Italian Football League

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italian Football League di Serie A
Logo della competizione
Altri nomi IFL, Prima Divisione
Sport American football pictogram.svg Football americano
Tipo Squadre di club
Federazione FIDAF
Paese Italia Italia
Titolo Campione d'Italia (FIDAF)(italian superbowl)
Cadenza annuale
Apertura febbraio
Chiusura luglio
Partecipanti Max 12
Formula Girone unico e playoff
Sito Internet www.ifleague.it
Storia
Fondazione dicembre 2007
Numero edizioni 7
Detentore Seamen Milano Seamen Milano
Maggiori titoli Panthers Parma Panthers Parma, 4
Ultima edizione Italian Football League 2014
Prossima edizione Italian Football League 2015

La Italian Football League (IFL) è una associazione sportiva che organizza l'omonimo campionato di football americano.

La lega è nata a Bergamo a dicembre del 2007. Il suo obiettivo è la promozione del football americano in Italia a livello di club. Tra le mansioni operative, la programmazione dell'attività agonistica delle squadre e l'organizzazione del campionato, con l'autorizzazione della federazione.

Il primo presidente è stato Ivano Francesco Tira, presidente dei Panthers Parma. Il presidente resta in carica per un quadriennio olimpico e può essere rieletto soltanto una volta. Stessa durata in carica ha il consiglio direttivo, composto da presidente, vicepresidente, due consiglieri di A e due di A2.

Formula[modifica | modifica sorgente]

Il Campionato viene disputato nella formula a girone unico con play-off e finale (Italian Superbowl) nelle prime quattro stagioni, nella quinta stagione, visto il record di società partecipanti (12), vengono introdotte le wildcard per determinare l'accesso ai play-off.
Per la stagione 2013 (che vede iscritte 8 società) la lega viene divisa in due gironi da 4 squadre con WildCard, Play-off e finale. Per stagione 2014, con 11 squadre iscritte e la riforma dei campionati FIDAF, nella quale IFL diventa la "Prima Divisione", viene riproposta la formula del girone unico e vengono istituiti anche i play-out per la retrocessione in quella che è divenuta la "Seconda Divisione", ovvero la LeNAF.

Numerazione delle Finali[modifica | modifica sorgente]

Nel 2008 la IFL inizia la numerazione delle proprie finali utilizzando la numerazione romana, e partendo dal numero "I" (1), incrementando poi il numero di stagione in stagione.
Nel 2012 la lega decide di cambiare la numerazione del Italian Superbowl, in modo da riprendere la numerazione storica del Superbowl italiano, così la finale della stagione assume il numero XXXII anziché V, mentre il trofeo viene dedicato a Gionni Colombo[1].

Team partecipanti[modifica | modifica sorgente]

In grassetto i team che partecipano alla stagione in corso (o all'ultima stagione).

"Gionni Colombo Trophy" (2012)
Team
Numero
Partecipazioni
Miglior piazzamento
Stagione regolare
Partecipazioni
Play Off
Titoli vinti
[2]
Corsari Palermo Corsari Palermo
1
2008
0
0
Daemons Martesana Daemons Martesana
1
2012
0
0
Dolphins Ancona Dolphins Ancona[3]
7
2013
2
0
Doves Bologna Doves Bologna
4
2008
0
0
Elephants Catania Elephants Catania[4]
5
2010 2012
4
0
Giants Bolzano Giants Bolzano
7
2008 2009
6
1
Hogs Reggio Emilia Hogs Reggio Emilia
5
2011
2
0
Lions Bergamo Lions Bergamo
5
2008
4
1
Marines Lazio Marines Lazio
6
2009
1
0
Panthers Parma Panthers Parma
7
2013
7
4
Rhinos Milano Rhinos Milano
7
2012
1
0
Seamen Milano Seamen Milano
4
2013 2014
2
1
Sharks Palermo Sharks Palermo
1
2008
0
0
Warriors Bologna Warriors Bologna
6
2011
3
0
Giaguari Torino Giaguari Torino
1
2014
0
0
Briganti Napoli Briganti Napoli
1
11° 2014
0
0
Aquile Ferrara Aquile Ferrara
1
2014
0
0

Organigramma[modifica | modifica sorgente]

Periodo Presidente Vicepresidente Consiglio Direttivo Segretario Commissioner Addetto Stampa
2008
2012
Ivano Tira
(Panthers Parma)
Maurizio Benassi
(Warriors Bologna)
Luchena Gianluigi (Dolphins Ancona)
Mario Rende (Lions Bergamo)
Fabio Gentile (Rhinos Milano) Mauro Milesi
2012
2016
Marco Mutti
(Seamen Milano)
Argeo Tisma
(Giants Bolzano)
Fabio Pacelli (Lazio Marines)
Leonardo Lombardi (Dolphins Ancona)
Carlo Violante Roberto Gotta (2012-2013)

Albo d'oro[modifica | modifica sorgente]

La Finale 2012 a Varese
Stagione Titolo Vincitore Avversario Risultato Luogo
2008 I Italian Superbowl Scudetto.svg Lions Bergamo Giants Bolzano
56 - 54
San Giovanni in Marignano Stadio Comunale
2009 II Italian Superbowl Scudetto.svg Giants Bolzano Marines Lazio
35 - 21
Milano Marittima Stadio Dei Pini
2010 III Italian Superbowl Scudetto.svg Panthers Parma Elephants Catania
56 - 26
Sesto San Giovanni Stadio Breda
2011 IV Italian Superbowl Scudetto2.png Panthers Parma Warriors Bologna
76 - 62
Parma Stadio XXV Aprile
2012 XXXII Italian Superbowl Scudetto3.png Panthers Parma Elephants Catania
61 - 43
Varese Stadio Franco Ossola
2013 XXXIII Italian Superbowl Scudetto4.png Panthers Parma Seamen Milano
51 - 28
Ferrara Stadio Paolo Mazza[5]
2014 XXXIV Italian Superbowl Scudetto.svg Seamen Milano Panthers Parma
33 - 3
Ferrara Stadio Paolo Mazza[6]

All-Star Game[modifica | modifica sorgente]

Il 1 luglio 2012 si è disputato al Velodromo Vigorelli il primo All-Star Game IFL, nato da un'idea di alcuni giocatori americani, in particolare Walter Peoples Jr WR dei Warriors Bologna[7].

Stagione Nome Team Rosso Nome Team Blu Risultato Luogo
2012 Milano Resto D'Italia
0 - 14
Milano Velodromo Vigorelli

Record della IFL[modifica | modifica sorgente]

MVP Italian Superbowl[modifica | modifica sorgente]

MVP Stagione[modifica | modifica sorgente]

2012[modifica | modifica sorgente]

2013[modifica | modifica sorgente]

2014 [8][modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Giovanni Marino, Mutti, nuovo presidente Ifl: “Il mio football italiano, progressi, liti, problemi e prospettive, vi racconto tutto” in Repubblica.it, 9 giugno 2012. URL consultato il 28 febbraio 2013.
  2. ^ Sono conteggiati i soli titoli IFL, per i totali vedere Superbowl Italiano.
  3. ^ Nella stagione 2008 con la denominazione Dolphins Falconara
  4. ^ Pur risultando iscritta alla stagione 2013, questa non viene contabilizzata, dato che la società è stata retrocessa in LeNAF per motivi economici
  5. ^ Il Superbowl di Ferrara da il Resto del Carlino
  6. ^ Milano Gazzetta, “O mia bela Madunina....” il coro dei Seamen dopo il trionfo al Super Bowl. “I marziani siamo noi” in Gazzetta.it, 7 Luglio 2014. URL consultato il 9 Luglio 2014.
  7. ^ All Star Game IFL in huddle.org, 20 giugno 2012. URL consultato il 1 marzo 2013.
  8. ^ Seamen campioni Panthers irriconoscibili

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]