Giuseppe Fiorello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Beppe Fiorello nel 2008

Giuseppe Fiorello, noto anche come Beppe Fiorello e, in passato, Fiorellino (Catania, 12 marzo 1969), è un attore e produttore cinematografico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fratello del noto showman Rosario Fiorello e della scrittrice e conduttrice televisiva Catena Fiorello, inizialmente lavora come tecnico di un importante villaggio turistico. Da lì nel 1994 passa a Radio Deejay con il nome d'arte "Fiorellino", lavorando al fianco di Marco Baldini, Luca Laurenti e Amadeus. Nello stesso anno debutta in televisione nel programma di Mediaset, condotto in precedenza dal fratello, Karaoke, lavorando insieme a Antonella Elia. In una recente intervista, lo stesso attore ha ammesso di essersi pentito di aver rimpiazzato il fratello nella conduzione del programma[1].

Nel 1998 debutta come attore sia nel cinema con il film L'ultimo capodanno di Marco Risi, che in televisione con il film televisivo Ultimo, diretto da Stefano Reali e trasmesso da Canale 5.

Successivamente lavora in varie fiction tv trasmesse dalla Rai, tra cui: le miniserie televisive L'uomo sbagliato regia di Stefano Reali, Salvo D'Acquisto, regia di Alberto Sironi, Il grande Torino, regia di Claudio Bonivento, Il cuore nel pozzo diretta da Alberto Negrin, Il bambino sull'acqua diretta da Paolo Bianchini, tutte del 2005, e Joe Petrosino (2006), per la regia di Alfredo Peyretti.

Nel 2007 è protagonista di Giuseppe Moscati, regia di Giacomo Campiotti, miniserie sulla vita di San Giuseppe Moscati, a cui fanno seguito il film tv La vita rubata, regia di Graziano Diana, e la miniserie Il bambino della domenica, regia di Maurizio Zaccaro, entrambi in onda nel 2008. Quest'ultima miniserie è nata da un'idea dello stesso Fiorello mentre si trovava in macchina, sul Lungotevere a Roma, con l'amico e sceneggiatore Alessandro Pondi[2].

Sempre nel 2007 ritorna sul grande schermo con il film Appuntamento a ora insolita, regia di Stefano Coletta, a cui fanno seguito I galantuomini, regia di Edoardo Winspeare, e Baarìa, regia di Giuseppe Tornatore, entrambi del 2008.

Nel 2010 è nuovamente su Rai Uno con varie fiction: Lo scandalo della Banca Romana, Il sorteggio, film televisivo presentato in anteprima nazionale al Roma Fiction Fest di quell'anno[3], e La leggenda del bandito e del campione, in cui interpreta il ruolo di Sante Pollastri[4].

Per i 150 anni unita d'Italia insieme al fratello Rosario Fiorello producono un cortometraggio. È il primo prodotto della R.O.S.A. casa di produzione di Rosario Fiorello, e della Ibla film di Beppe dove recitano anche nel corto i suoi figli Anita e Nicola. Nel 2011 recita nel film Terraferma di Emanuele Crialese e ritorna in televisione con Sarò sempre tuo padre, la fiction dedicata al delicato problema dei padri separati, che ha anche contribuito a sceneggiare[5]. Il 28 novembre dello stesso anno è ospite della terza serata dello show del fratello Rosario Il più grande spettacolo dopo il weekend.

Per presentare la sua nuova fiction Volare - La grande storia di Domenico Modugno, il 13 febbraio 2013 ha partecipato come ospite alla seconda serata del Festival di Sanremo, condotto da Fabio Fazio. Per l'occasione ha cantato le canzoni appunto di Modugno Vecchio frack, Cosa sono le nuvole Tu sì 'na cosa grande.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Giuseppe Fiorello ha due figli, Anita, nata nel 2003, e Nicola, nato nel 2005, avuti dalla compagna Eleonora Pratelli, sposata il 16 ottobre 2010 in una chiesa all'interno del Vaticano[6].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Beppe Fiorello ammette: ‘Pentito del karaoke, Rosario ne soffrì’
  2. ^ Il Bambino della Domenica, fiction in due puntate con Beppe Fiorello su RAIUNO
  3. ^ http://romafictionfest.it/node/367
  4. ^ Girardengo e il bandito: giallo tv sui due «amici»
  5. ^ Sarò sempre tuo padre, Beppe Fiorello: “La fiction farà sicuramente discutere. Puntiamo a denunciare il problema”
  6. ^ Beppe Fiorello si sposa in Vaticano

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]