José Santacruz Londoño

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
José Santacruz Londoño

José Santacruz Londoño (conosciuto come Chepe) (Cali, 1º ottobre 1943Medellín, 5 marzo 1996) è stato un trafficante di droga colombiano ed era considerato il numero tre del Cartello di Cali.

Fu uno dei signori della droga più sanguinari dell'intera Colombia. Era noto soprattutto per la meticolosa attenzione verso i particolari nell'organizzare l'esportazione internazionale della cocaina e nel riciclaggio del denaro sporco.

Era responsabile per l'area metropolitana di New York. Si crede che abbia ordinato nel 1992 l'omicidio di Manuel de Dios, un giornalista investigativo i cui articoli in spagnolo sul traffico di droga in vari giornali di New York davano fastidio al cartello. Nel giugno del 1992 la DEA sequestrò due laboratori di conversione della cocaina a Brooklyn, New York, connessi al cartello di Cali, in particolare al sottogruppo di Santacruz Londoño. Inoltre furono sequestrate notevoli somme di denaro dai conti del boss in varie banche americane ed europee.

Santacruz-Londono fu arrestato il 4 luglio del 1995. L'11 gennaio 1996 scappò dalla prigione di La Picota, a Bogotá; il 5 marzo dello stesso anno fu ucciso in un conflitto a fuoco con la polizia a Medellin.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie