Panthers Parma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Panthers Parma AFT
Football americano American football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Helmet
Left arm Body Right arm
Trousers
Socks
Casa
Helmet
Left arm Body Right arm
Trousers
Socks
Trasferta
Colori sociali 600px Grigio Argento e Nero.png Argento - Nero - Bianco
Simboli Una testa di pantera
Dati societari
Città Parma-Stemma.png Parma
Paese Italia Italia
Confederazione EFAF
Federazione FIDAF
Campionato I Divisione
Fondazione 1981
Scioglimento 1994
Rifondazione 2002
Presidente Ivano Tira
Presidente onorario John Grisham
Capo-allenatore Andrew Papoccia
Stadio Stadio XXV Aprile, via Del Popolo
(2500 posti)
Sito web www.panthers.it/
Palmarès
Scudetto.svgScudetto.svgScudetto.svgScudetto.svg
Superbowl italiani 4
SilverBowl 1
Collegebowl 1
Youngbowl 1
Youthbowl 1
High School Bowl 1
Altri titoli 1 Coppa Italia U15 flag (2005)
1 Campionato italiano U15 flag (2005)
1 Campionato italiano U15 tackle (2005)
1 Coppa Italia U17 tackle (2007)
1 Coppa Italia U13 flag (2008)
1 Campionato italiano U18 tackle 5 men (2008)
Partecipazioni ai playoff (campionato maggiore) 12
EFAF Euro Top20 si

La società Panthers Parma American Football Team è una squadra di football americano di Parma.

Nel 2006 la squadra ha partecipato per la prima volta al Superbowl Italiano perdendo 24 a 12 contro i Lions Bergamo, al loro decimo titolo. Nel 2007 ha partecipato nuovamente al Superbowl perdendo (dopo 2 supplementari e dopo un vantaggio di 14 punti all'intervallo) 55 a 49 contro i Lions Bergamo al loro undicesimo titolo (decimo consecutivo).

Al terzo Super Bowl disputato, l'Italian Super Bowl dell'Italian Football League, conquista il titolo di Campione d'Italia 2010, battendo, il 26 giugno 2010 a Sesto San Giovanni, gli Elephants Catania per 56 a 26. Il raggiungimento del titolo di Campione d'Italia viene bissato anche il 9 luglio 2011 battendo, sul campo casalingo di Moletolo, la squadra dei Warriors per 76 a 62. Il 7 luglio 2012, a Varese, i Panthers conquistano il loro terzo scudetto consecutivo, imponendosi 61-43 sugli Elephants Catania. Il 6 luglio 2013 allo stadio Mazza di Ferrara conquistano il quarto titolo consecutivo battendo i Seamen Milano 51-28[1]. La stiscia vincente viene interrotta nel 2014 proprio dai Seamen Milano, che vincono la finalissima a Ferrara per 33-3[2].

Alla loro prima partecipazione in EFAF CUP raggiungono la finale, cedendo solo nel finale 29-0 in casa dei Berlin Adler.

John Grisham ha pubblicato il romanzo Il professionista (titolo originale Playing for Pizza), ambientato a Parma negli ambienti dei Panthers, che ha come protagonista un giocatore statunitense della NFL che si rimette in gioco accettando un contratto con la squadra ducale. L'opera è stata pubblicata in Italia il 6 novembre 2007.

Stagioni[modifica | modifica wikitesto]

Campionato italiano[modifica | modifica wikitesto]

Stagione regular season playoff
  Vin Par Per Tot PF PS Vin Per Tot PF PS risultato avversaria
1983 6 0 4 10 213 135 1 1 2 24 41 Quarti di finale Angels Pesaro
1984 5 2 3 10 261 137 - - - - - - -
1985 10 0 2 12 348 64 1 1 2 30 37 Semifinale Doves Bologna
1986 8 1 1 10 222 120 1 1 2 27 53 Quarti di finale Warriors Bologna
1987 5 0 7 12 140 260 - - - - - - -
1988 4 0 8 12 158 273 - - - - - - -
1989 4 0 8 12 150 252 - - - - - - -
1990 6 0 6 12 271 236 - - - - - - -
2005 2 0 6 8 134 179 - - - - - - -
2006 6 0 2 8 259 222 1 1 2 46 50 Super Bowl Lions Bergamo
2007 5 0 2 7 249 175 2 1 3 74 69 Super Bowl Lions Bergamo
2008 8 0 2 10 338 215 0 1 1 35 48 Semifinale Lions Bergamo
2009 6 0 3 9 279 221 0 1 1 40 42 Semifinale Marines Lazio
2010 7 0 1 8 340 229 2 0 2 77 46 Campioni d'Italia Elephants Catania
2011 7 0 2 9 396 247 2 0 2 76 62 Campioni d'Italia Warriors Bologna
2012 9 0 2 11 426 200 2 0 2 103 63 Campioni d'Italia Elephants Catania
2013 7 0 1 8 260 92 2 0 2 85 44 Campioni d'Italia Seamen Milano
2014 10 0 0 10 503 72 1 1 2 58 40 Super Bowl Seamen Milano
Totale 115 3 60 178 4647 3369 15 8 23 675 595

