Julius Thomas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Julius Thomas
Julius Thomas.JPG
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 196 cm
Peso 112 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Tight end
Squadra Stemma Denver Broncos Denver Broncos
Carriera
Giovanili
2010 Hunter green White.svg Portland State Vikings
Squadre di club
2011 - Stemma Denver Broncos Denver Broncos
Palmarès
Selezioni al Pro Bowl 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 6 settembre 2014

Julius Thomas (Stockton, 27 giugno 1988) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di tight end per i Denver Broncos della National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del quarto giro (129°assoluto) del Draft NFL 2011 dai Broncos. Al college ha giocato a football alla Portland State University[1].

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Denver Broncos[modifica | modifica wikitesto]

Thomas fu scelto nel corso del quarto giro del Draft 2011 dai Denver Broncos. Nella sua stagione da rookie disputò 5 partite, una delle quali come titolare, totalizzando cinque yard su ricezione. Nella sua seconda stagione, Thomas disputò solo 4 partite, senza far registrare alcuna ricezione.

Stagione 2013[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2013, Thomas fu nominato il tight end titolare dei Broncos per la prima gara della stagione 2013 contro i Baltimore Ravens[2] in cui non deluse le attese, ricevendo 5 passaggi per 110 yard e 2 touchdown[3]. Un altro TD lo segnò la settimana successiva nella agevole vittoria sui New York Giants[4] e poi per la terza settimana consecutiva contro gli Oakland Raiders[5]. Il giocatore non diede segnali di rallentamento neanche nella settimana 5 nella vittoria sui Dallas Cowboys in cui ricevette 122 yard e 2 touchdown da Peyton Manning[6]. La domenica successiva segnò il suo settimo TD stagionale nella vittoria sui Jacksonville Jaguars[7]. Un altro TD nella settimana 7 contro gli Indianapolis Colts non impedì però ai Broncos di subire la prima sconfitta stagionale[8]. Thomas tornò a segnare nella vittoria della settimana 10 sui San Diego Chargers con un TD da 74 yard nel primo drive della partita[9].

Nella settimana 11, Thomas segnò il suo decimo touchdown stagionale, contribuendo a battere i Kansas City Chiefs, l'ultima squadra rimasta imbattuta della lega[10]. Dopo aver perso due gare per infortunio, tornò in campo e a segnare nella settimana 14 contro i Tennessee Titans in cui i Broncos ottennero la matematica qualificazione ai playoff[11]. Nella settimana 16 segnò il suo dodicesimo TD stagionale nel giorno in cui Peyton Manning stabilì il record NFL per il maggior numero di touchdown passati in una stagione[12]. Il 27 dicembre fu premiato con la prima convocazione al Pro Bowl in carriera[13].

Il 19 gennaio 2014, nella finale della AFC, i Broncos batterono i Patriots qualificandosi per il Super Bowl XLVIII, la prima presenza della franchigia dal 1998, in una gara in cui Thomas ricevette 8 passaggi per 85 yard[14][15]. Nel Super Bowl XLVIII contro i Seattle Seahawks, i Broncos furono surclassati dagli avversari per 43-8, il Super Bowl col risultato più a senso unico degli ultimi vent'anni[16][17]. Nella partita, Thomas ricevette solamente 4 passaggi per 27 yard.

Stagione 2014[modifica | modifica wikitesto]

Thomas aprì la stagione 2014 ricevendo tre touchdown da Manning nella vittoria della settimana 1 sui Colts, pareggiando il record di franchigia di Shannon Sharpe per il maggior numero di touchdown segnati da un tight end in una gara[18]. Per questa prestazione fu premiato come miglior giocatore offensivo della AFC della settimana[19]. Anche la domenica successiva andò a segno nella vittoria in casa sui Chiefs[20]. Col quinto touchdown nelle prime tre settimane, Thomas pareggiò il record NFL per un tight end nella sconfitta ai supplementari coi Seahawks, nella rivincita del Super Bowl di sette mesi prima[21].

