediaset (allora con il nome di Fininvest) a dare ancora fiducia al format, divenuto presto concorrente fortissimo ai telegiornali trasmessi in contemporanea[2]. Dal 1994 c'è stata anche una versione serale chiamata Superkaraoke. In una di queste puntate anche l'allora sindaco di Roma Francesco Rutelli si è prestato a cantare la canzone Roma nun'fà la stupida stasera, tratta da Rugantino. Nell'ultima stagione la trasmissione è stata condotta da Antonella Elia e Giuseppe Fiorello (fratello minore di Fiorello), allora conosciuto come Fiorellino, che però portarono la trasmissione alla chiusura nel 1995, per i bassi ascolti. Dal 2 maggio 2011 la trasmissione è stata replicata sul canale digitale terrestre Mediaset Extra nella fascia preserale,[3] ma le riproposizioni sono state interrotte dopo poche settimane. In passato era stato riproposto nel palinsesto notturno di Italia 1. In primavera, lo storico talent show degli anni 90 compare come parodia ufficiale nella puntata dell'edizione 2012 di Scherzi a parte, in onda su Canale 5 con Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu.

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la chiusura del programma, si è venuti a conoscenza che alcune persone appartenenti al mondo dello spettacolo, ma all'epoca ancora sconosciute, avevano partecipato al programma. Tra questi c'erano le future popstar Elisa, Silvia Salemi, Tiziano Ferro e Annalisa Minetti, mentre si esibirono anche la futura VJ Camila Raznovich e l'attrice Laura Chiatti.

Programmi simili[modifica | modifica wikitesto]

Sempre su Italia 1, nei mesi di aprile e maggio del 2004, andava in onda nel week-end e nello stesso orario 3, 2, 1 Baila (condotto da Enrico Papi con Julia Smith), che il quale era formulato nella sfida dei concorrenti sul ballo nelle pedane delle sale giochi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Puntata de La Storia siamo noi del 20/04/2009.
  2. ^ Fiorello ricorda il karaoke
  3. ^ Mattia Buonocore, Non è la Rai e il Karaoke tornano su Mediaset Extra in Davide Maggio.it, 11 marzo 2011. URL consultato il 26 settembre 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph Baroni. Dizionario della Televisione, pagg 237-238. Raffaello Cortina Editore. ISBN 88-7078-972-1.