Fonte: Enciclopedia del Football - A cura di Roberto Mezzetti

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria degli Skorpions Varese
  • 198182: Fondazione dei Panthers Parma. Primi allenamenti ed incontri amichevoli.
  • 1983: Diventano Artisan Panther Parma. 3º posto nel Girone Ovest di Regular Season di Serie A. Eliminati ai quarti di finale dagli Angels Pesaro, dopo ave estromesso le Aquile Ferrara agli ottavi.
  • 1984: Diventano Bomber Panther Parma. 3º posto nel Girone Centro di Regular Season di Serie A. Col nome di Bobcats Parma, 1º posto nel Girone Est di Regular Season del Campionato Under-20. Scudetto.svg Vincono lo Young Bowl (1º titolo), eliminando i Rams Milano in semifinale ed i Frogs Busto Arsizio in finale.
  • 1985: 1º posto nel Girone Centro di Regular Season di Serie A. Eliminati in semifinale dai Doves Bologna, dopo aver estromesso i Rhinos Milano ai quarti di finale. Col nome di Bobcats Parma, 1º posto nel Girone A di Regular Season del Campionato Under-20. Perdono lo Young Bowl contro i Rhinos Milano, dopo aver eliminato i Mouses Albenga ai quarti di finale e i Duchi Ferrara in semifinale.
  • 1986: Diventano Geron Panthers Parma. 1º posto nel Girone Est di Regular Season di Serie A. Eliminati ai quarti di finale dai Warriors Bologna, estromettendo agli ottavi di finale i Vikings Legnano. Perdono la finale del Memorial Angelo Rodolfo Stiassi contro i Doves Bologna, eliminando i Falchi Modena in semifinale. Col nome di Bobcats Parma, 3º posto nel Girone B di Regular Season del Campionato Under-20.
  • 1987: Diventano Tecninox Panthers Parma. 5º posto nel Girone A di Regular Season di Serie A. Col nome di Bobcats Parma, 2º posto nel Girone C di Regular Season del Campionato Under-20. Eliminati ai quarti di finale dai Doves Bologna.
  • 1988: 5º posto nel Girone Centro di Regular Season di Serie A1. Col nome di Bobcats Parma, 2º posto nel Girone B di Regular Season del Campionato Under-20. Eliminati in semifinale dai Saints Padova, estromettendo ai quarti di finale gli Skorpions Varese.
  • 1989: 8º posto nel Girone B di Regular Season di Serie A1. Col nome di Bobcats Parma, 4º posto nel Girone B di Regular Season del Campionato Under-20.
  • 1990: Diventano Panthers Parma. 5º posto nel Girone B di Regular Season di Serie A1. Col nome di Bobcats Parma, partecipano al Campionato Under-21 (dati non disponibili). Eliminati ai quarti di finale dai Cavalieri dei Castelli Romani.

  • 1991: Diventano AFT Parma, rinunciando alla Serie A1 e ripartendo dalla Serie B. 1º posto nel Girone E di Regular Season di Serie B. Scudetto.svg Vincono la Serie B (1º titolo), sconfiggendo i Black Knights Rho nel match promozione. Promossi in Serie A2. Col nome di Bobcats Parma, 3º posto nel Girone A di Regular Season del Campionato Under-21.
  • 1992: Diventano Group Leader AFT Parma. 1º posto nel Girone B di Regular Season di Serie A2. Eliminati in semifinale dai Saints Padova, estromettendo ai quarti di finale i Seagulls Salerno. Col nome di Bobcats Parma, 3º posto nel Girone C di Regular Season del Campionato Under-21.
  • 1993: Diventano Black Panthers Parma. 1º posto nel Girone C di Regular Season di Serie A2. Eliminati ai quarti di finale dai Jets Bolzano.
  • 1994: Scendono in Serie B. 2º posto nel Girone A di Regular Season di Serie B. Eliminati dai Lumberjacks Fiuggi ai quarti di finale. Al termine delle stagione la società decide di sciogliersi.
  • 1995-2001: Nessuna attività sportiva.

  • 2002: Rifondazione dei Panthers Parma. 3º posto nel Girone Yellow del Campionato Under-20.
  • 2003: 3º posto nel Girone Nord nella Regular Season della Silver League. Eliminati ai quarti di finale dalle Aquile Ferrara, dopo aver estromesso gli Yankees Civitanova Marche agli ottavi di finale. 6º posto nel Girone Centro di Regular Season del Campionato Under-20.
  • 2004: Diventano Giglio Panthers Parma. 2º posto nel Girone Est di Serie B. Scudetto.svg Vincono la Serie B (1º titolo), sconfiggendo gli Skorpions Varese ai quarti di finale, i Guelfi Firenze in semifinale e gli Elephants Catania nella finalissima. 5º posto nello Sky Blast Bowl del Campionato Under-21.
  • 2005: 7º posto in Serie A. 3º posto nel Girone B del Campionato Under-17.
  • 2006: 2º posto in Serie A1. Perdono il Superbowl contro i Lions Bergamo, dopo aver eliminato i Giants Bolzano in semifinale. 1º posto nel Girone C del Campionato Under-17. Eliminati ai quarti di finale dai Lions Bergamo.
  • 2007: 3º posto in Serie A1. Perdono il Superbowl contro i Lions Bergamo, dopo aver eliminato i Marines Lazio in semifinale e gli Hogs Reggio Emilia ai quarti di finale. 2º posto nel Girone D del Campionato Under-21. 1º posto nel Girone D del Campionato Under-17. Scudetto.svg Vincono lo Youth Bowl (1º titolo) contro i Longhorns Grosseto, eliminando i Blacks Rivoli ai quarti di finale e i Rhinos Milano in semifinale. 1º posto in Coppa Italia Under-17. Coccarda Italia.svg Vincono la Coppa Italia under-17 (1º titolo) contro i Blacks Rivoli.
  • 2008: Diventano Panthers Parma. Dopo la scissione federale decidono di migrare in FIDAF. 3º posto in IFL. Eliminati in semifinale dai Lions Bergamo. 5º posto nel Girone Ovest del Campionato Under-21 FIF. 2º posto nel Girone A del Campionato Under-18 FIDAF. Scudetto.svg Vincono l'High School Bowl (1º titolo) contro i Giants Bolzano, eliminando i Titans Romagna in semifinale.
  • 2009: Diventano Banca Monte Panthers Parma. 4º posto in IFL. Eliminati in semifinale dai Marines Lazio. 2º posto nel Gruppo A di EFAF Cup. Il farm team Pantere Parma partecipa alla Serie B FIDAF. 1º posto nel Girone F di Serie B. Eliminati ai quarti di finale dai Giganti Bolzano, dopo aver eliminato i Saints Padova agli ottavi di finale. 1º posto nel Girone Ovest del Campionato Under-21 FIDAF. Scudetto.svg Vincono il College Bowl (1º titolo) contro i Green Hogs Reggio Emilia, dopo aver eliminato i Barbari Roma ai quarti di finale ed i Marines Lazio in semifinale.
  • 2010: Diventano Panthers Parma. 1º posto in IFL. Scudetto.svg Vincono il Super Bowl (1º titolo) contro gli Elephants Catania, dopo aver eliminato i Giants Bolzano in semifinale. 1º posto nel Girone A di EFAF Cup. Eliminati in semifinale dai Calanda Broncos. 1º posto nel Girone Ovest del Campionato Under-21 FIDAF. Perdono il College Bowl contro i Seamen Milano, dopo aver estromesso i Grizzlies Roma ai quarti e i Green Hogs Reggio Emilia in semifinale. 2º posto nel Girone Nord del Campionato Under-18 FIDAF. Eliminati dai Warriors Bologna ai quarti di finale.

  • 2011: 2º posto in IFL.Scudetto.svg Vincono il Super Bowl (2º titolo) contro i Warriors Bologna, estromettendo gli Elephants Catania in semifinale. 2º posto nel Girone 4 della European Football League. 4º posto nel Campionato Under-21 FIF. Eliminati in semifinale dai Blacks Rivoli. 1º posto nel Girone C del Campionato Under-21 FIDAF. Eliminati in semifinale dai Marines Lazio a tavolino in seguito al ritiro dovuto a problemi di tesseramento, dopo aver estromesso i Blue Dolphins Ancona ai quarti di finale. 1º posto nel Girone C del Campionato Under-18 FIDAF. Estromessi in semifinale dai Seamen Milano, eliminando i Marines Lazio in semifinale.
  • 2012: 1º posto in IFL. Scudetto.svg Vincono il Super Bowl (3º titolo) contro gli Elephants Catania, eliminando i Warriors Bologna in semifinale. 2º posto nel Girone 3 della European Football League. 2º posto nel Girone Nord del Campionato Under-21 FIDAF. Eliminati in semifinale per mano dei Seamen Milano, estromettendo ai quarti di finale i Lions Bergamo. 1º posto nel Girone Centro del Campionato Under-18 FIDAF. Eliminati ai quarti di finale dai Grizzlies Roma.
  • 2013: 1º posto nel Girone A di IFL. Scudetto.svg Vincono il Super Bowl (4º titolo) contro i Seamen Milano, eliminando i Dolphins Ancona in semifinale. 1º posto nel B del Campionato Under-19. Scudetto.svg Vincono lo Young Bowl (2º titolo) contro i Seamen Milano, eliminando i Grizzlies Roma ai quarti di finale e i Daemons Martesana in semifinale.
  • 2014: 1º posto Iª Divisione. Perdono il Super Bowl contro i Seamen Milano, eliminando i Lions Bergamo in semifinale. 3º posto nel Girone South della IFAF Champions League. Iscritti al Campionato under-19.
  • 2015: Iscritti in Iª Divisione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]