Dopo la settimana di pausa, Thomas ricevette altri due touchdown contro i Cardinals, incluso il 500º della carriera di Peyton Manning nel primo quarto[22]. Sette giorni dopo ne segnò nuovamente due nella vittoria in casa dei Jets arrivando a quota nove in meno di un terzo della stagione. Dopo essere rimasto a secco per due partite, tornò a segnare nella settimana 9 in casa dei Patriots. Sette giorni dopo, con due marcature contro i Raiders ancora senza vittorie, pareggiò il record NFL di Randy Moss con 12 touchdown nelle prime nove gare.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Denver Broncos: 2013

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2013
  • Giocatore offensivo della AFC della settimana: 1
1ª del 2014

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partite totali 23
Partite da titolare 15
Ricezioni 66
Yard su ricezione 793
Touchdown su ricezione 12

Statistiche aggiornate alla stagione 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Julius Thomas, NFL Draft Scout.com, 25 aprile 2011. URL consultato il 22 agosto 2012.
  2. ^ (EN) Ronnie Hillman, Julius Thomas to start for Broncos, NFL.com, 31 agosto 2013. URL consultato il 1º settembre.
  3. ^ (EN) Game Center: Baltimore 27 Denver 49, NFL.com, 5 settembre 2013. URL consultato il 6 settembre 2013.
  4. ^ (EN) Game Center: Denver 43 New York 23, NFL.com, 15 settembre 2013. URL consultato il 18 settembre 2013.
  5. ^ (EN) Game Center: Oakland 21 Denver 37, NFL.com, 23 settembre 2013. URL consultato il 24 settembre 2013.
  6. ^ (EN) Game Center: Denver 51 Dallas 48, NFL.com, 7 ottobre 2013. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  7. ^ (EN) Game Center: Jacksonville 19 Denver 35, NFL.com, 13 ottobre 2013. URL consultato il 15 ottobre 2013.
  8. ^ (EN) Game Center: Denver 33 Indianapolis 39, NFL.com, 20 ottobre 2013. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  9. ^ (EN) Game Center: Denver 28 San Diego 20, NFL.com, 10 novembre 2013. URL consultato l'11 novembre 2013.
  10. ^ (EN) Game Center: Kansas City 17 Denver 27, NFL.com, 17 novembre 2013. URL consultato il 18 novembre 2013.
  11. ^ (EN) Game Center: Tennessee 28 Denver 51, NFL.com, 8 dicembre 2013. URL consultato il 9 dicembre 2013.
  12. ^ (EN) Game Center: Denver 37 Houston 13, NFL.com, 22 dicembre 2013. URL consultato il 23 dicembre 2013.
  13. ^ (EN) 2014 Pro Bowl: Complete rosters, NFL.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  14. ^ (EN) Broncos best Patriots en route to Super Bowl berth, NFL.com, 19 gennaio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2014.
  15. ^ Nfl, Denver e Seattle al Super Bowl di New York, La Gazzetta dello Sport, 20 gennaio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2014.
  16. ^ (EN) Seahawks crush Broncos for first Super Bowl win, NFL.com, 2 febbraio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  17. ^ (EN) Super Bowl, la difesa annienta Manning, Seattle stravince: campione per la prima volta, La Repubblica, 3 febbraio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  18. ^ (EN) Game Center: Indianapolis 34 Denver 31, NFL.com, 7 settembre 2014. URL consultato l'8 settembre 2014.
  19. ^ (EN) Matt Ryan, Julius Thomas lead Week 1 Players of Week, NFL.com, 11 settembre 2014. URL consultato l'11 settembre 2014.
  20. ^ (EN) Game Center: Kansas City 17 Denver 24, NFL.com, 14 settembre 2014. URL consultato il 15 settembre 2014.
  21. ^ (EN) Game Center: Denver 20 Seattle 26, NFL.com, 22 settembre 2014. URL consultato il 22 settembre 2014.
  22. ^ (EN) Game Center: Arizona 20 Denver 41, NFL.com, 5 ottobre 2014. URL consultato il 6 ottobre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]