Jack Frost (Marvel Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jack Frost
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego non rivelato
Autori
Editore Marvel Comics - Timely Comics
1ª app. agosto 1941
1ª app. in U.S.A. Comics n. 1
Sesso Maschio
Abilità Manipolazione del freddo e del ghiaccio

Jack Frost è un personaggio dei fumetti, creato da Stan Lee (testi) e Charles Nicholas (disegni), pubblicata dalla Timely Comics (divenuta in seguito Marvel Comics). Appartenente alla Golden Age, la prima apparizione avvenuta in USA Comics n. 1 del 1941.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Jack Frost I (Nome non rivelato)[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio si rifà allo "spirito del freddo" della tradizione nordeuropea, è nato probabilmente in Jotunheim, nella dimensione di Asgard.

Jack Frost fece la sua prima comparsa in risposta all’appello radiofonico lanciato da Bucky per chiamare nuove forze nella Legione della Libertà contro gli infiltrati nazisti sul suolo americano durante la seconda guerra mondiale. Jack Frost si trovò così ad affrontare nemici del calibro di Iron Cross, Teschio Rosso e U-Man.

Dopo la fine della guerra, abbandonò i compagni e si ritirò nel continente artico per cercare di scoprire qualcosa sul proprio passato, di cui non ricordava nulla. Mentre stava combattendo un verme gigante, abbassò talmente tanto la propria temperatura corporea, nel tentativo di congelare il mostro, che andò in animazione sospesa.

Solo molti anni dopo fu liberato da Capitan America, che si era recato al Polo alla ricerca del suo amico Demolition Man, scomparso durante una missione; il lungo periodo di animazione sospesa aveva avuto degli effetti sul corpo di Jack Frost, trasformandolo in un blocco di ghiaccio solidissimo. Mentre i due eroi di guerra si parlavano, vennero attaccati dal gigantesco verme di ghiaccio; per salvare Capitan America Jack fu costretto a sacrificarsi, ripetendo lo stesso gesto fatto in passato: si fece nuovamente inghiottire dal verme gigante, ricadendo di nuovo in animazione sospesa.

Non si conoscono con certezza le origini di Jack Frost. Egli era convinto di provenire da un altro pianeta e non riuscì mai a sentirsi pienamente a proprio agio in mezzo ai terrestri. Thor era invece convinto che Jack Frost fosse un gigante di ghiaccio asgardiano che aveva abbandonato la sua terra a causa della vergogna provata per la propria misera statura (paragonata agli altri giganti asgardiani).

Jack Frost II (Gregor Shapanka)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Blizzard (personaggio).

Jack Frost II, il cui vero nome è Gregor Shapanka, è un personaggio dei fumetti, creato da Robert Bernstein e Stan Lee (testi), Don Heck (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. Appartenente alla Silver Age, la prima apparizione avvenuta in Tales of Suspense n. 45 (settembre 1963), è diventato supercriminale professionista. In seguito ha cambiato il nome di battaglia in Blizzard. È un arcinemico di Iron Man.

Cronologia dei fumetti[modifica | modifica wikitesto]

Jack Frost I (Nome non rivelato) è apparso in soli 12 albi:

  1. USA Comics n. 1
  2. USA Comics n. 2
  3. USA Comics n. 3
  4. USA Comics n. 4
  5. Marvel Premiere n. 29 (aprile 1976): The Red Skull Strikes 2 di 4: Lo, the Liberty Legion (prima edizione italiana: La legione della liberta', sull'albo Capitan America n. 112, 27 luglio 1977, Editoriale Corno);
  6. Invaders n. 6 (maggio 1976): The Red Skull Strikes 3 di 4: ...And let the battle begin! (prima edizione italiana: Guerra fratricida', sull'albo Capitan America n. 113, Editoriale Corno);
  7. Marvel Premiere n. 30 (giugno 1976): The Red Skull Strikes 4 di 4: Hey, ma! They're blitzin' the Bronx (prima edizione italiana: Disastro sul Bronx!, sull'albo Capitan America n. 114, Editoriale Corno);
  8. Invaders n. 35 (dicembre 1978): Havoc on the homefront (flashback);
  9. Invaders n. 36 (gennaio 1979): Crushed by Iron Cross;
  10. Invaders n. 37 (febbraio 1979): The Liberty Legion busts loose
  11. Invaders n. 38 (marzo 1979): U-Man comes to town
  12. Captain America (Vol. 1[1]) n. 384 (aprile 1991): Lair of the ice-worm (prima edizione italiana: L'antro del verme dei ghiacci, sull'albo Capitan America & Thor, Marvel Italia)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics